logo

Elenco Esami



Ricerca per nome analisi




Elenco Esami


A1C

L'emoglobina glicata rappresenta circa il 2 percento dell'emoglobina presente nel globulo rosso ed è il risultato del processo, non enzimatico, del legame del glucosio alla molecola stessa. Tale processo avviene in modo proporzionale alla concentrazione media del glucosio nel sangue e durante tutto il periodo di vita del globulo rosso (120 giorni in media). Pertanto l'emoglobina glicata riflette i livelli medi di glicemia nelle ultime 8 -12 settimane.Pazienti diabetici con concentrazioni elevate di glucosio hanno livelli di glicata da 2 a 3 volte superiori rispetto ad un soggetto normoglicemico.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

ABG

L'Antibiogramma è un indagine che viene eseguita sui batteri isolati dai vari materiali patologici (urine, secreto faringeo, feci, espettorato ecc.) al fine di testare la sensibilit? o la resistenza di tali germi ai vari chemio-antibiotici.

Tempi di Consegna

3 giorni, escluso il giorno della consegna del campione, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

ACA

Gli anticorpi antisurrene sono anticorpi di classe IgG rivolti contro i microsomi delle cellule cortico-surrenali. Questo test è utilizzato nella diagnosi della malattia di Addison (insufficienza cortico-surrenale a genesi autoimmune) in cui sono presenti nel 50-70 percento dei casi. La presenza di questi anticorpi si riscontra anche nelle sindromi autoimmuni plurighiandolari (pancreas, tiroide, ovaio).

Tempi di Consegna

15-20 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

ACIDO FOLICO

L'Acido Folico (Ac. Pteroilglutammico) deriva il nome dall'essere contenuto, prevalentemente sotto forma di poliglutammati, in alcuni vegetali a foglia larga. Dopo l'idrolisi dei poliglutammati nel tratto digerente, viene assorbito a livello del digiuno prossimale. Il suo fabbisogno giornaliero va dai 50 ai 100 microg/die. Le sue riserve epatiche sono molto labili e possono rapidamente esaurirsi nel caso di scarso apporto nutrizionale. L'Acido Folico svolge un ruolo essenziale nella sintesi delle basi puriniche e pirimidiniche; di conseguenza una sua carenza comporta una ridotta sintesi di DNA. L'Ac. Folico interviene anche nella sintesi dell'amino-acido metionina a partire dall'omocisteina in presenza di Vitamina B12. Un deficit di Acido Folico determina anemia megaloblastica a causa della ridotta sintesi di cellule a rapido turnover come quelle della linea ematopoietica. Carenze dell'Acido Folico possono essere dovute o ad aumentato fabbisogno (gravidanza, allattamento, crescita, tumori, infezioni) o a ridotto apporto nutritivo (malnutrizione, alcolismo) oppure a malassorbimento (celiachia, sprue, malattia infiammatoria intestinale, resezioni intestinali). Nei primi mesi di gravidanza la somministrazione giornaliera di Ac. Folico risulta molto utile nella prevenzione dei difetti del tubo neurale (anencefalia, spina bifida).

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

ACIDO URICO

L'acido urico è il prodotto terminale del catabolismo dei nucleotidi purinici e cioè l'acido adenilico (AMP) e l'acido guanilico (GMP). I nucleotidi sono le unit? fondamentali degli acidi nucleici (DNA e RNA) ma svolgono, anche in forma libera, un ruolo importante nel nostro metabolismo. L'acido urico è poco solubile in acqua e un aumento della sua concentrazione sanguigna pu? portare alla sua precipitazione nei tessuti articolari (tofi gottosi) o nelle vie urinarie (calcoli renali). L'aumento della concentrazione di acido urico nel sangue deriva da uno squilibrio tra la sua produzione e la sua eliminazione (2/3 con le urine ed 1/3 con la bile). Un aumento della produzione pu? essere dovuto ad una ipergenerazione endogena da aumentato catabolismo o ad una dieta particolarmente ricca di acidi nucleici (carne, specialmente fegato, reni), mentre una diminuzione della sua eliminazione è dovuta ad alterata funzionalit? renale. Un aumento dell'acido urico sierico pu? essere dovuto a gotta primaria, insufficienza renale, leucemia, mieloma multiplo, policitemia, psoriasi; un aumento dell'escrezione giornaliera di acido urico pu? essere dovuto a leucemia, malattia di Wilson, gotta. Una diminuzione dell'acido urico sierico pu? essere dovuta a malattia di Wilson, epatite virale, diete povere di purine; una diminuzione dell'escrezione giornaliera di acido urico pu? essere dovuta a deficienza di acido folico, intossicazione da piombo, digiuno

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

ACIDO VALPROICO

L'acido valproico (VPA) è un anticonvulsivante largamente utilizzato sia nella terapia delle diverse forme di epilessia generalizzata, tra cui ricordiamo le assenze, il grande male e le mioclonie, sia nelle epilessie parziali, in particolare quelle idiopatiche. Viene anche impiegato in alcuni disturbi dell'umore (mania, disturbo bipolare). Il VPA agisce attraverso molteplici meccanismi, non del tutto chiariti, ma questa sua complessit? è probabilmente alla base dell'ampio spettro d'azione. Rapidamente assorbito nel tratto intestinale, si lega quasi completamente alle proteine plasmatiche.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti. Nel controllo periodico della concentrazione ematica del farmaco, al fine di rendere confrontabili i valori ottenuti nel tempo, occorre sottoporsi al prelievo sempre alla stessa distanza di ore dall'assunzione del farmaco stesso.

ACL

Gli anticorpi anti-cardiolipina IgG e IgM fanno parte del gruppo di autoanticorpi rilevati nella cos? detta sindrome da anticorpi antifosfolipidi (APS, antiphospholipid syndrome). La cardiolipina è un fosfolipide anionico di cui è ricca la membrana interna dei mitocondri contro la quale sono diretti appunto gli ACL in presenza di un importante cofattore, la β2 glicoproteina I. Nella sindrome APS si manifestano trombosi venose e/o arteriose ricorrenti, poliabortivit? e presenza nel siero di anticorpi antifosfolipidi. Si distingue una APS primaria propriamente detta e una APS secondaria a connettiviti, in particolare LES.

Tempi di Consegna

5 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

ACTH

L'ormone adrenocorticotropo (ACTH) è un ormone polipeptidico che esiste principalmente come catena di 39 amminoacidi, con un peso molecolare di circa 4500 dalton. Viene prodotto nella ghiandola pituitaria e serve per stimolare la produzione di steroidi da parte della corteccia surrenalica. La secrezione dell'ACTH è controllata a livello ipotalamico dal fattore di rilascio della corticotropina (CRF) e dal cortisolo attraverso feedback negativo. Valori elevati si riscontrano nella malattia di Cushing, nella produzione ectopica di ACTH e nel morbo di Addison. Valori bassi si riscontrano nel tumore del surrene e nell'ipopituitarismo.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

ADENOVIRUS, ANTICORPI ANTI

Gli Adenovirus sono virus a DNA appartenenti alla famiglia delle Adenoviridae, genere Mastadenovirus. Gli oltre 40 sierotipi di Adenovirus conosciuti sono raggruppati in 6 categorie (dalla A alla F) a seconda del tipo di patologia provocata. Le infezioni del tratto respiratorio e quelle gastrointestinali sono prevalenti. Normalmente l'infezione da Adenovirus, ancorchè acuta, è auto-limitante; nei soggetti gravemente immunodepressi e nei neonati pu? tuttavia essere mortale. Il contatto con il virus causa la formazione di specifici anticorpi della classe G (IgG) il cui aumento è per? solo suggestivo di infezione da Adenovirus.

Tempi di Consegna

15-20 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

ADH

La vasopressina è un ormone prodotto e sintetizzato nell'ipotalamo e quindi trasportato lungo gli assoni nervosi fino all'ipofisi posteriore, dove si accumula per essere secreto nel sangue al momento opportuno. La vasopressina agisce a livello dei tubuli contorti distali del rene stimolando il riassorbimento dell'acqua. Una carenza di vasopressina, o l'incapacit? del nefrone a rispondere al suo stimolo, sono alla base del diabete insipido.

Tempi di Consegna

15-20 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

AFP

L'AFP è una glicoproteina a catena singola con un peso molecolare di circa 70.000 dalton. L'AFP e l'albumina condividono una significativa omologia di sequenza e alcune funzioni fisiologiche. Nel feto, la sintesi dell'AFP si verifica nel fegato, nel sacco vitellino e nel tratto gastroenterico e raggiunge un picco sierico in corrispondenza delle 13 settimane di gravidanza, diminuendo quindi gradualmente durante la gravidanza. Subito dopo la nascita, il livello di AFP nel neonato raggiunge il normale livello di un adulto. Negli adulti, le concentrazioni di AFP nel siero rimangono basse eccetto durante la gravidanza e in caso di patologie del fegato (epatite, cirrosi, carcinoma epatocellulare primario) e di alcuni tipi di tumori delle cellule germinative.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

AGA

La malattia celiaca (M.C.) è una enteropatia che colpisce soprattutto il tratto prossimale dell'intestino tenue provocando malassorbimento. Essa è causata da un'intolleranza al glutine, contenuta nel frumento ed in altri cereali. Gli anticorpi antigliadina (AGA) sono immunoglobuline di tipo IgA/IgG e si affiancano agli anticorpi antiendomisio (EMA) e antitransglutaminasi (TGA) nella diagnostica sierologica della M.C. Gli AGA sono rivolti contro la gliadina, una frazione solubile del glutine, sono abbastanza sensibili ma hanno minore specificit? degli EMA e dei TGA, risultando pi? utili nel monitoraggio della terapia di eliminazione del glutine.

Tempi di Consegna

5 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

ALBUMINA

Albuminemia (nel plasma); albuminuria, microalbuminuria (nelle urine) - L'albumina è la pi? abbondante proteina presente nel plasma; di piccole dimensioni, è sintetizzata dal fegato e, pertanto, nelle gravi insufficienze epatiche la concentrazione di albumina plasmatica diminuisce. Ovviamente, anche gravi carenze nutrizionali possono spiegare una diminuzione generalizzata delle proteine circolanti, tra cui l'albumina. Le funzioni dell'albumina sono tre: trasporto dei metaboliti di per s? insolubili nell'acqua (es. bilirubina, acidi grassi liberi, ormoni tiroidei), mantenimento della pressione oncotica ( fondamentale per il controllo degli scambi idrici fra capillari e liquido interstiziale), riserva di aminoacidi (pu? infatti penetrare nelle cellule ed essere demolita per permettere la sintesi di altre proteine). Il turnover dell'albumina è elevato tanto che il 50%,, delle molecole prodotte viene degradato entro 10 giorni. Una diminuzione di albumina plasmatica pu? essere causata da insufficiente sintesi epatica (cirrosi), da malnutrizione proteica (Kwashiorkor) o per eccessiva eliminazione con le urine per alterazioni del filtro glomerulare.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti. Per la raccolta delle urine temporizzata seguire le istruzioni fornite dal laboratorio.

ALBUMINEMIA

Albuminemia (nel plasma); albuminuria, microalbuminuria (nelle urine) - L'albumina è la pi? abbondante proteina presente nel plasma; di piccole dimensioni, è sintetizzata dal fegato e, pertanto, nelle gravi insufficienze epatiche la concentrazione di albumina plasmatica diminuisce. Ovviamente, anche gravi carenze nutrizionali possono spiegare una diminuzione generalizzata delle proteine circolanti, tra cui l'albumina. Le funzioni dell'albumina sono tre: trasporto dei metaboliti di per s? insolubili nell'acqua (es. bilirubina, acidi grassi liberi, ormoni tiroidei), mantenimento della pressione oncotica ( fondamentale per il controllo degli scambi idrici fra capillari e liquido interstiziale), riserva di aminoacidi (pu? infatti penetrare nelle cellule ed essere demolita per permettere la sintesi di altre proteine). Il turnover dell'albumina è elevato tanto che il 50%,, delle molecole prodotte viene degradato entro 10 giorni. Una diminuzione di albumina plasmatica pu? essere causata da insufficiente sintesi epatica (cirrosi), da malnutrizione proteica (Kwashiorkor) o per eccessiva eliminazione con le urine per alterazioni del filtro glomerulare.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti. Per la raccolta delle urine temporizzata seguire le istruzioni fornite dal laboratorio.

ALBUMINURIA

L'albumina è la pi? abbondante proteina presente nel plasma; di piccole dimensioni, è sintetizzata dal fegato e, pertanto, nelle gravi insufficienze epatiche la concentrazione di albumina plasmatica diminuisce. Ovviamente, anche gravi carenze nutrizionali possono spiegare una diminuzione generalizzata delle proteine circolanti, tra cui l'albumina. Le funzioni dell'albumina sono tre: trasporto dei metaboliti di per s? insolubili nell'acqua (es. bilirubina, acidi grassi liberi, ormoni tiroidei), mantenimento della pressione oncotica ( fondamentale per il controllo degli scambi idrici fra capillari e liquido interstiziale), riserva di aminoacidi (pu? infatti penetrare nelle cellule ed essere demolita per permettere la sintesi di altre proteine). Il turnover dell'albumina è elevato tanto che il 50%,, delle molecole prodotte viene degradato entro 10 giorni. Una diminuzione di albumina plasmatica pu? essere causata da insufficiente sintesi epatica (cirrosi), da malnutrizione proteica (Kwashiorkor) o per eccessiva eliminazione con le urine per alterazioni del filtro glomerulare.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti. Per la raccolta delle urine temporizzata seguire le istruzioni fornite dal laboratorio.

ALCOOL ETILICO

L' alcool etilico è normalmente presente in concentrazioni variabili nel sangue e nelle urine poich? viene regolarmente introdotto nella dieta (vino, birra, liquori). è impiegato nell'industria come solvente e in processi di sintesi chimica. La quota assorbita nel corso di esposizioni professionali si somma a quella endogena determinando un innalzamento rispetto ai valori normali. Nonostante la metabolizzazione che consegue al suo assorbimento, una quota dell'alcool resta immodificata e pu? essere rilevata nel sangue e nelle urine, rendendo possibile il monitoraggio biologico dell'esposizione

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

Non occorre il digiuno

ALDOSTERONE

L'aldosterone è un potente mineralcorticoide la cui sintesi e liberazione è controllata dal sistema renina-angiotensina. L'aldosterone regola il volume sanguigno promuovendo il riassorbimento del sodio nei tubuli distali del rene con escrezione di potassio e ritenzione del sodio. L'aumento cronico di produzione di aldosterone provoca ipertensione.

Tempi di Consegna

Da concordare secondo le Vostre esigenze.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Per un'ora precedente il prelievo il paziente deve camminare o rimanere in posizione eretta. Nei tre giorni precedenti il prelievo seguire una alimentazione a normale contenuto di sale. Non sospendere l'eventuale terapia antiipertensiva in corso, salvo indicazione del medico Non assumere caffè o thè nelle ore precedenti il prelievo.


NOTE

La quantit? di sale nella dieta ed alcuni farmaci, come alcuni antidolorifici non steroidei, diuretici, betabloccanti, steroidi, ACE inibitori e contraccettivi orali possono alterare il risultato.
Lo stress e l'esercizio fisico estremo possono aumentare temporaneamente i livelli di aldosterone.
Valori elevati si riscontrano nell'iperaldosteronismo primario e secondario
Valori bassi o normali si riscontrano nella sindrome di Cushing.
Valori bassi si riscontrano nell'insufficienza surrenalica.

ALFA- 1-FETOPROTEINA

L'AFP è una glicoproteina a catena singola con un peso molecolare di circa 70.000 dalton. L'AFP e l'albumina condividono una significativa omologia di sequenza e alcune funzioni fisiologiche. Nel feto, la sintesi dell'AFP si verifica nel fegato, nel sacco vitellino e nel tratto gastroenterico e raggiunge un picco sierico in corrispondenza delle 13 settimane di gravidanza, diminuendo quindi gradualmente durante la gravidanza. Subito dopo la nascita, il livello di AFP nel neonato raggiunge il normale livello di un adulto. Negli adulti, le concentrazioni di AFP nel siero rimangono basse eccetto durante la gravidanza e in caso di patologie del fegato (epatite, cirrosi, carcinoma epatocellulare primario) e di alcuni tipi di tumori delle cellule germinative.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

ALFA-1-GLICOPROTEINA ACIDA

L'alfa-1-glicoproteina acida è una mucoproteina prodotta nel fegato; aumenta nelle infiammazioni acute.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

ALFA-AMILASI

L'amilasi è un enzima che scinde (idrolizza) l'amido ingerito. L'amilasi salivare, prodotta dalle omonime ghiandole, esplica la sua azione durante la masticazione e la deglutizione (viene infatti inattivata dall'acidit? gastrica); l'amilasi pancreatica completa l'idrolisi dell'amido nel duodeno in presenza di ioni cloro. Viene eliminata con le urine. L'amilasi sierica ed urinaria aumenta principalmente in seguito a pancreatite acuta e ad affezioni delle ghiandole salivari (parotite, litiasi).

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

ACIDO VALPROICO

L'acido valproico (VPA) è un anticonvulsivante largamente utilizzato sia nella terapia delle diverse forme di epilessia generalizzata, tra cui ricordiamo le assenze, il grande male e le mioclonie, sia nelle epilessie parziali, in particolare quelle idiopatiche. Viene anche impiegato in alcuni disturbi dell'umore (mania, disturbo bipolare). Il VPA agisce attraverso molteplici meccanismi, non del tutto chiariti, ma questa sua complessit? è probabilmente alla base dell'ampio spettro d'azione. Rapidamente assorbito nel tratto intestinale, si lega quasi completamente alle proteine plasmatiche.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti. Nel controllo periodico della concentrazione ematica del farmaco, al fine di rendere confrontabili i valori ottenuti nel tempo, occorre sottoporsi al prelievo sempre alla stessa distanza di ore dall'assunzione del farmaco stesso.

ALT

Le transaminasi sono enzimi che catalizzano il trasferimento di un gruppo aminico da un aminoacido a un chetoacido; questa reazione, detta di deaminazione, consente di degradare il gruppo aminico degli aminoacidi in eccesso ad ammoniaca. In effetti, al contrario degli acidi grassi e degli zuccheri, gli aminoacidi in eccesso non possono essere accumulati nel nostro organismo ma devono essere trasformati in energia e la deaminazione è il primo passo di questo ?smontaggio? degli aminoacidi. Dal punto di vista clinico sono importanti due transaminasi: l'aspartato amino transferasi (AST) e la alanina amino transferasi (ALT). L'alanina amino-transferasi catalizza il trasferimento del gruppo aminico dall'alanina (un aminoacido) all'alfa-chetoglutarato (un chetoacido) ed è presente in vari tessuti ma la sua massima concentrazione è raggiunta nel fegato e, in misura minore, nel cuore e nel muscolo scheletrico. Nelle affezioni che causano una necrosi cellulare di questi tessuti, l'ALT viene liberata nel torrente circolatorio dove la sua concentrazione aumenta. Un aumento dell'ALT nel siero pu? essere pertanto riscontrato nelle seguenti condizioni: epatite acuta (infettiva, tossica), epatite cronica, ittero ostruttivo, metastasi epatiche, infarto miocardico, rabdomiolisi (cioè necrosi delle cellule muscolari scheletriche) traumatica o da farmaci, ipotiroidismo, infarto intestinale da occlusione. Quando le cellule danneggiate sono quelle epatiche, l'ALT sierica prevale sull'AST.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

AMA

Gli anticorpi anti-mitocondrio sono anticorpi diretti contro un antigene della membrana mitocondriale interna (subunit? E2, che comprende diversi enzimi tra cui il pi? importante è la piruvato-deidrogenasi). Gli AMA vengono riscontrati in oltre il 95% dei casi di cirrosi biliare primitiva di cui costituiscono il marker immunologico tipico.

Tempi di Consegna

5 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

AMH

L'Ormone Antimulleriano (AMH) funge da regolatore della folliculogenesi nell'ovaio femminile. Il dosaggio sierico dell'AMH è stato proposto come test di riserva ovarica: il suo decrescere a livelli minimali si correla ad un ridotto numero di follicoli ovarici, mentre un suo abnorme aumento si correla ad un eccesso di follicoli a stadio maturativo precocissimo, come nella Sindrome dell'Ovaio Policistico (PCOS). A differenza di altri test di riserva ovarica, come l'FHS e l'estradiolo, che devono essere dosati nei primissimi giorni del ciclo, l'AMH rimane costante durante tutte le fasi del ciclo mestruale, ed in gravidanza, potendosi pertanto misurare in qualunque momento.

Tempi di Consegna

Da concordare secondo le Vostre esigenze.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

AMILASI PANCREATICA

L'amilasi è un enzima che scinde (idrolizza) l'amido ingerito. L'amilasi salivare, prodotta dalle omonime ghiandole, esplica la sua azione durante la masticazione e la deglutizione (viene infatti inattivata dall'acidit? gastrica); l'amilasi pancreatica completa l'idrolisi dell'amido nel duodeno in presenza di ioni cloro. Viene eliminata con le urine. L'amilasi sierica ed urinaria aumenta principalmente in seguito a pancreatite acuta e ad affezioni delle ghiandole salivari (parotite, litiasi).

Tempi di Consegna

10 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

AMILASI TOTALE

L'amilasi è un enzima che scinde (idrolizza) l'amido ingerito. L'amilasi salivare, prodotta dalle omonime ghiandole, esplica la sua azione durante la masticazione e la deglutizione (viene infatti inattivata dall'acidit? gastrica); l'amilasi pancreatica completa l'idrolisi dell'amido nel duodeno in presenza di ioni cloro. Viene eliminata con le urine. L'amilasi sierica ed urinaria aumenta principalmente in seguito a pancreatite acuta e ad affezioni delle ghiandole salivari (parotite, litiasi).

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

AMILASIEMIA

L'amilasi è un enzima che scinde (idrolizza) l'amido ingerito. L'amilasi salivare, prodotta dalle omonime ghiandole, esplica la sua azione durante la masticazione e la deglutizione (viene infatti inattivata dall'acidit? gastrica); l'amilasi pancreatica completa l'idrolisi dell'amido nel duodeno in presenza di ioni cloro. Viene eliminata con le urine. L'amilasi sierica ed urinaria aumenta principalmente in seguito a pancreatite acuta e ad affezioni delle ghiandole salivari (parotite, litiasi).

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

AMILASURIA

L'amilasi è un enzima che scinde (idrolizza) l'amido ingerito. L'amilasi salivare, prodotta dalle omonime ghiandole, esplica la sua azione durante la masticazione e la deglutizione (viene infatti inattivata dall'acidit? gastrica); l'amilasi pancreatica completa l'idrolisi dell'amido nel duodeno in presenza di ioni cloro. Viene eliminata con le urine. L'amilasi sierica ed urinaria aumenta principalmente in seguito a pancreatite acuta e ad affezioni delle ghiandole salivari (parotite, litiasi).

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

AMMONIEMIA

L?ammonio è un prodotto azotato che deriva dalla deaminazione degli aminoacidi e dalle fermentazioni batteriche intestinali. E' un metabolita molto tossico per il Sistema Nervioso Centrale e deve essere rapidamente trasformato in urea dal fegato. Viene anche utilizzato dal rene come trasportatore di ioni idrogeno sotto forma di NH4+. La concentrazione fisiologica dell'ammonio è bassa (<40 micromol/l). Una dieta ricca di proteine tende ad aumentarne la concentrazione; una dieta scarsa o vegetariana tende a diminuirla. Aumenti dell'ammoniemia nel neonato possono essere dovuti a deficit enzimatici congeniti. Pi? comunemente l'iperammoniemia riconosce una causa secondaria ad insufficienza epatica severa, poich? il fegato è l'unico organo capace di eliminare l'ammonio (funzione detossicante).

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

AMMONIO

L?ammonio è un prodotto azotato che deriva dalla deaminazione degli aminoacidi e dalle fermentazioni batteriche intestinali. E' un metabolita molto tossico per il Sistema Nervioso Centrale e deve essere rapidamente trasformato in urea dal fegato. Viene anche utilizzato dal rene come trasportatore di ioni idrogeno sotto forma di NH4+. La concentrazione fisiologica dell'ammonio è bassa (<40 micromol/l). Una dieta ricca di proteine tende ad aumentarne la concentrazione; una dieta scarsa o vegetariana tende a diminuirla. Aumenti dell'ammoniemia nel neonato possono essere dovuti a deficit enzimatici congeniti. Pi? comunemente l'iperammoniemia riconosce una causa secondaria ad insufficienza epatica severa, poich? il fegato è l'unico organo capace di eliminare l'ammonio (funzione detossicante).

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

ANA

Le malattie autoimmuni sistemiche sono patologie legate ad una imperfetta regolazione dei meccanismi di controllo della tolleranza immunitaria e caratterizzate dalla produzione di anticorpi diretti contro tessuti che non sono pi? riconosciuti come propri. Gli ANA sono autoanticorpi diretti contro i costituenti del nucleo cellulare. La metodica di riferimento per la loro evidenziazione è l'immunofluorescenza indiretta che utilizza come substrato cellule HE p2 (Human epitelioma type 2 cells), cellule coltivate caratterizzate da un nucleo grosso e con molti nucleoli. Per il depistage delle malattie autoimmuni la ricerca degli ANA è la prima tappa da affiancare alla valutazione clinica. Accanto alla dimostrazione della presenza degli ANA è importante la loro titolazione (titoli elevati hanno maggiore significativit? clinica) e la descrizione del pattern, cioè l'aspetto morfologico che la fluorescenza assume sul vetrino. I principali pattern sono: omogeneo (diffusa, uniforme fluorescenza dell'intero nucleo in interfase, mentre in fase mitotica si osserva intensa fluorescenza dei cromosomi); membrana nucleare (fine, lineare fluorescenza della membrana nucleare); speckled (fluorescenza granulare del nucleo in interfase); nucleolare (fluorescenza intensa dei nucleoli); centromero (fluorescenza dei centromeri in mitosi).

Tempi di Consegna

5 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

ANCA

Gli anticorpi anticitoplasma dei polimorfonucleati (ANCA ? Antineutrophil Cytoplasmic Antibodies) sono markers utilizzati nella diagnostica delle vasculiti sistemiche e localizzate. Gli ANCA sono suddivisi in due sottoclassi: i c-Anca diretti contro la proteinasi 3 (anti-PR3) contenuta nei granuli azzurrofili dei neutrofili e che danno all'immunofluorescenza indiretta un pattern di tipo citoplasmatico (c) ed i P-Anca diretti contro la mieloperossidasi (anti-MPO) con fluorescenza perinucleare (p) . Il tipo c-Anca è pi? comune nella Granulomatosi di Wegener (G.W.), mentre il tipo p-Anca si riscontra prevalentemente nella poliangioite microscopica (P.A.M.) con glomerulonefrite sclerosante. Nella sindrome di Churg-Strauss gli Anca (sia c sia p) sono presenti nel 40-60% dei casi.

Tempi di Consegna

5 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

ANDROSTENEDIONE

L'Androstenedione (o Delta 4-androstenedione) è un ormone steroideo prodotto nelle ghiandole surrenali e nelle gonadi come intermedio della via biochimica della sintesi di testosterone, estrone e estradiolo. è il precursore comune degli ormoni sessuali maschili e femminili. L'androstenedione secreto nel plasma pu? essere convertito dai tessuti periferici in testosterone ed in estrogeni. L'Androstenedione ha una attivit? androgena relativamente debole, valutata intorno al 20% dell'attivit? del testosterone. Nelle donne in pre-menopausa le ghiandole surrenali e le ovaie sintetizzano circa la met? dell'androstenedione totale (circa 3 mg/giorno). In menopausa la sintesi di androstenedione è ulteriormente dimezzata, poich? vi è una riduzione della sintesi da parte delle ovaie. Pur tuttavia, l'androstenedione rimane il principale steroide prodotto dalle ovaie in post-menopausa.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

ANTI MPO

Gli anticorpi anticitoplasma dei polimorfonucleati (ANCA ? Antineutrophil Cytoplasmic Antibodies) sono markers utilizzati nella diagnostica delle vasculiti sistemiche e localizzate. Gli ANCA sono suddivisi in due sottoclassi: i c-Anca diretti contro la proteinasi 3 (anti-PR3) contenuta nei granuli azzurrofili dei neutrofili e che danno all'immunofluorescenza indiretta un pattern di tipo citoplasmatico (c) ed i P-Anca diretti contro la mieloperossidasi (anti-MPO) con fluorescenza perinucleare (p) . Il tipo c-Anca è pi? comune nella Granulomatosi di Wegener (G.W.), mentre il tipo p-Anca si riscontra prevalentemente nella poliangioite microscopica (P.A.M.) con glomerulonefrite sclerosante. Nella sindrome di Churg-Strauss gli Anca (sia c sia p) sono presenti nel 40-60%, dei casi.

Tempi di Consegna

5 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

ANTI-CCP

Gli anticorpi anticitrullina sono utilizzati nella diagnosi dell'artrite reumatoide (A.R.). Essi sono diretti contro i residui citrullinati della proteina Fillagrina (peptide citrullinato ciclico) e mostrano sicuramente una maggiore specificit? rispetto agli ormai obsoleti Reuma test e reazione di Waaler-Rose. Si riscontrano nel 60-80%, dei pazienti affetti da A.R. e nel 30%, di pazienti negativi per il fattore reumatoide. Inoltre hanno due importanti peculiarit?: sono presenti nelle fasi iniziali, subcliniche della malattia, risultando utili nella diagnosi precoce e hanno valore anche come marker prognostico nell'evoluzione della malattia.

Tempi di Consegna

5 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

ANTI-PR3; P-ANCA

Gli anticorpi anticitoplasma dei polimorfonucleati (ANCA ? Antineutrophil Cytoplasmic Antibodies) sono markers utilizzati nella diagnostica delle vasculiti sistemiche e localizzate. Gli ANCA sono suddivisi in due sottoclassi: i c-Anca diretti contro la proteinasi 3 (anti-PR3) contenuta nei granuli azzurrofili dei neutrofili e che danno all'immunofluorescenza indiretta un pattern di tipo citoplasmatico (c) ed i P-Anca diretti contro la mieloperossidasi (anti-MPO) con fluorescenza perinucleare (p) . Il tipo c-Anca è pi? comune nella Granulomatosi di Wegener (G.W.), mentre il tipo p-Anca si riscontra prevalentemente nella poliangioite microscopica (P.A.M.) con glomerulonefrite sclerosante. Nella sindrome di Churg-Strauss gli Anca (sia c sia p) sono presenti nel 40-60%, dei casi.

Tempi di Consegna

5 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

ANTI-TG

Gli anti-TG sono immunoglobuline circolanti dirette contro la tireoglobulina, il principale costituente della colloide contenuta entro i follicoli tiroidei e sono spesso presenti nelle malattie autoimmuni della tiroide (anche se con minor frequenza rispetto agli anticorpi anti-tireoperossidasi). Si rilevano nei soggetti affetti da tiroidite autoimmune linfocitaria e nel 40% dei pazienti con morbo di Basedow. Alcune volte possono essere presenti anche nelle tiroiditi subacute tipo De Quervain.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

ANTI-TPO

Gli anti-TPO sono anticorpi diretti contro l'enzima tireoperossidasi, principale antigene della frazione microsomiale che provvede al processo di iodazione ed al processo di accoppiamento dei residui tiroidei MIT (monoiodotirosina) e DIT (diiodotirosina) per ottenere gli ormoni attivi tiroxina (T4) e triiodotironina (T3). Gli anti-TPO sono tipicamente presenti nei pazienti con malattie autoimmuni della tiroide tra cui la maggioranza dei pazienti affetti da tiroidite cronica di Hashimoto (>80%,). Risulta pure presente in circa il 70%, dei pazienti affetti da morbo di Graves-Basedow. Il 14%, delle donne in gravidanza hanno un titolo positivo per gli anti-TPO.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

ANTI-TTGA

La malattia celiaca (M.C.) è una enteropatia che colpisce soprattutto il tratto prossimale dell'intestino tenue provocando malassorbimento. Essa è causata da un'intolleranza al glutine, contenuta nel frumento ed in altri cereali. Gli anticorpi antitransglutaminasi sono immunoglobuline di tipo IgA/IgG e rappresentano, assieme agli anticorpi antiendomisio, il marker sierologico pi? specifico nella diagnostica della M.C. Gli anticorpi antitransglutaminasi sono diretti contro una proteina tissutale (transglutaminasi) espressa dall'intestino tenue che interagisce con la gliadina, svolgendo un ruolo fondamentale nella patogenesi della malattia celiaca. Anche se la diagnosi certa della malattia celiaca è solo istologica, l'introduzione degli anticorpi antitransglutaminasi nella pratica clinica ha permesso la diagnosi di numerose forme di celiachia asintomatiche o paucisintomatiche.

Tempi di Consegna

5 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

ANTIBIOGRAMMA

L'Antibiogramma è un indagine che viene eseguita sui batteri isolati dai vari materiali patologici (urine, secreto faringeo, feci, espettorato ecc.) al fine di testare la sensibilit? o la resistenza di tali germi ai vari chemio-antibiotici.

Tempi di Consegna

3 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

0

ANTICOAGULANTE LUPICO

Gli anticorpi circolanti di tipo lupico (LAC) sono un gruppo di anticorpi che provocano un allungamento del tempo di coagulazione dipendente dai fosfolipidi. Il termine ?anticoagulante? si riferisce solo al test di laboratorio in vitro; in vivo invece la presenza del LAC comporta un aumento di fenomeni di tipo trombotico. La forma primitiva rientra nella cos? detta APS (antiphospholipid syndrome) caratterizzata da trombosi venose e/o arteriose ricorrenti, poliabortivit? e presenza di anticorpi anti-fosfolipidi. La forma secondaria si riscontra nelle connettiviti (in particolare LES), infezioni (lue, malattia di Lyme, micoplasmi, virus), emopatie, tumori.

Tempi di Consegna

5 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

ANTICORPI ANTI BORRELIA

Scoperta nel 1982, la spirocheta Borrelia burgdorferi è l'agente etiologico della borreliosi di Lyme, malattia trasmessa da diverse specie di zecche del genere Ixodes. La borreliosi di Lyme è un'affezione multi sistemica che pu? colpire diversi organi, come la pelle, il sistema nervoso, le articolazioni maggiori e il sistema cardiovascolare. Sebbene i batteri agenti della malattia di Lyme inducano una vigorosa risposta immunitaria, le spirochete sopravvivono e persistono nel sistema circolatorio dei soggetti infettati. La borreliosi di Lyme evolve generalmente in modo simile alla sifilide attraverso diversi stadi clinici: Stadio 1: lesione della pelle a livello del morso della zecca; in assenza di terapia l'infezione precoce con esantema localizzato pu? trasformasi in infezione disseminata. Stadio 2: affezioni neurologiche. Stadio 3: artrite che si pu? osservare anche anni dopo l'infezione.

Tempi di Consegna

Da concordare secondo le Vostre esigenze.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

ANTICORPI ANTI DNA NATIVO

Gli anticorpi anti-dsDna sono anticorpi diretti contro il Dna a doppia elica (double stranded), in particolare verso i determinanti antigenici localizzati lungo lo scheletro deossiriboso-fosfato del Dna. Questi anticorpi hanno una elevata specificit? per il LES (lupus eritematoso sistemico) e sembrano implicati nella patogenesi della malattia. Data la prevalenza intorno al 40-80% dei soggetti affetti, il test è stato compreso tra gli undici criteri diagnostici per il LES. Tra l'altro il riscontro di anti-dsDna in soggetti asintomatici è suggestivo di un LES sub-clinico. Anti-ds Dna possono riscontrarsi in altre malattie autoimmuni (Artrite Reumatoide, sindrome di Sjogren, connettivite mista, SAPL (sindrome primaria da anticorpi anti-fosfolipidi).

Tempi di Consegna

5 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

ANTICORPI ANTI DS-DNA

Gli anticorpi anti-dsDna sono anticorpi diretti contro il Dna a doppia elica (double stranded), in particolare verso i determinanti antigenici localizzati lungo lo scheletro deossiriboso-fosfato del Dna. Questi anticorpi hanno una elevata specificit? per il LES (lupus eritematoso sistemico) e sembrano implicati nella patogenesi della malattia. Data la prevalenza intorno al 40-80% dei soggetti affetti, il test è stato compreso tra gli undici criteri diagnostici per il LES. Tra l'altro il riscontro di anti-dsDna in soggetti asintomatici è suggestivo di un LES sub-clinico. Anti-ds Dna possono riscontrarsi in altre malattie autoimmuni (Artrite Reumatoide, sindrome di Sjogren, connettivite mista, SAPL (sindrome primaria da anticorpi anti-fosfolipidi).

Tempi di Consegna

5 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

ANTICORPI ANTI INSULINA

Nei pazienti diabetici trattati con insulina (esogena) si formano con facilit? anticorpi rivolti contro l'insulina stessa, rendendone impossibile il dosaggio; in questi casi, per valutare la funzionalit? residua delle cellule &#946;, si ricorre al dosaggio del peptide C.

Tempi di Consegna

10-15 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

ANTIGENE CARBOIDRATICO 125

Si tratta di una proteina che frequentemente, ma non sempre, viene prodotta in eccesso dalle cellule del carcinoma ovarico; per contro, il Ca125 pu? essere elevato in patologie benigne quali cisti ovariche, endometriosi, infiammazioni pelviche. Tuttavia, in considerazione dell'evoluzione subdola del carcinoma ovarico, il dosaggio del Ca125 viene prudenzialmente utilizzato quale esame di screening.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

ANTIGENE CARCINO EMBRIONARIO

Si tratta di una proteina che frequentemente, ma non sempre, viene prodotta in eccesso dalle cellule di molte neoplasie (colon, retto, polmone, mammella, fegato, pancreas, prostata, stomaco, ovaio); per contro, ma in misura minore, il CEA pu? essere elevato anche in malattie benigne quali epatiti, poliposi intestinale, colite ulcerosa polmoniti, enfisema. Nei fumatori, il CEA è generalmente pi? elevato rispetto ai non fumatori.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

ANTIGENE POLIPEPTIDICO TISSUTALE

L'antigene polipeptidico tissutale o TPA è un complesso circolante di frammenti polipeptidici delle citocheratine 8, 18 e 19. la concentrazione sierica di TPA è correlata alla proliferazione cellulare. Il TPA è un marker generale dei carcinomi, in grado di riflettere la crescita maligna in vari organi. I livelli serici sono elevati soprattutto nei tumori metastatici e disseminati.

Tempi di Consegna

5 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

ANTIGENE PROSTATICO SPECIFICO

Il PSA è una proteina appartenente alla famiglia delle callicreine e viene sintetizzata esclusivamente nella prostata; per questa sua elevata specificit? tissutale, il PSA viene utilizzato non solo nella sorveglianza per l'insorgenza di recidive ma anche nello screening del carcinoma prostatico. Purtroppo per?, nello screening, la specificit? diagnostica per il carcinoma prostatico è scarsa, dal momento che il PSA aumenta anche in condizioni benigne quali l'ipertrofia prostatica benigna e le prostatiti; d'altro canto, la sensibilit? diagnostica è sufficientemente elevata. Per migliorare la specificit? diagnostica del PSA, nei casi in cui questo limite viene superato, si misura anche il PSA libero. Nello screening del carcinoma della prostata, la valutazione dei risultati di PSA ottenuti non deve mai essere disgiunta dall'esame clinico urologico.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

ANTIGENI NUCLEARI ESTRAIBILI, ANTICORPI

Gli ENA (Extractable Nuclear Antigen) sono antigeni nucleari di natura proteica estratti dal nucleo cellulare. Nelle patologie su base autoimmunitaria vengono prodotti diversi tipi di anticorpi diretti contro queste proteine nucleari che non sono pi? riconosciute come proprie (perdita della tolleranza immunitaria). Gli anticorpi anti-Ena di pi? comune riscontro sono gli anti SM, SSA/Ro, SSB/La, RNP, SCL 70, Jo1. Le patologie autoimmuni cui sono associati comprendono: Lupus eritematoso sistemico (LES), Sclerodermia sistemica, dermatomiosite, sindrome di Sjogren (sindrome sicca), connettiviti miste.

Tempi di Consegna

5 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

ANTITROMBINA III

L'ATIII, sintetizzata dal fegato, è un inibitore naturale della coagulazione capace di bloccare la cascata enzimatica che porta alla trasformazione del fibrinogeno in fibrina, L'ATIII ha la propriet? di rendere farmacologicamente attiva l'eparina, per questo è anche denominata cofattore eparinico. La carenza di ATIII pu? indurre un aumento del rischio trombo embolico. Il deficit di ATIII pu? essere congenito (trasmissione autosomica dominante) e acquisito (sindrome nefrosica, terapia estro-progestinica, coagulazione intravascolare disseminata, gravidanza, periodo post-operatorio, insufficienza epatica).

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

APCA

La gastrite cronica è correlata, in un discreto numero di casi, ad una eziologia autoimmune dimostrata dalla presenza di anticorpi diretti contro le cellule parietali della mucosa gastrica. Si tratta di "autoanticorpi" che risultano presenti anche nell'85-90%, di casi di anemia perniciosa (acloridia con atrofia della mucosa gastrica). Anche diverse altre patologie a genesi autoimmune hanno evidenziato la presenza di questi anticorpi (tiroiditi autoimmuni, diabete mellito, Addison, LES). Anticorpi anti-cellule parietali possono essere presenti anche in soggetti normali.

Tempi di Consegna

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

Preparazione

5 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

APCR

La proteina C è una proteina che possiede attivit? anticoagulante ed assieme alla proteina S e antitrombina III, ha il compito di contrastare l'eccessiva funzione dell'attivit? coagulativa mantenendo fluido il sangue. In alcuni pazienti è presente una variazione geneticamente determinata dal fattore V della coagulazione (fattore V di Leiden) che ostacola l'attivit? anticoagulante della proteina C; questo fenomeno è evidenziato dal test della Resistenza alla Proteina C Attivata (aPCR). L'aPCR è associata ad un aumentato rischio trombo embolico.

Tempi di Consegna

12 giorni,&nbsp; escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

APO A-1

L'apolipoproteina A1 è il principale componente strutturale proteico delle HDL (High Density Lipoprotein); la funzione dell' Apo A1 non è solo quella di consentire il trasporto sanguigno del colesterolo esterificato (e in misura molto minore dei trigliceridi) ma anche quella di riconoscere i recettori specifici per le HDL di cui sono dotate le membrane di alcune cellule. Un aumento della Apo A1 nel siero pu? essere osservato nella iper-alfa-lipoproteinemia familiare e nel dimagrimento. Una diminuzione della Apo A1 nel siero pu? essere osservata nelle seguenti condizioni: ipo-alfa-lipoproteinemie familiari, iperrtrigliceridemia, diabete scompensato, disordini epatocellulari, colestasi, sindrome nefrotica, insufficienza renale cronica. Il rapporto tra Apo A1 e Apo B (la principale apolipoproteina delle LDL) pu? essere un indice indiretto del rapporto tra HDL ed LDL e quindi tra colesterolo HDL e colesterolo LDL.

Tempi di Consegna

Da concordare secondo le Vostre esigenze.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di 12 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti. Si raccomanda, nei giorni che precedono il prelievo di mantenere una dieta quanto pi? possibile abituale.

APO B

L'apolipoproteina B 100 (Apo B) è il principale componente strutturale proteico delle LDL (Low Density Lipoprotein); la funzione dell'Apo B non è solo quella di consentire il trasporto sanguigno del colesterolo esterificato (e in misura molto minore dei trigliceridi) ma anche quella di riconoscere i recettori specifici per le LDL di cui sono dotate le membrane di alcune cellule. Un aumento della Apo B nel siero pu? essere osservato nelle seguenti condizioni: iperlipoproteinemie familiari, diabete, ipotiroidismo, sindrome nefrosica, insufficienza renale, epatopatie, colestasi, sindrome di Cushing, porfiria, gravidanza. Una diminuzione della Apo B nel siero pu? essere osservata nelle seguenti condizioni: ipertiroidismo, denutrizione, malassorbimento intestinale, anemie croniche, gravi disfunzioni epatocellulari, mieloma, pneumopatie croniche. Il rapporto tra Apo A1 (la principale apolipoproteina delle HDL) e Apo B pu? essere un indice indiretto del rapporto tra HDL ed LDL e quindi tra colesterolo HDL e colesterolo LDL.

Tempi di Consegna

Da concordare secondo le Vostre esigenze.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di 12 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti. Si raccomanda, nei giorni che precedono il prelievo di mantenere una dieta quanto pi? possibile abituale.

APOLIPOPROTEINA A-1

L'apolipoproteina A1 è il principale componente strutturale proteico delle HDL (High Density Lipoprotein); la funzione dell' Apo A1 non è solo quella di consentire il trasporto sanguigno del colesterolo esterificato (e in misura molto minore dei trigliceridi) ma anche quella di riconoscere i recettori specifici per le HDL di cui sono dotate le membrane di alcune cellule. Un aumento della Apo A1 nel siero pu? essere osservato nella iper-alfa-lipoproteinemia familiare e nel dimagrimento. Una diminuzione della Apo A1 nel siero pu? essere osservata nelle seguenti condizioni: ipo-alfa-lipoproteinemie familiari, iperrtrigliceridemia, diabete scompensato, disordini epatocellulari, colestasi, sindrome nefrotica, insufficienza renale cronica. Il rapporto tra Apo A1 e Apo B (la principale apolipoproteina delle LDL) pu? essere un indice indiretto del rapporto tra HDL ed LDL e quindi tra colesterolo HDL e colesterolo LDL.

Tempi di Consegna

Da concordare secondo le Vostre esigenze.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di 12 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti. Si raccomanda, nei giorni che precedono il prelievo di mantenere una dieta quanto pi? possibile abituale.

APOLIPOPROTEINA B

L'apolipoproteina B 100 (Apo B) è il principale componente strutturale proteico delle LDL (Low Density Lipoprotein); la funzione dell'Apo B non è solo quella di consentire il trasporto sanguigno del colesterolo esterificato (e in misura molto minore dei trigliceridi) ma anche quella di riconoscere i recettori specifici per le LDL di cui sono dotate le membrane di alcune cellule. Un aumento della Apo B nel siero pu? essere osservato nelle seguenti condizioni: iperlipoproteinemie familiari, diabete, ipotiroidismo, sindrome nefrosica, insufficienza renale, epatopatie, colestasi, sindrome di Cushing, porfiria, gravidanza. Una diminuzione della Apo B nel siero pu? essere osservata nelle seguenti condizioni: ipertiroidismo, denutrizione, malassorbimento intestinale, anemie croniche, gravi disfunzioni epatocellulari, mieloma, pneumopatie croniche. Il rapporto tra Apo A1 (la principale apolipoproteina delle HDL) e Apo B pu? essere un indice indiretto del rapporto tra HDL ed LDL e quindi tra colesterolo HDL e colesterolo LDL.

Tempi di Consegna

Da concordare secondo le Vostre esigenze.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di 12 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti. Si raccomanda, nei giorni che precedono il prelievo di mantenere una dieta quanto pi? possibile abituale.

APTOGLOBINA

L'aptoglobina è una proteina sintetizzata dal fegato il cui compito è quello di catturare l'emoglobina eventualmente rilasciata in seguito ad una emolisi intravascolare e di riportarla al fegato, per impedire che possa danneggiare i reni. L'aptoglobina diminuisce nell'emolisi intravascolare e nelle insufficienze epatiche

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

ASMA

Gli anticorpi anti-muscolo liscio sono anticorpi diretti contro i filamenti del muscolo liscio (actina, miosina, tubulina). Questi anticorpi, in particolare quelli anti-actina, se presentano ad alto titolo, sono specifici per l'epatite autoimmune di tipo 1 (70%,). Altre patologie dove possono essere presenti sono la cirrosi biliare primitiva, cirrosi alcolica, epatite virale, altre patologie autoimmuni.

Tempi di Consegna

4 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

ASPARTATO AMINOTRANSFERASI

Le transaminasi sono enzimi che catalizzano il trasferimento di un gruppo aminico da un aminoacido a un chetoacido; questa reazione, detta di deaminazione, consente di degradare il gruppo aminico degli aminoacidi in eccesso ad ammoniaca. In effetti, al contrario degli acidi grassi e degli zuccheri, gli aminoacidi in eccesso non possono essere accumulati nel nostro organismo ma devono essere trasformati in energia e la deaminazione è il primo passo di questo ?smontaggio? degli aminoacidi. Dal punto di vista clinico sono importanti due transaminasi: l'aspartato amino transferasi (AST) e la alanina amino transferasi (ALT). L'aspartato amino-transferasi catalizza il trasferimento del gruppo aminico dall'aspartato (un aminoacido) all'?-chetoglutarato (un chetoacido) ed è presente in vari tessuti ma la sua massima concentrazione è raggiunta nel fegato, nel cuore e nel muscolo scheletrico. Nelle affezioni che causano una necrosi cellulare di questi tessuti, l'AST viene liberata nel torrente circolatorio dove la sua concentrazione aumenta. Un aumento dell'AST nel siero pu? essere pertanto riscontrato nelle seguenti condizioni: epatite acuta (infettiva, tossica), epatite cronica, ittero ostruttivo, metastasi epatiche, infarto miocardico, rabdomiolisi (cioè necrosi delle cellule muscolari scheletriche) traumatica o da farmaci, ipotiroidismo, infarto intestinale da occlusione. Quando le cellule danneggiate sono quelle cardiache o muscolo-scheletriche, l'AST sierica prevale sull'ALT.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

AST

Le transaminasi sono enzimi che catalizzano il trasferimento di un gruppo aminico da un aminoacido a un chetoacido; questa reazione, detta di deaminazione, consente di degradare il gruppo aminico degli aminoacidi in eccesso ad ammoniaca. In effetti, al contrario degli acidi grassi e degli zuccheri, gli aminoacidi in eccesso non possono essere accumulati nel nostro organismo ma devono essere trasformati in energia e la deaminazione è il primo passo di questo ?smontaggio? degli aminoacidi. Dal punto di vista clinico sono importanti due transaminasi: l'aspartato amino transferasi (AST) e la alanina amino transferasi (ALT). L'aspartato amino-transferasi catalizza il trasferimento del gruppo aminico dall'aspartato (un aminoacido) all'?-chetoglutarato (un chetoacido) ed è presente in vari tessuti ma la sua massima concentrazione è raggiunta nel fegato, nel cuore e nel muscolo scheletrico. Nelle affezioni che causano una necrosi cellulare di questi tessuti, l'AST viene liberata nel torrente circolatorio dove la sua concentrazione aumenta. Un aumento dell'AST nel siero pu? essere pertanto riscontrato nelle seguenti condizioni: epatite acuta (infettiva, tossica), epatite cronica, ittero ostruttivo, metastasi epatiche, infarto miocardico, rabdomiolisi (cioè necrosi delle cellule muscolari scheletriche) traumatica o da farmaci, ipotiroidismo, infarto intestinale da occlusione. Quando le cellule danneggiate sono quelle cardiache o muscolo-scheletriche, l'AST sierica prevale sull'ALT.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

ATIII

L'ATIII, sintetizzata dal fegato, è un inibitore naturale della coagulazione capace di bloccare la cascata enzimatica che porta alla trasformazione del fibrinogeno in fibrina, L'ATIII ha la propriet? di rendere farmacologicamente attiva l'eparina, per questo è anche denominata cofattore eparinico. La carenza di ATIII pu? indurre un aumento del rischio trombo embolico. Il deficit di ATIII pu? essere congenito (trasmissione autosomica dominante) e acquisito (sindrome nefrosica, terapia estro-progestinica, coagulazione intravascolare disseminata, gravidanza, periodo post-operatorio, insufficienza epatica).

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

AcPh

Fosfatasi Acida Totale - Di scarso significato clinico, questo enzima intracellulare è presente nella prostata ma anche nei globuli rossi, nelle piastrine, nel fegato, nella milza e nei muscoli. Un tempo veniva utilizzato per la diagnostica del carcinoma della prostata.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

B2-M

Il significato clinico della beta-2-microglobulina, prodotta da tutti i tipi di cellule, non è stato ancora del tutto chiarito. La concentrazione sierica di questa proteina aumenta generalmente in tutte le condizioni di aumentato turnover cellulare, quali infiammazioni di tutti i tipi, disordini autoimmunitari, leucemie, linfomi e malattie virali. è considerato un fattore prognostico indipendente per i pazienti affetti da AIDS.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti. Si richiede la raccolta di urine.Il paziente, appena alzato, deve svuotare la vescica e gettare le urine, quindi, bere 300 ml (millilitri) di acqua (un paio di bicchieri circa) e, dopo 1 ora, raccogliere le urine emesse in una provetta dedicata.

BENCE JONES, PROTEINURIA

La proteina di Bence Jones identifica la presenza di proteina monoclonale nelle urine costituita dalle sole catene leggere delle immunoglobuline, k o &#955;. Quando il mieloma non produce immunoglobuline intere ma soltanto catene leggere rilevabili nelle urine si parla di mieloma multiplo di Bence Jones.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno della consegna del campione, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

Condizioni preliminari
Nelle donne in et? fertile si consiglia di non effettuare l' esame durante il periodo mestruale.
Materiale per la raccolta
Acquistare in farmacia un contenitore per la raccolta delle urine delle 24 ore (a bocca larga con tappo a vite e della capacit? di almeno 2,5 litri).
Modalit? di raccolta
1) Prima dell'inizio della raccolta bere circa 500 mL di acqua; durante la raccolta bere con regolarit?;
2) Ad una certa ora del mattino (ad esempio alle 8 precise) urinare nel water per svuotare la vescica (queste prime urine non vanno raccolte);
3) Da questo momento in poi raccogliere nel contenitore tutte le urine emesse nel corso della giornata e della notte;
4) alle ore 8 precise del mattino successivo urinare ancora raccogliendo queste urine (in tal modo le urine raccolte corrisponderanno esattamente a quelle prodotte in 24 ore).
Modalit? di conservazione
Durante la raccolta tenere il contenitore ben chiuso in frigo tra 4?-8?C in modo da limitare la crescita batterica e l'azione diretta della luce. Alla fine della raccolta apporre su di esso le proprie generalit? e consegnarlo al laboratorio ben chiuso e pulito esternamente.

BENCE JONES, PROTEINURIA

La proteina di Bence Jones identifica la presenza di proteina monoclonale nelle urine costituita dalle sole catene leggere delle immunoglobuline, k o &#955;. Quando il mieloma non produce immunoglobuline intere ma soltanto catene leggere rilevabili nelle urine si parla di mieloma multiplo di Bence Jones.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno della consegna del campione, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

Condizioni preliminari
Nelle donne in et? fertile si consiglia di non effettuare l' esame durante il periodo mestruale.
Materiale per la raccolta
Acquistare in farmacia un contenitore per la raccolta delle urine delle 24 ore (a bocca larga con tappo a vite e della capacit? di almeno 2,5 litri).
Modalit? di raccolta
1) Prima dell'inizio della raccolta bere circa 500 mL di acqua; durante la raccolta bere con regolarit?;
2) Ad una certa ora del mattino (ad esempio alle 8 precise) urinare nel water per svuotare la vescica (queste prime urine non vanno raccolte);
3) Da questo momento in poi raccogliere nel contenitore tutte le urine emesse nel corso della giornata e della notte;
4) alle ore 8 precise del mattino successivo urinare ancora raccogliendo queste urine (in tal modo le urine raccolte corrisponderanno esattamente a quelle prodotte in 24 ore).
Modalit? di conservazione
Durante la raccolta tenere il contenitore ben chiuso in frigo tra 4?-8?C in modo da limitare la crescita batterica e l'azione diretta della luce. Alla fine della raccolta apporre su di esso le proprie generalit? e consegnarlo al laboratorio ben chiuso e pulito esternamente.

BETA-2-GLICOPROTEINA I, ANTICORPI ANTI

Gli anticorpi anti-glicoproteina I IgG-IgM appartengono alla classe degli anticorpi antifosfolipidi rilevati nella sindrome da antifosfolipidi (APS), caratterizzata da trombosi venose e/o arteriose ricorrenti, poliabortivit? e presenza nel siero di anticorpi antifosfolipidi. La glicoproteina I è un cofattore proteico che si lega ai fosfolipidi di membrana e pare essere il principale determinante antigenico per gli anticorpi antifosfolipidi. Gli anticorpi anti-glicoproteina I hanno quindi una maggiore specificit? rispetto ad altri anticorpi nella diagnostica dell'APS.

Tempi di Consegna

5 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

BETA-2-MICROGLOBULINA

Il significato clinico della beta-2-microglobulina, prodotta da tutti i tipi di cellule, non è stato ancora del tutto chiarito. La concentrazione sierica di questa proteina aumenta generalmente in tutte le condizioni di aumentato turnover cellulare, quali infiammazioni di tutti i tipi, disordini autoimmunitari, leucemie, linfomi e malattie virali. è considerato un fattore prognostico indipendente per i pazienti affetti da AIDS.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti. Si richiede la raccolta di urine.Il paziente, appena alzato, deve svuotare la vescica e gettare le urine, quindi, bere 300 ml (millilitri) di acqua (un paio di bicchieri circa) e, dopo 1 ora, raccogliere le urine emesse in una provetta dedicata.

BILIRUBINA , INDIRETTA, DIRETTA E TOTAL

La bilirubina è un prodotto della degradazione dell'emoglobina che consegue alla distruzione dei globuli rossi da parte della milza. La bilirubina, di per se insolubile (è detta bilirubina indiretta) nell'ambiente acquoso che costituisce il sangue, deve, per essere trasportata al fegato, legarsi all'albumina. Una volta captata dal fegato, la bilirubina viene coniugata con due molecole di acido glucuronico diventando cos? solubile e rendendo quindi possibile la sua escrezione nella bile. Nell'intestino, la bilirubina coniugata (o bilirubina diretta) viene trasformata dai batteri in bilinogeno che concorre alla colorazione delle feci. Una parte del bilinogeno è tuttavia riassorbita in circolo e viene captata dal fegato per essere riescreta con la bile (circolo enteroepatico del bilinogeno) oppure viene escreta con le urine come urobilinogeno (vedi urine, esame chimico-fisico). Un aumento della bilirubina indiretta nel siero pu? essere causato da un eccesso di produzione (malattie emolitiche) o da un difetto di captazione epatica (ittero fisiologico neonatale, sidrome di Gilbert tipo I, danno epatocellulare intraepatico o extraepatico) o ancora, pi? raramente, da un difetto di coniugazione della bilirubina con l'acido glucuronico (es.ittero di Crigler-Najar tipo I e II). Un aumento della bilirubina diretta nel siero pu? essere dovuto, raramente, a difetto di escrezione nelle vie biliari (ittero di Dubin-Johnson, ittero di Rotor) o, pi? frequentemente, a stasi biliare di origine intraepatica (epatiti, cirrosi) o extraepatica (ostruzione delle vie biliari da calcolosi, compressione delle vie biliari da carcinoma pancreatico).

Tempi di Consegna

3 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

BORDETELLA PERTUSSIS, ANTICORPI ANTI

La Bordetella pertussis fa parte del genere Bordetella ed è un piccolo coccobacillo gram-negativo. La Bordetella pertussis è l'agente patogeno della pertosse, una malattia infettiva diffusa in tutto il mondo e trasmissibile da persona a persona per contagio aerogeno mediante l'inalazione di goccioline emesse dal malato con i colpi di tosse; la pertosse colpisce in primo luogo i bambini di et? compresa tra 0 e 4 anni e provoca un elevato grado di mortalit? nei lattanti (il 60%, dei casi di decesso si verifica nel primo anno di vita). La colonizzazione del tratto respiratorio e lo stabilizzarsi dell'infezione vengono agevolati dall'azione combinata di diversi fattori di virulenza. Un importante fattore di virulenza è costituito dalla tossina della pertosse (PT) sintetizzata e secreta esclusivamente dalla Bordetella pertussis. La Commissione vaccini permanente dell?Istituto Roberto Koch di Berlino (STIKO) raccomanda dal 1991 la vaccinazione combinata contro difterite, tetano e pertosse per tutti i bambini fino al sesto anno di et?. A vaccinazione avvenuta, in almeno il 90%, dei casi avviene una siero-conversione con la comparsa di anticorpi specifici di classe G (IgG).

Tempi di Consegna

5 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

BORRELIA BURGDORFERI. ANTICORPI ANTI

Scoperta nel 1982, la spirocheta Borrelia burgdorferi è l'agente etiologico della borreliosi di Lyme, malattia trasmessa da diverse specie di zecche del genere Ixodes. La borreliosi di Lyme è un'affezione multi sistemica che pu? colpire diversi organi, come la pelle, il sistema nervoso, le articolazioni maggiori e il sistema cardiovascolare. Sebbene i batteri agenti della malattia di Lyme inducano una vigorosa risposta immunitaria, le spirochete sopravvivono e persistono nel sistema circolatorio dei soggetti infettati. La borreliosi di Lyme evolve generalmente in modo simile alla sifilide attraverso diversi stadi clinici: Stadio 1: lesione della pelle a livello del morso della zecca; in assenza di terapia l'infezione precoce con esantema localizzato pu? trasformasi in infezione disseminata. Stadio 2: affezioni neurologiche. Stadio 3: artrite che si pu? osservare anche anni dopo l'infezione.

Tempi di Consegna

7 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

Beta-HCG

La gonadotropina corionica è prodotta dalla placenta, con la funzione di prolungare la vita del corpo luteo nei primi tempi della gravidanza; è gi? dimostrabile nel siero dopo 8-10 giorni dalla fecondazione e poco dopo anche nelle urine. Nel siero della gravida, la quantit? di HCG aumenta in modo esponenziale, raddoppiando ogni 2 giorni. Aumenti di HCG si possono riscontrare nei tumori delle cellule germinali del testicolo e in alcune neoplasie non trofoblastiche (ovaio, cervice, tratto gastro-intestinale, polmone).

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

C-ANCA

Gli anticorpi anticitoplasma dei polimorfonucleati (ANCA ? Antineutrophil Cytoplasmic Antibodies) sono markers utilizzati nella diagnostica delle vasculiti sistemiche e localizzate. Gli ANCA sono suddivisi in due sottoclassi: i c-Anca diretti contro la proteinasi 3 (anti-PR3) contenuta nei granuli azzurrofili dei neutrofili e che danno all'immunofluorescenza indiretta un pattern di tipo citoplasmatico (c) ed i P-Anca diretti contro la mieloperossidasi (anti-MPO) con fluorescenza perinucleare (p) . Il tipo c-Anca è pi? comune nella Granulomatosi di Wegener (G.W.), mentre il tipo p-Anca si riscontra prevalentemente nella poliangioite microscopica (P.A.M.) con glomerulonefrite sclerosante. Nella sindrome di Churg-Strauss gli Anca (sia c sia p) sono presenti nel 40-60%, dei casi.

Tempi di Consegna

5 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

C1-INIBITORE

Il C1-inibitore appartiene alla famiglia delle serpine ed inibisce la serina proteasi del sistema del complemento e della coagulazione. Un deficit di origine genetica di C1-inibitore provoca un angioedema. Un deficit acquisito si riscontra nelle malattie del tessuto connettivo linfoproliferativo e nelle malattie autoimmuni.

Tempi di Consegna

3 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

C3

Il componente C3 è al centro della cosiddetta cascata del complemento, una serie di reazioni enzimatiche a catena che si attiva in difesa dell'organismo in condizioni infiammatorie e che porta ad una serie di effetti biologici tra i quali il pi? importante è la lisi cellulare. C3 è il componente pi? abbondante e viene sintetizzato principalmente dal fegato. C3 aumenta nelle reazioni di fase acuta, nella malattia reumatica, nell'epatite virale, nell'infarto miocardico, nei tumori maligni, nel diabete, nelle tiroiditi, nelle malattie infiammatorie gastrointestinali e in una serie di malattie infettive. C3 pu? diminuire in una serie di malattie infiammatorie ed infettive (artrite reumatoide, SLE, endocardite batterica subacuta). La deficienza congenita di C3 è associata a infezioni batteriche ricorrenti.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di 12 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

C4

Il componente C4 partecipa alla via classica di attivazione della cosiddetta cascata del complemento, una serie di reazioni enzimatiche a catena che si attiva in difesa dell'organismo in condizioni infiammatorie e che porta ad una serie di effetti biologici tra i quali il pi? importante è la lisi cellulare. C4 viene sintetizzato principalmente dal fegato. C4 aumenta nelle reazioni di fase acuta ed in alcuni tumori maligni, mentre diminuisce nelle malattie da immunocomplessi circolanti, nell'angioedema e nelle glomerulo nefriti.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

CA 125

Si tratta di una proteina che frequentemente, ma non sempre, viene prodotta in eccesso dalle cellule del carcinoma ovarico; per contro, il Ca125 pu? essere elevato in patologie benigne quali cisti ovariche, endometriosi, infiammazioni pelviche. Tuttavia, in considerazione dell'evoluzione subdola del carcinoma ovarico, il dosaggio del Ca125 viene prudenzialmente utilizzato quale esame di screening; in caso di positivit? allo screening, il dosaggio di HE4 è un utile complemento di indagine.


Vedi HE 4

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

CA 15.3

Si tratta di una proteina che frequentemente, ma non sempre, viene prodotta in eccesso dalle cellule del carcinoma della mammella.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

CA 19.9

Il CA 19-9 (o Gastrointestinal Cancer Antigen ) è un Antigene glicoproteico non rilevabile nel siero di soggetti sani. E? attualmente impiegato nella diagnosi differenziale delle malattie pancreatiche e come Marker di Carcinoma pancreatico (anche in fase precoce) e gastrointestinale; valori aumentati sono stati finora riscontrati anche in occasione di altri tumori epiteliali, polmonari e mammari, ma con scarsa sensibilit?. Il GICA si è inoltre dimostrato utile nel monitoraggio di pazienti portatori di carcinomi rettocolici e nell? individuazione delle recidive.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

CALCEMIA

La quasi totalit? del calcio è depositata nelle ossa; solo l' 1%, del calcio è presente nel sangue in tre forme: ionizzato, legato a sali (citrato, bicarbonato etc) e legato a proteine. La ione calcio ha il compito di regolare l'attivit? e l'eccitabilit? neuromuscolare, la permeabilit? cellulare e vascolare, la cascata coagulativa e l'attivit? di molti enzimi; per questo suo ruolo fondamentale, l'organismo tende a mantenere costante la concentrazione del calcio (omeostasi del calcio). Assorbito nell'intestino tenue grazie alla forma attiva della vitamina D (1-25), il calcio è eliminato con le feci e con le urine essendo prima filtrato dai glomeruli e poi quasi interamente riassorbito a livello tubulare sotto l'influenza del paratormone (aumento del riassorbimento). Un aumento del calcio plasmatico è causato principalmente iperparatiroidismo. Una diminuzione del calcio plasmatico pu? essere causata da ipoparatiroidismo, ridotto assorbimento intestinale, aumentata escrezione urinaria. Un aumento dell'escrezione urinaria di calcio pu? essere causato da un aumento dell'assorbimento intestinale, da un aumento del turnover osseo, ridotto riassorbimento renale. Una diminuzione dell'escrezione urinaria di calcio è causata principalmente da un apporto insufficiente.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

CALCIO

La quasi totalit? del calcio è depositata nelle ossa; solo l' 1%, del calcio è presente nel sangue in tre forme: ionizzato, legato a sali (citrato, bicarbonato etc) e legato a proteine. La ione calcio ha il compito di regolare l'attivit? e l'eccitabilit? neuromuscolare, la permeabilit? cellulare e vascolare, la cascata coagulativa e l'attivit? di molti enzimi; per questo suo ruolo fondamentale, l'organismo tende a mantenere costante la concentrazione del calcio (omeostasi del calcio). Assorbito nell'intestino tenue grazie alla forma attiva della vitamina D (1-25), il calcio è eliminato con le feci e con le urine essendo prima filtrato dai glomeruli e poi quasi interamente riassorbito a livello tubulare sotto l'influenza del paratormone (aumento del riassorbimento). Un aumento del calcio plasmatico è causato principalmente iperparatiroidismo. Una diminuzione del calcio plasmatico pu? essere causata da ipoparatiroidismo, ridotto assorbimento intestinale, aumentata escrezione urinaria. Un aumento dell'escrezione urinaria di calcio pu? essere causato da un aumento dell'assorbimento intestinale, da un aumento del turnover osseo, ridotto riassorbimento renale. Una diminuzione dell'escrezione urinaria di calcio è causata principalmente da un apporto insufficiente.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

CALCIO TOTALE

La quasi totalit? del calcio è depositata nelle ossa; solo l' 1%, del calcio è presente nel sangue in tre forme: ionizzato, legato a sali (citrato, bicarbonato etc) e legato a proteine. La ione calcio ha il compito di regolare l'attivit? e l'eccitabilit? neuromuscolare, la permeabilit? cellulare e vascolare, la cascata coagulativa e l'attivit? di molti enzimi; per questo suo ruolo fondamentale, l'organismo tende a mantenere costante la concentrazione del calcio (omeostasi del calcio). Assorbito nell'intestino tenue grazie alla forma attiva della vitamina D (1-25), il calcio è eliminato con le feci e con le urine essendo prima filtrato dai glomeruli e poi quasi interamente riassorbito a livello tubulare sotto l'influenza del paratormone (aumento del riassorbimento). Un aumento del calcio plasmatico è causato principalmente iperparatiroidismo. Una diminuzione del calcio plasmatico pu? essere causata da ipoparatiroidismo, ridotto assorbimento intestinale, aumentata escrezione urinaria. Un aumento dell'escrezione urinaria di calcio pu? essere causato da un aumento dell'assorbimento intestinale, da un aumento del turnover osseo, ridotto riassorbimento renale. Una diminuzione dell'escrezione urinaria di calcio è causata principalmente da un apporto insufficiente.

Tempi di Consegna

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

Preparazione

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

CALCITONINA

La calcitonina (CT), ormone peptidico composto da 32 aminoacidi, è sintetizzato dalle cellule parafollicolari C della tiroide. La secrezione della calcitonina è stimolata dall'aumento della calcio ematico ed è metabolizzata da reni e fegato. L'effetto biologico principale della calcitonina è ridurre la calcemia attraverso l'inibizione del riassorbimento osseo osteoclastico e pertanto viene impiegata nel trattamento dell'osteoporosi. In caso di carcinoma midollare della tiroide (tumore delle cellule C della tiroide che producono calcitonina) la calcitonina sierica è caratteristicamente aumentata e viene utilizzata pertanto nella diagnosi di tale condizione.

Tempi di Consegna

5 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

CALCIURIA

La quasi totalit? del calcio è depositata nelle ossa; solo l' 1%, del calcio è presente nel sangue in tre forme: ionizzato, legato a sali (citrato, bicarbonato etc) e legato a proteine. La ione calcio ha il compito di regolare l'attivit? e l'eccitabilit? neuromuscolare, la permeabilit? cellulare e vascolare, la cascata coagulativa e l'attivit? di molti enzimi; per questo suo ruolo fondamentale, l'organismo tende a mantenere costante la concentrazione del calcio (omeostasi del calcio). Assorbito nell'intestino tenue grazie alla forma attiva della vitamina D (1-25), il calcio è eliminato con le feci e con le urine essendo prima filtrato dai glomeruli e poi quasi interamente riassorbito a livello tubulare sotto l'influenza del paratormone (aumento del riassorbimento). Un aumento del calcio plasmatico è causato principalmente iperparatiroidismo. Una diminuzione del calcio plasmatico pu? essere causata da ipoparatiroidismo, ridotto assorbimento intestinale, aumentata escrezione urinaria. Un aumento dell'escrezione urinaria di calcio pu? essere causato da un aumento dell'assorbimento intestinale, da un aumento del turnover osseo, ridotto riassorbimento renale. Una diminuzione dell'escrezione urinaria di calcio è causata principalmente da un apporto insufficiente.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

CALPROTECTINA

La calprotectina è una proteina legante il calcio presente nei neutrofili e in minor misura nei monociti. La sua presenza nelle feci pu? essere utilizzata come marker indiretto dell'infiltrazione neutrofila della parete e quindi dell'infiammazione intestinale. Livelli aumentati di calprotectina si riscontrano nella malattia cronica intestinale (Crohn, rettocolite ulcerosa), alcune neoplasie intestinali, diverticolite, enteriti acute. Pu? essere utilizzata nella diagnosi differenziale tra patologie funzionali dell'intestino (colon irritabile) dove non c'è aumento della calprotectina fecale dalle malattie croniche infiammatorie (I.B.D. Inflammatory Bowel Disease).

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

L'emissione deve essere spontanea senza l'ausilio di supposte e/o lassativi Nella settimana precedente la raccolta sospendere astringenti carbone e bismuto.

CAMPYLOBACTER RICERCA DIRETTA

Campylobacter è un batterio Gram negativo attualmente considerato tra i primi responsabili di forme diarroiche nell'uomo e che causa da solo pi? casi di quanti ne provochino Salmonella e Shigella, i tradizionali patogeni intestinali.

Tempi di Consegna

3 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

L'emissione deve essere spontanea senza l'ausilio di supposte e/o lassativi. In assenza di specifica richiesta del medico curante non eseguire in caso di terapia antibiotica, far trascorrere almeno 7 giorni dall'ultima assunzione di antibiotico.

CARBAMAZEPINA

La carbamazepina (CBZ) è un anticonvulsivante con ampio spettro d'azione su diverse forme di epilessie parziali e complesse, sul dolore neuropatico e sui disturbi dell'umore. Il suo meccanismo farmacodinamico si esplica attraverso una stabilizzazione di membrana della cellula nervosa per inibizione dei potenziali d'azione sodio-dipendenti. La CBZ è assorbita nel tratto gastro-intestinale, raggiungendo il suo picco ematico in modo variabile da soggetto a soggetto. Viene metabolizzata nel fegato a 10,11-epossi (metabolita attivo) dove induce una potente attivazione del sistema enzimatico microsomiale con conseguente aumento del metabolismo della stessa CBZ e di numerosi altri farmaci.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Nel controllo periodico della concentrazione ematica del farmaco, al fine di rendere confrontabili i valori ottenuti nel tempo, occorre sottoporsi al prelievo sempre alla stessa distanza di ore dall'assunzione del farmaco stesso.

CARDIOLIPINA, ANTICORPI ANTI (IGG-IGM)

Gli anticorpi anti-cardiolipina IgG e IgM fanno parte del gruppo di autoanticorpi rilevati nella cos? detta sindrome da anticorpi antifosfolipidi (APS, antiphospholipid syndrome). La cardiolipina è un fosfolipide anionico di cui è ricca la membrana interna dei mitocondri contro la quale sono diretti appunto gli ACL in presenza di un importante cofattore, la &#946;2 glicoproteina I. Nella sindrome APS si manifestano trombosi venose e/o arteriose ricorrenti, poliabortivit? e presenza nel siero di anticorpi antifosfolipidi. Si distingue una APS primaria propriamente detta e una APS secondaria a connettiviti, in particolare LES.

Tempi di Consegna

5 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

CATENE LEGGERE CAPPA

Le catene leggere cappa (K) sono uno dei due tipi di catena leggera (l'altro è detto lambda o &#955; ) che concorrono a costituire gli anticorpi (o gammaglobuline). Normalmente, le catene leggere K prevalgono sulle &#955; con un rapporto di circa 2:1 ; in presenza di una componente monoclonale di una certa rilevanza, questo rapporto pu? risultare alterato a favore della catena leggera impiegata nella componente stessa. Le catene leggere monoclonali (cappa o lambda) possono essere sintetizzate in eccesso (mielomi multipli) o in via esclusiva (mielomi micromolecolari) e possono provocare amiloidosi.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

CATENE LEGGERE LAMBDA

Le catene leggere lambda (&#955;) sono uno dei due tipi di catena leggera (l'altro è detto cappa o K ) che concorrono a costituire gli anticorpi (o gammaglobuline). Normalmente, le catene leggere K prevalgono sulle &#955; con un rapporto di circa 2:1 ; in presenza di una componente monoclonale di una certa rilevanza, questo rapporto pu? risultare alterato a favore della catena leggera impiegata nella componente stessa. Le catene leggere monoclonali (cappa o lambda) possono essere sintetizzate in eccesso (mielomi multipli) o in via esclusiva (mielomi micromolecolari) e possono provocare amiloidosi.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

CBZ

La carbamazepina (CBZ) è un anticonvulsivante con ampio spettro d'azione su diverse forme di epilessie parziali e complesse, sul dolore neuropatico e sui disturbi dell'umore. Il suo meccanismo farmacodinamico si esplica attraverso una stabilizzazione di membrana della cellula nervosa per inibizione dei potenziali d'azione sodio-dipendenti. La CBZ è assorbita nel tratto gastro-intestinale, raggiungendo il suo picco ematico in modo variabile da soggetto a soggetto. Viene metabolizzata nel fegato a 10,11-epossi (metabolita attivo) dove induce una potente attivazione del sistema enzimatico microsomiale con conseguente aumento del metabolismo della stessa CBZ e di numerosi altri farmaci.

Tempi di Consegna

3 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti. Nel controllo periodico della concentrazione ematica del farmaco, al fine di rendere confrontabili i valori ottenuti nel tempo, occorre sottoporsi al prelievo sempre alla stessa distanza di ore dall'assunzione del farmaco stesso.

CEA

Si tratta di una proteina che frequentemente, ma non sempre, viene prodotta in eccesso dalle cellule di molte neoplasie (colon, retto, polmone, mammella, fegato, pancreas, prostata, stomaco, ovaio); per contro, ma in misura minore, il CEA pu? essere elevato anche in malattie benigne quali epatiti, poliposi intestinale, colite ulcerosa polmoniti, enfisema. Nei fumatori, il CEA è generalmente pi? elevato rispetto ai non fumatori.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

CELLULE PARIETALI GASTRICHE, ANTICORPI A

La gastrite cronica è correlata, in un discreto numero di casi, ad una eziologia autoimmune dimostrata dalla presenza di anticorpi diretti contro le cellule parietali della mucosa gastrica. Si tratta di "autoanticorpi" che risultano presenti anche nell'85-90%, di casi di anemia perniciosa (acloridia con atrofia della mucosa gastrica). Anche diverse altre patologie a genesi autoimmune hanno evidenziato la presenza di questi anticorpi (tiroiditi autoimmuni, diabete mellito, Addison, LES). Anticorpi anti-cellule parietali possono essere presenti anche in soggetti normali.

Tempi di Consegna

5 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

CENTROMERO, ANTICORPI ANTI

Gli anticorpi anti-centromero sono autoanticorpi antinucleari diretti contro la struttura antigenica del centromero. Risultano positivi nella cosiddetta sindrome CREST, caratterizzata da una forma relativamente benigna di sclerodermia associata a calcinosi, fenomeno di Raynaud, motilit? esofagea alterata, sclerodattilia e teleangectasie. Gli anticorpi possono essere raramente presenti anche nel lupus eritematoso disseminato, nella sindrome di Sjogren e nella artrite reumatoide.

Tempi di Consegna

5 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

CERULOPLASMINA

La ceruloplasmina è una proteina prodotta dal fegato e che, all'elettroforesi, migra con le globuline; la sua funzione è di trasportare il rame. Nel morbo di Wilson la ceruloplasmina è completamente assente o notevolmente ridotta.

Tempi di Consegna

3 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

CGA

La Cromogranina A è una proteina che, al pari delle catecolamine viene secreta dalle cellule della midollare del surrene e del sistema nervoso simpatico. Il dosaggio della Cromogranina è utilizzato prevalentemente per la sorveglianza post-operatoria delle recidive del feocromocitoma; spesso è utilizzato anche a scopo diagnostico, laddove un valore elevato associato ad elevati livelli di Catecolamine e ad un eGFR normale ha un valore predittivo positivo molto elevato (quando infatti l' eGFR è inferiore alla norma, l'insufficiente eliminazione della Cromogranina ne provoca un falso aumento a livello plasmatico). Occorre comunque ricordare che elevati livelli di Cromogranina sono riscontrabili anche nel carcinoma midollare della tiroide, nel carcinoma polmonare a piccole cellule e nei carcinomi epiteliali con differenziazione neuroendocrina (prostata, mammella, ovaio, pancreas, colon).

Tempi di Consegna

15 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

CELLULE PARIETALI GASTRICHE, ANTICORPI A

La gastrite cronica è correlata, in un discreto numero di casi, ad una eziologia autoimmune dimostrata dalla presenza di anticorpi diretti contro le cellule parietali della mucosa gastrica. Si tratta di "autoanticorpi" che risultano presenti anche nell'85-90%, di casi di anemia perniciosa (acloridia con atrofia della mucosa gastrica). Anche diverse altre patologie a genesi autoimmune hanno evidenziato la presenza di questi anticorpi (tiroiditi autoimmuni, diabete mellito, Addison, LES). Anticorpi anti-cellule parietali possono essere presenti anche in soggetti normali.

Tempi di Consegna

5 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

CHLAMYDIA PNEUMONIAE, ANTICORPI ANTI

Le Chlamydie sono batteri Gram-negativi di piccole dimensioni a parassitismo endocellulare obbligato, possiedono DNA, RNA e ribosomi, si replicano per scissione e sono sensibili agli antibiotici. Pur presentando caratteristiche antigeniche comuni, sono compresi nel genere Chlamydia una variet? di microrganismi caratterizzati da propriet? biologiche, sierologiche e patogene distinte. Chlamydia pneumoniae è un patogeno aereo che si diffonde in seguito all'inalazione di aerosol. Le infezioni da C. pneumoniae sono spesso asintomatiche o accompagnate da scarsa sintomatologia (ad es. faringite, raucedine marcata, bronchite o tosse). L'infezione pu? occasionalmente causare una malattia cronica con sindromi immunopatologiche quali eritema nodoso, artralgia, sindrome di Guillain-Barr? (GBS) o mialgia. Inoltre, le infezioni croniche da C. pneumoniae sono state associate all'eziologia di asma, aterosclerosi e patologie cardiovascolari. Gli studi epidemiologici hanno assegnato a C. pneumoniae un ruolo di rilievo nell'eziologia della polmonite: approssimativamente il 5-15%, dei pazienti affetti da polmonite acquisita in comunit? è risultato positivo per C. pneumoniae. Anche il 5%, dei pazienti con infezioni delle vie aeree superiori (bronchite, sinusite, otite, faringite, tracheobronchite) è risultato positivo per C. pneumoniae. Attualmente non è noto se un'infezione da C. pneumoniae sia sufficiente per indurre la polmonite e mantenere una patologia in atto, in alternativa, potrebbe indurre un danno iniziale e favorire altri patogeni, ad esempio Streptococcus pneumoniae e, in effetti, quest'ultimo è comunemente rilevabile nei pazienti con polmonite causata da C. pneumoniae.

Tempi di Consegna

7 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

CHLAMYDIA TRACHOMATIS RICERCA DIRETTA

Chlamydia trachomatis è un batterio a parassitismo endocellulare obbligato responsabile di infezioni dell'apparato genitale ed oculare. Chlamydia trachomatis rappresenta l'agente batterico dell'infezione sessualmente trasmessa pi? frequente in Italia: si stima che oltre il 70%, delle infezioni siano diagnosticate in donne di et? compresa tra i 15 e i 24 anni mentre nell'uomo l'infezione prevale nella fascia di et? tra i 20 e i 29 anni. Nella donna Chlamydia è responsabile di cerviciti ed uretriti che spesso si manifestano con sintomatologia lieve ed aspecifica; se non adeguatamente diagnosticata e trattata l'infezione cervicale pu? risalire verso l'apparato riproduttivo e condurre nel 25%, dei casi a occlusione tubarica con conseguente sterilit?. Una infezione cervicale non diagnosticata a termine di gravidanza pu? causare il contagio del neonato durante il passaggio nel canale del parto con conseguente rischio di congiuntivite e polmonite. Nell'uomo Chlamydia è causa di circa il 50%, delle uretriti non gonococciche che si manifestano con sintomi attenuati quali bruciori minzionali, disuria e secrezione chiara e vischiosa (la secrezione da uretrite gonococcica è di tipo purulento). L'infezione se non diagnosticata e trattata pu? diffondere per via ascendente verso l'epididimo e la prostata e causare complicanze funzionali fino a provocare sterilit?.

Tempi di Consegna

10 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

In assenza di specifica richiesta del medico curante si consiglia di non effettuare l'esame in corso di terapia antibiotica. Far trascorrere almeno una settimana dall'ultima assunzione di antibiotico. Per femmine: sospendere eventuali trattamenti con ovuli o candelette almeno 48 h prima - non fare lavande vaginali interne nelle 24 ore precedenti. Evitare i rapporti sessuali nelle 24 h precedenti.

CHLAMYDIA TRACHOMATIS, ANTICORPI ANTI

Le Chlamydie sono batteri Gram-negativi di piccole dimensioni a parassitismo endocellulare obbligato, possiedono DNA, RNA e ribosomi, si replicano per scissione e sono sensibili agli antibiotici. Pur presentando caratteristiche antigeniche comuni, nel genere Chlamydia sono compresi microrganismi caratterizzati da propriet? biologiche, sierologiche e patogeniche distinte. La Chlamydia trachomatis è l'agente eziologico di una delle infezioni a trasmissione sessuale pi? diffusa nei paesi occidentali. Nel maschio l'infezione genitale da Chlamydia da luogo ad una uretrite di cui l'epididimite è la complicanza pi? frequente; nella femmina, l'organo bersaglio pi? frequentemente colpito è la cervice. Una cervicite da Chlamydia, quando non diagnosticata, pu? interessare le tube e causare una salpingite. Inoltre la Chlamydia trachomatis pu? provocare infiammazione pelvica, caratterizzata da flogosi della cervice, dell'utero, delle tube e dell'ovaio. è possibile la trasmissione dell'infezione dalla madre al feto.

Tempi di Consegna

5 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

CITRULLINA, ANTICORPI ANTI

Gli anticorpi anticitrullina sono utilizzati nella diagnosi dell'artrite reumatoide (A.R.). Essi sono diretti contro i residui citrullinati della proteina Fillagrina (peptide citrullinato ciclico) e mostrano sicuramente una maggiore specificit? rispetto agli ormai obsoleti Reuma test e reazione di Waaler-Rose. Si riscontrano nel 60-80%, dei pazienti affetti da A.R. e nel 30%, di pazienti negativi per il fattore reumatoide. Inoltre hanno due importanti peculiarit?: sono presenti nelle fasi iniziali, subcliniche della malattia, risultando utili nella diagnosi precoce e hanno valore anche come marker prognostico nell'evoluzione della malattia.

Tempi di Consegna

5 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

CK

L'enzima creatinfosfochinasi è contenuto prevalentemente nel muscolo cardiaco e scheletrico ma anche, in misura minore, nel cervello; svolge un ruolo fondamentale per l'equilibrio energetico della cellula, catalizzando lo scambio di fosfato tra la creatina e ATP (adenosintrisfosfato) che è la fonte di energia pi? utilizzata dalle cellule Un aumento della CPK nel siero è specificamente causato da un danno cellulare a livello cardiaco o muscolare.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

ACL

Gli anticorpi anti-cardiolipina IgG e IgM fanno parte del gruppo di autoanticorpi rilevati nella cos? detta sindrome da anticorpi antifosfolipidi (APS, antiphospholipid syndrome). La cardiolipina è un fosfolipide anionico di cui è ricca la membrana interna dei mitocondri contro la quale sono diretti appunto gli ACL in presenza di un importante cofattore, la &#946;2 glicoproteina I. Nella sindrome APS si manifestano trombosi venose e/o arteriose ricorrenti, poliabortivit? e presenza nel siero di anticorpi antifosfolipidi. Si distingue una APS primaria propriamente detta e una APS secondaria a connettiviti, in particolare LES.

Tempi di Consegna

5 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

CLORO

Il cloro è un elettrolita prevalentemente extracellulare. A livello renale segue il destino del sodio.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

CLORUREMIA

Il cloro è un elettrolita prevalentemente extracellulare. A livello renale segue il destino del sodio.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

CLORURIA

Il cloro è un elettrolita prevalentemente extracellulare. A livello renale segue il destino del sodio.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

COLESTEROLEMIA

Il colesterolo è una molecola importante per il nostro organismo: è il costituente fondamentale delle membrane cellulari e delle guaine mieliniche delle fibre nervose, è precursore degli ormoni steroidei (progesterone, testosterone, estradiolo, cortisolo) e delle vitamine D e da esso derivano anche i sali biliari. Il principale organo di produzione del colesterolo è il fegato ed infatti una dieta priva di colesterolo riesce a ridurne la concentrazione ematica solo del 50%,. In circolo, il colesterolo è presente in forma libera o esterificata (circa il 65%, del totale) ed è trasportato dalle lipoproteine, che si possono a loro volta distinguere in base alla loro densit?; normalmente, distinguiamo il colesterolo legato alle lipoproteine ad alta densit? (colesterolo HDL) dal colesterolo legato a quelle a bassa densit? (colesterolo LDL). Una concentrazione elevata di colesterolo totale nel siero (ma soprattutto una concentrazione elevata di colesterolo LDL) costituisce un fattore di rischio per ischemie vascolari su base ateromatosa. Un aumento del colesterolo totale sierico pu? essere dovuto a iperlipoproteinemia familiare o secondaria, ad una serie di disordini quali disordini epatocellulari, colestasi intra o extra epatica, glomerulo nefrite, sindrome nefrosica, insufficienza renale cronica, neoplasia del pancreas e della prostata, ipotiroidismo, gotta, gravidanza, alcolismo, diabete. Una diminuzione del colesterolo totale nel siero pu? essere dovuta a ipolipoproteinemie, necrosi epatocellulare, tumori maligni del fegato, ipertiroidismo, malassorbimento, denutrizione, anemia megaloblastica e sideroblastica, talassemia.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di 12 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti. Si raccomanda, nei giorni che precedono il prelievo di mantenere una dieta quanto pi? possibile abituale.

COLESTEROLO HDL

Studi epidemiologici hanno da tempo chiaramente dimostrato una associazione inversa tra la malattia coronarica e la concentrazione nel siero del colesterolo legato alle lipoproteine ad alta densit? (HDL o High Density Lipoprotein). Le HDL sono formate prevalentemente da proteine (vedi apolipoproteina A) e hanno un basso contenuto relativo di colesterolo. Un aumento del colesterolo HDL sierico pu? essere dovuto a iperlipoproteinemia familiare o secondaria, ad una serie di disordini quali cirrosi biliare primitiva, epatite cronica, alcolismo, altre intossicazioni croniche. Una diminuzione del colesterolo HDL nel siero pu? essere dovuta a ipolipoproteinemie, diabete scompensato, disordini epatocellulari, colestasi, sindrome nefrosica, insufficienza renale cronica.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di 12 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti. Si raccomanda, nei giorni che precedono il prelievo di mantenere una dieta quanto pi? possibile abituale.

COLESTEROLO LDL

Esiste una associazione diretta tra la malattia coronarica e la concentrazione nel siero del colesterolo legato alle lipoproteine a bassa densit? (LDL o Low Density Lipoprotein). A differenza delle HDL, le LDL sono formate prevalentemente da colesterolo ed hanno un basso contenuto relativo di proteine (vedi apolipoproteina B). La stima della concentrazione del colesterolo LDL nel siero viene eseguita mediante la formula di Friedewald che mette in relazione le concentrazioni misurate di trigliceridi, colesterolo totale e colesterolo HDL.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di 12 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti. Si raccomanda, nei giorni che precedono il prelievo di mantenere una dieta quanto pi? possibile abituale.

COLESTEROLO TOTALE

Il colesterolo è una molecola importante per il nostro organismo: è il costituente fondamentale delle membrane cellulari e delle guaine mieliniche delle fibre nervose, è precursore degli ormoni steroidei (progesterone, testosterone, estradiolo, cortisolo) e delle vitamine D e da esso derivano anche i sali biliari. Il principale organo di produzione del colesterolo è il fegato ed infatti una dieta priva di colesterolo riesce a ridurne la concentrazione ematica solo del 50%,. In circolo, il colesterolo è presente in forma libera o esterificata (circa il 65%, del totale) ed è trasportato dalle lipoproteine, che si possono a loro volta distinguere in base alla loro densit?; normalmente, distinguiamo il colesterolo legato alle lipoproteine ad alta densit? (colesterolo HDL) dal colesterolo legato a quelle a bassa densit? (colesterolo LDL). Una concentrazione elevata di colesterolo totale nel siero (ma soprattutto una concentrazione elevata di colesterolo LDL) costituisce un fattore di rischio per ischemie vascolari su base ateromatosa. Un aumento del colesterolo totale sierico pu? essere dovuto a iperlipoproteinemia familiare o secondaria, ad una serie di disordini quali disordini epatocellulari, colestasi intra o extra epatica, glomerulo nefrite, sindrome nefrosica, insufficienza renale cronica, neoplasia del pancreas e della prostata, ipotiroidismo, gotta, gravidanza, alcolismo, diabete. Una diminuzione del colesterolo totale nel siero pu? essere dovuta a ipolipoproteinemie, necrosi epatocellulare, tumori maligni del fegato, ipertiroidismo, malassorbimento, denutrizione, anemia megaloblastica e sideroblastica, talassemia.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di 12 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti. Si raccomanda, nei giorni che precedono il prelievo di mantenere una dieta quanto pi? possibile abituale.

COLINESTERASI

La colinesterasi è un enzima epatico che idrolizza la acetilcolina ed altri esteri della colina. La sua concentrazione sierica aumenta nelle epatopatie acute e croniche.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

COMPLEMENTO FRAZIONE C3

Il componente C3 è al centro della cosiddetta cascata del complemento, una serie di reazioni enzimatiche a catena che si attiva in difesa dell'organismo in condizioni infiammatorie e che porta ad una serie di effetti biologici tra i quali il pi? importante è la lisi cellulare. C3 è il componente pi? abbondante e viene sintetizzato principalmente dal fegato. C3 aumenta nelle reazioni di fase acuta, nella malattia reumatica, nell'epatite virale, nell'infarto miocardico, nei tumori maligni, nel diabete, nelle tiroiditi, nelle malattie infiammatorie gastrointestinali e in una serie di malattie infettive. C3 pu? diminuire in una serie di malattie infiammatorie ed infettive (artrite reumatoide, SLE, endocardite batterica subacuta). La deficienza congenita di C3 è associata a infezioni batteriche ricorrenti.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di 12 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

COMPLEMENTO FRAZIONE C4

Il componente C4 partecipa alla via classica di attivazione della cosiddetta cascata del complemento, una serie di reazioni enzimatiche a catena che si attiva in difesa dell'organismo in condizioni infiammatorie e che porta ad una serie di effetti biologici tra i quali il pi? importante è la lisi cellulare. C4 viene sintetizzato principalmente dal fegato. C4 aumenta nelle reazioni di fase acuta ed in alcuni tumori maligni, mentre diminuisce nelle malattie da immunocomplessi circolanti, nell'angioedema e nelle glomerulo nefriti.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

COOMBS, TEST DIRETTO

Nelle anemie emolitiche su base immune, i globuli rossi presentano, adesi alla loro membrana, anticorpi o frazioni del complemento; il test di Coombs diretto li rivela agglutinandoli mediante anticorpi anti-anticorpi umani e/o anti-complemento.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

COOMBS, TEST INDIRETTO

Il test rivela se nel siero del paziente sono presenti anticorpi rivolti contro globuli rossi diversi dai propri.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

COPROCOLTURA

Per coprocoltura si intende la ricerca nelle feci di batteri responsabili di infezioni gastrointestinali che si manifestano il pi? spesso con sintomi diarroici, dolori addominali, e, talvolta con vomito e febbre. Numerose sono le specie batteriche responsabili e complessa è la scelta delle indagini, per tale motivo è importante ottenere informazioni di tipo clinico e anamnestico per indirizzare la scelta delle metodiche diagnostiche pi? idonee. Un'indagine di routine che volesse prendere in considerazione tutti i possibili patogeni intestinali non risulta giustificata. In pratica, alla semplice richiesta routinaria di coprocoltura si eseguono le ricerche di Salmonella, Shigella e Campylobacter, che sono nel nostro Paese i batteri pi? comunemente in causa nelle forme diarroiche. In alcuni casi particolari (enterocolite) viene effettuata la ricerca di Yersinia.

Tempi di Consegna

5 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

L'emissione deve essere spontanea senza l'ausilio di supposte e/o lassativi. In assenza di specifica richiesta del medico curante non eseguire in caso di terapia antibiotica, far trascorrere almeno 7 giorni dall'ultima assunzione di antibiotico.

CORTISOLO

Il cortisolo è uno degli ormoni prodotti dalla corteccia surrenale e denominati glucocorticoidi per la loro capacit? di indurre, attraverso un accentuato catabolismo proteico, una stimolazione delle gluconeogenesi epatica e quindi un aumento della glicemia. I glucocorticoidi stimolano anche la lipolisi, producendo un aumento dei NEFA, e soprattutto un'importante azione anti-immunitaria trovando largo impiego come anti-infiammatori. La produzione di cortisolo è stimolata dall' ormone ipofisario ACTH, a sua volta inibito (feed-back negativo) da un eccesso di glucocorticoidi.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Se richiesta occorre portare una raccolta delle urine delle 24 ore.

CPK

L'enzima creatinfosfochinasi è contenuto prevalentemente nel muscolo cardiaco e scheletrico ma anche, in misura minore, nel cervello; svolge un ruolo fondamentale per l'equilibrio energetico della cellula, catalizzando lo scambio di fosfato tra la creatina e ATP (adenosintrisfosfato) che è la fonte di energia pi? utilizzata dalle cellule Un aumento della CPK nel siero è specificamente causato da un danno cellulare a livello cardiaco o muscolare.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

CREATINA KINASI

L'enzima creatinfosfochinasi è contenuto prevalentemente nel muscolo cardiaco e scheletrico ma anche, in misura minore, nel cervello; svolge un ruolo fondamentale per l'equilibrio energetico della cellula, catalizzando lo scambio di fosfato tra la creatina e ATP (adenosintrisfosfato) che è la fonte di energia pi? utilizzata dalle cellule Un aumento della CPK nel siero è specificamente causato da un danno cellulare a livello cardiaco o muscolare.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

CREATINFOSFOCHINASI

L'enzima creatinfosfochinasi è contenuto prevalentemente nel muscolo cardiaco e scheletrico ma anche, in misura minore, nel cervello; svolge un ruolo fondamentale per l'equilibrio energetico della cellula, catalizzando lo scambio di fosfato tra la creatina e ATP (adenosintrisfosfato) che è la fonte di energia pi? utilizzata dalle cellule Un aumento della CPK nel siero è specificamente causato da un danno cellulare a livello cardiaco o muscolare.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

CRIOGLOBULINE

Le agglutinine a freddo sono autoanticorpi antieritrocitari capaci di agglutinare le emazie a temperature inferiori a 20-25?; la reazione è totalmente reversibile riportando la temperatura a 37?. Titoli elevati di agglutinine fredde (anticorpi contro l'antigene "I" eritrocitario) si rilevano in circa il 50%, dei casi di infezione da Mycoplasma pneumonie, legionella, virosi. Agglutinine fredde si possono anche rilevare in linfomi, collagenopatie, epatopatie croniche con spiccata ipergammaglobulinemia e nelle anemie emolitiche da agglutinine fredde.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

CROMOGRANINA A

La Cromogranina A è una proteina che, al pari delle catecolamine viene secreta dalle cellule della midollare del surrene e del sistema nervoso simpatico. Il dosaggio della Cromogranina è utilizzato prevalentemente per la sorveglianza post-operatoria delle recidive del feocromocitoma; spesso è utilizzato anche a scopo diagnostico, laddove un valore elevato associato ad elevati livelli di Catecolamine e ad un eGFR normale ha un valore predittivo positivo molto elevato (quando infatti l' eGFR è inferiore alla norma, l'insufficiente eliminazione della Cromogranina ne provoca un falso aumento a livello plasmatico). Occorre comunque ricordare che elevati livelli di Cromogranina sono riscontrabili anche nel carcinoma midollare della tiroide, nel carcinoma polmonare a piccole cellule e nei carcinomi epiteliali con differenziazione neuroendocrina (prostata, mammella, ovaio, pancreas, colon).

Tempi di Consegna

15 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

ACTH

L'ormone adrenocorticotropo (ACTH) è un ormone polipeptidico che esiste principalmente come catena di 39 amminoacidi, con un peso molecolare di circa 4500 dalton. Viene prodotto nella ghiandola pituitaria e serve per stimolare la produzione di steroidi da parte della corteccia surrenalica. La secrezione dell'ACTH è controllata a livello ipotalamico dal fattore di rilascio della corticotropina (CRF) e dal cortisolo attraverso feedback negativo. Valori elevati si riscontrano nella malattia di Cushing, nella produzione ectopica di ACTH e nel morbo di Addison. Valori bassi si riscontrano nel tumore del surrene e nell'ipopituitarismo.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

CU

Il rame è contenuto principalmente in fegato, cervello e rene ma è presente in minore quantit? anche nel sangue, legato alla ceruloplasmina; è eliminato per via biliare. La sua funzione è quella di cofattore in varie reazioni enzimatiche. La concentrazione sierica del rame aumenta nel morbo di Hodgkin e nella cirrosi biliare, mentre diminuisce nei deficit nutrizionali e nella malattia di Wilson.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

CUPREMIA

Il rame è contenuto principalmente in fegato, cervello e rene ma è presente in minore quantit? anche nel sangue, legato alla ceruloplasmina; è eliminato per via biliare. La sua funzione è quella di cofattore in varie reazioni enzimatiche. La concentrazione sierica del rame aumenta nel morbo di Hodgkin e nella cirrosi biliare, mentre diminuisce nei deficit nutrizionali e nella malattia di Wilson.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

Il paziente si deve sottoporre ad un prelievo di sangue. Se richiesto il paziente deve raccogliere le urine delle 24 ore.

CUPRURIA

Il rame è contenuto principalmente in fegato, cervello e rene ma è presente in minore quantit? anche nel sangue, legato alla ceruloplasmina; è eliminato per via biliare. La sua funzione è quella di cofattore in varie reazioni enzimatiche. La concentrazione sierica del rame aumenta nel morbo di Hodgkin e nella cirrosi biliare, mentre diminuisce nei deficit nutrizionali e nella malattia di Wilson.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

CYTOMEGALOVIRUS, ANTICORPI ANTI

Il Citomegalovirus (CMV) è un virus a DNA di forma icosaedrica appartenente alla famiglia degli Herpes Virus. La trasmissione del CMV avviene principalmente attraverso la saliva e richiede uno stretto contatto con le persone infette , infatti i picchi di contagio sono tipicamente osservati nei bambini molto piccoli e nei ragazzi (inizio dell'attivit? sessuale). E' possibile anche una trasmissione per via sessuale. L'infezione da CMV è molto diffusa: anticorpi anti-CMV sono riscontrabili nel 50-70%, degli individui con pi? di 35 anni e la diffusione è inversamente proporzionale alle condizioni socio-economiche. Normalmente, l'infezione da CMV è auto-limitante e asintomatica, anche se talvolta pu? causare sintomi clinici; inoltre vi è la possibilit? di una permanenza del virus (infezione latente) con successive riattivazioni. La ragione di questa variabilit? di comportamento deriva dalle complesse interazioni che si stabiliscono tra il virus ed il tipo di cellula infettata. Un'infezione clinicamente manifesta (dopo un'incubazione di 4-10 settimane) è comunque pi? frequente nei pazienti con un sistema immunitario deficiente o immaturo; le infezioni croniche persistenti diventano latenti. Il trapianto d'organi è a rischio di infezione primaria (per donazione di organi infetti a soggetti sieronegativi) o secondaria (per riattivazione o per reinfezione in un soggetto sieropositivo). L'infezione da CMV è la pi? frequente infezione congenita, dato che gli anticorpi materni non sono in grado di proteggere il feto; comunque sembra che solo le infezioni primarie della madre abbiano un impatto clinico in quanto caratterizzate da una fase di elevata viremia,molto meno rischiosa è la riattivazione di CMV durante la gravidanza,perch? di regola la viremia non è presente. Pertanto, nel caso di una gravida, è fondamentale capire se si tratti o no di prima infezione. La diagnostica sierologica mediante ricerca di anticorpi specifici è la sola che possa essere applicata a bassi costi e su larga scala. Tuttavia, la determinazione delle immunoglobuline di classe IgG e IgM non permette sempre di determinare con sicurezza il periodo dell'infezione, a causa della variabilit? individuale della risposta anticorpale. La presenza in circolo di IgM specifiche, caratteristica della fase acuta dell'infezione, pu? spesso prolungarsi per un periodo variabile e comunque abbastanza lungo; inoltre, le IgM possono essere rilevabili anche in infezioni secondarie (reinfezioni o riattivazioni). Secondo una vasta letteratura, l'approccio analitico pi? affidabile sembra essere quello basato sulla determinazione dell'avidit? delle IgG specifiche.

Tempi di Consegna

3 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

D-DIMERO

Durante il processo emocoagulativo avviene, ad opera della trombina, la trasformazione del fibrinogeno in fibrina. La fibrina, stabilizzata dal fattore XIII, viene ulteriormente degradata dal sistema fibrinolitico in prodotti di degradazione della fibrina (FDP). I primi frammenti liberati dal processo fibrinolitico sono molto grossi (350-2000 KdA); mano a mano che la degradazione procede i frammenti si fanno sempre pi? piccoli fino a formare i d-dimeri (due frammenti legati tra loro da un legame covalente). Il dosaggio del d-dimero è utilizzato nella diagnostica delle trombo-embolie.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.&nbsp;

DEIDROEPIANDROSTERONE

Il DHEA deriva quasi esclusivamente dalla zona reticolare della corteccia surrenale; pu? essere prodotto anche dai testicoli ma non dalle ovaie; la concentrazione sierica di DHEA è 1000 volte inferiore rispetto quella del DHEAS e, rispetto a quest'ultima, presenta marcate variazioni circadiane. Debolmente androgenico, il DHEA viene metabolizzato, a livello dei tessuti periferici, principalmente a testosterone e diidrotestosterone. I livelli sierici di DHEA aumentano progressivamente durante l'infanzia e l'adolescenza, aumentano rapidamente dopo la pubert? e raggiungono il picco a circa 20 anni per poi diminuire progressivamente.

Tempi di Consegna

7 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

DEIDROEPIANDROSTERONE SOLFATO

Il DHEAS deriva quasi esclusivamente dalla zona reticolare della corteccia surrenale; pu? essere prodotto anche dai testicoli ma non dalle ovaie; la concentrazione sierica di DHEAS è 1000 volte superiore rispetto a quella del DHEA e, rispetto a quest'ultima, non presenta marcate variazioni circadiane. Debolmente androgenico, il DHEAS viene metabolizzato, a livello dei tessuti periferici, principalmente a testosterone e diidrotestosterone. I livelli sierici di DHEAS diminuiscono con l'avanzare dell'et? in entrambi i sessi, mentre nel feto aumentano progressivamente nel corso della gravidanza per poi calare bruscamente al momento del parto.

Tempi di Consegna

5 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

DHEA

Il DHEA deriva quasi esclusivamente dalla zona reticolare della corteccia surrenale; pu? essere prodotto anche dai testicoli ma non dalle ovaie; la concentrazione sierica di DHEA è 1000 volte inferiore rispetto quella del DHEAS e, rispetto a quest'ultima, presenta marcate variazioni circadiane. Debolmente androgenico, il DHEA viene metabolizzato, a livello dei tessuti periferici, principalmente a testosterone e diidrotestosterone. I livelli sierici di DHEA aumentano progressivamente durante l'infanzia e l'adolescenza, aumentano rapidamente dopo la pubert? e raggiungono il picco a circa 20 anni per poi diminuire progressivamente.

Tempi di Consegna

7 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

DHEAS

Il DHEAS deriva quasi esclusivamente dalla zona reticolare della corteccia surrenale; pu? essere prodotto anche dai testicoli ma non dalle ovaie; la concentrazione sierica di DHEAS è 1000 volte superiore rispetto a quella del DHEA e, rispetto a quest'ultima, non presenta marcate variazioni circadiane. Debolmente androgenico, il DHEAS viene metabolizzato, a livello dei tessuti periferici, principalmente a testosterone e diidrotestosterone. I livelli sierici di DHEAS diminuiscono con l'avanzare dell'et? in entrambi i sessi, mentre nel feto aumentano progressivamente nel corso della gravidanza per poi calare bruscamente al momento del parto.

Tempi di Consegna

5 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

DHT

Il diidrotestosterone deriva dal testosterone attraverso una reazione enzimatica (5-?-reduttasi) a livello dei tessuti periferici. La concentrazione sierica di DHT, seppure pi? bassa, è strettamente correlata a quella del testosterone ma riflette scarsamente la concentrazione intracellulare di DHT; pertanto, anche se il DHT è responsabile per la crescita dei peli, il suo dosaggio nel siero non pu? essere utilizzato per valutare l'irsutismo.

Tempi di Consegna

7 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

DIASTASI

L'amilasi è un enzima che scinde (idrolizza) l'amido ingerito. L'amilasi salivare, prodotta dalle omonime ghiandole, esplica la sua azione durante la masticazione e la deglutizione (viene infatti inattivata dall'acidit? gastrica); l'amilasi pancreatica completa l'idrolisi dell'amido nel duodeno in presenza di ioni cloro. Viene eliminata con le urine. L'amilasi sierica ed urinaria aumenta principalmente in seguito a pancreatite acuta e ad affezioni delle ghiandole salivari (parotite, litiasi).

Tempi di Consegna

1giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

DIGOSSINA

La digossina appartiene alla classe dei glucosidi digitalici tra i quali è quello pi? comunemente utilizzato in clinica. Il suo meccanismo d'azione è legato all'inibizione dell'ATPasi della pompa sodio/potassio che determina un incremento del sodio e del calcio intracellulare, lo ione responsabile della contrazione muscolare; ne conseguono aumento della forza contrattile (effetto isotropo positivo) e una riduzione della frequenza cardiaca (effetto cronotropo negativo). Il maggiore inconveniente di questo farmaco è rappresentato dallo stretta finestra terapeutica per cui si pu? facilmente incorrere in fenomeni di tossicit?. Gli effetti tossici si manifestano con disturbi del ritmo cardiaco, gastro-intestinali e neurologici.

Tempi di Consegna

3 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti. Nel controllo periodico della concentrazione ematica del farmaco, al fine di rendere confrontabili i valori ottenuti nel tempo, occorre sottoporsi al prelievo sempre alla stessa distanza di ore dall'assunzione del farmaco stesso.

DIIDROTESTOSTERONE

Il diidrotestosterone deriva dal testosterone attraverso una reazione enzimatica (5-?-reduttasi) a livello dei tessuti periferici. La concentrazione sierica di DHT, seppure pi? bassa, è strettamente correlata a quella del testosterone ma riflette scarsamente la concentrazione intracellulare di DHT; pertanto, anche se il DHT è responsabile per la crescita dei peli, il suo dosaggio nel siero non pu? essere utilizzato per valutare l'irsutismo.

Tempi di Consegna

7 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

DNA NATIVO, ANTICORPI ANTI

Gli anticorpi anti-dsDna sono anticorpi diretti contro il Dna a doppia elica (double stranded), in particolare verso i determinanti antigenici localizzati lungo lo scheletro deossiriboso-fosfato del Dna. Questi anticorpi hanno una elevata specificit? per il LES (lupus eritematoso sistemico) e sembrano implicati nella patogenesi della malattia. Data la prevalenza intorno al 40-80%, dei soggetti affetti, il test è stato compreso tra gli undici criteri diagnostici per il LES. Tra l'altro il riscontro di anti-dsDna in soggetti asintomatici è suggestivo di un LES sub-clinico. Anti-ds Dna possono riscontrarsi in altre malattie autoimmuni (Artrite Reumatoide, sindrome di Sjogren, connettivite mista, SAPL (sindrome primaria da anticorpi anti-fosfolipidi).

Tempi di Consegna

7 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

E2

L'estradiolo è il pi? attivo tra gli estrogeni endogeni; prodotto nell'ovaio (e, in misura molto minore, nel surrene) a partire dal testosterone in risposta alle gonadotropine ipofisarie, l'E2 viene trasportato in circolo dalla SHBG (sex hormon binding globulin) ed a livello epatico viene coniugato o trasformato in estriolo (E3). L'estradiolo (come gli altri estrogeni) induce la maturazione ed il trofismo dei caratteri sessuali femminili a partire dalla pubert?; durante il ciclo mestruale, la produzione di E2 è bifasica, con un primo picco a met? ciclo ed un secondo nella successiva fase luteale. Nel maschio, durante la pubert?, l'E2 pu? aumentare in conseguenza della trasformazione del testosterone in estradiolo a livello dei tessuti periferici.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

ELETTROFORESI PROTEICA

L'elettroforesi delle proteine sieriche è un test che permette di ottenere le percentuali delle diverse frazioni proteiche presenti nel siero. Mette in evidenza la presenza di gammopatie monoclonali, che si associano ai disordini caratterizzati dalla proliferazione di un clone di plasmacellule (es. mielomi, macroglobulinemia).

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti. Nel caso di richiesta su urina: raccogliere le urine emesse nella seconda minzione del mattino. Svuotare la vescica gettando le prime urine emesse. Dopo aver lasciato intercorrere un tempo minimo di 2 ore, raccogliere tutte le urine emesse nella seconda minzione mattutina. Le urine raccolte devono essere necessariamente del mattino.

ELETTROFORESI URINARIA

Mette in evidenza la presenza di gammopatie monoclonali, che si associano ai disordini caratterizzati dalla proliferazione di un clone di plasmacellule (es. mielomi, macroglobulinemia).

Tempi di Consegna

15 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti. Nel caso di richiesta su urina: raccogliere le urine emesse nella seconda minzione del mattino. Svuotare la vescica gettando le prime urine emesse. Dopo aver lasciato intercorrere un tempo minimo di 2 ore, raccogliere tutte le urine emesse nella seconda minzione mattutina. Le urine raccolte devono essere necessariamente del mattino.

EMA

La malattia celiaca (M.C.) è una enteropatia che colpisce soprattutto il tratto prossimale dell'intestino tenue provocando malassorbimento. Essa è causata da un'intolleranza al glutine, contenuta nel frumento ed in altri cereali. Gli anticorpi antiendomisio (EMA) sono immunoglobuline di tipo IgA e rappresentano, assieme agli anticorpi antitransglutaminasi, il marker sierologico pi? specifico nella diagnostica della M.C.. Gli EMA sono diretti contro una proteina tissutale (transglutaminasi) espressa dall'intestino tenue che interagisce con la gliadina, svolgendo un ruolo fondamentale nella patogenesi della malattia celiaca. Anche se la diagnosi certa della malattia celiaca è solo istologica, l'introduzione degli EMA nella pratica clinica ha permesso la diagnosi di numerose forme di celiachia asintomatiche o paucisintomatiche.

Tempi di Consegna

5 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

EMOCROMO

Questo esame permette, in un campione di sangue, di misurare direttamente alcuni parametri (globuli bianchi o WBC, globuli rossi o RBC, emoglobina o HGB, volume medio dei globuli rossi o MCV, piastrine o PLT e volume medio delle piastrine o MPT) e di calcolarne altri, i cosiddetti parametri derivati (tra i pi? importanti, ematocrito o HCT, contenuto medio di emoglobina dei globuli rossi o MCH, concentrazione media di emoglobina dei globuli rossi o MCHC, distribuzione del volume dei globuli rossi o RDW). L'esame permette inoltre di misurare il numero e la percentuale dei cinque tipi di globuli bianchi normalmente presenti (neutrofili, linfociti, monociti, eosinofili, basofili). Sulla scorta dei risultati ottenuti, pu? essere necessario eseguire un esame microscopico del campione di sangue (cosiddetto striscio periferico) per meglio valutare la morfologia dei globuli rossi, la tipologia dei globuli bianchi e l'aggregazione piastrinica.

Tempi di Consegna

1 giorno; se necessario la consegna pu? avvenire in urgenza dopo 15 minuti dal prelievo.

Preparazione


EMOCROMOCITOMETRICO, ESAME

Questo esame permette, in un campione di sangue, di misurare direttamente alcuni parametri (globuli bianchi o WBC, globuli rossi o RBC, emoglobina o HGB, volume medio dei globuli rossi o MCV, piastrine o PLT e volume medio delle piastrine o MPT) e di calcolarne altri, i cosiddetti parametri derivati (tra i pi? importanti, ematocrito o HCT, contenuto medio di emoglobina dei globuli rossi o MCH, concentrazione media di emoglobina dei globuli rossi o MCHC, distribuzione del volume dei globuli rossi o RDW). L'esame permette inoltre di misurare il numero e la percentuale dei cinque tipi di globuli bianchi normalmente presenti (neutrofili, linfociti, monociti, eosinofili, basofili). Sulla scorta dei risultati ottenuti, pu? essere necessario eseguire un esame microscopico del campione di sangue (cosiddetto striscio periferico) per meglio valutare la morfologia dei globuli rossi, la tipologia dei globuli bianchi e l'aggregazione piastrinica.

Tempi di Consegna

1 giorno; se necessario la consegna pu? avvenire in urgenza dopo 15 minuti dal prelievo.

Preparazione


EMOGLOBINA GLICATA

L'emoglobina glicata rappresenta circa il 2%, dell'emoglobina presente nel globulo rosso ed è il risultato del processo, non enzimatico, del legame del glucosio alla molecola stessa. Tale processo avviene in modo proporzionale alla concentrazione media del glucosio nel sangue e durante tutto il periodo di vita del globulo rosso (120 giorni in media). Pertanto l'emoglobina glicata riflette i livelli medi di glicemia nelle ultime 8 -12 settimane. Pazienti diabetici con concentrazioni elevate di glucosio hanno livelli di glicata da 2 a 3 volte superiori rispetto ad un soggetto normoglicemico.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

EMOGLOBINE, IDENTIFICAZIONE

Il test, basato sulla separazione cromatografica ad alta pressione (HPLC), permette di individuare e di quantificare le varianti fisiologiche dell'emoglobina e le emoglobine atipiche. Le principali varianti fisiologiche dell'emoglobina A1 (Hb-A1) sono l'emoglobina fetale (Hb-F, presente solo in tracce nell'adulto) e l'emoglobina A2 (Hb-A2, normalmente inferiore al 2.5 %, dell'emoglobina totale). Le principali emoglobine atipiche sono l'emoglobina S (Hb-S) e l'emoglobina C (Hb-C).

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

ENA

Gli ENA (Extractable Nuclear Antigen) sono antigeni nucleari di natura proteica estratti dal nucleo cellulare. Nelle patologie su base autoimmunitaria vengono prodotti diversi tipi di anticorpi diretti contro queste proteine nucleari che non sono pi? riconosciute come proprie (perdita della tolleranza immunitaria). Gli anticorpi anti-Ena di pi? comune riscontro sono gli anti SM, SSA/Ro, SSB/La, RNP, SCL 70, Jo1. Le patologie autoimmuni cui sono associati comprendono: Lupus eritematoso sistemico (LES), Sclerodermia sistemica, dermatomiosite, sindrome di Sjogren (sindrome sicca), connettiviti miste.

Tempi di Consegna

5 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

ENDOMISIO, ANTICORPI ANTI

La malattia celiaca (M.C.) è una enteropatia che colpisce soprattutto il tratto prossimale dell'intestino tenue provocando malassorbimento. Essa è causata da un'intolleranza al glutine, contenuta nel frumento ed in altri cereali. Gli anticorpi antiendomisio (EMA) sono immunoglobuline di tipo IgA e rappresentano, assieme agli anticorpi antitransglutaminasi, il marker sierologico pi? specifico nella diagnostica della M.C.. Gli EMA sono diretti contro una proteina tissutale (transglutaminasi) espressa dall'intestino tenue che interagisce con la gliadina, svolgendo un ruolo fondamentale nella patogenesi della malattia celiaca. Anche se la diagnosi certa della malattia celiaca è solo istologica, l'introduzione degli EMA nella pratica clinica ha permesso la diagnosi di numerose forme di celiachia asintomatiche o paucisintomatiche.

Tempi di Consegna

5 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

ESCREATO, ESAME COLTURALE

L'esame colturale dell'escreato è un metodo non invasivo per una diagnosi batteriologica di infezioni delle alte vie aeree. A tale scopo viene effettuata la ricerca colturale per i microrganismi pi? frequentemente coinvolti nelle infezioni delle basse vie aeree come: S. pneumoniae, Staphylococcus aureus, Haemophilus influentiae, Moraxella catarrhalis, Enterobatteri, Gram negativi non fermentanti.

Tempi di Consegna

4 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

L'Escreato raccolto deve essere quello emesso al mattino stesso. Il paziente per espettorare deve tossire con forza, in modo da aumentare la quantit? di secreto bronchiale raccolto. Si consiglia, prima dell'emissione, l'esecuzione di un aerosol con N-acetil-L-cisteina (non antibiotato) o con soluzione fisiologica tiepida. Il campione raccolto deve essere consegnato al Laboratorio con urgenza.

ESTRADIOLO

L'estradiolo è il pi? attivo tra gli estrogeni endogeni; prodotto nell'ovaio (e, in misura molto minore, nel surrene) a partire dal testosterone in risposta alle gonadotropine ipofisarie, l'E2 viene trasportato in circolo dalla SHBG (sex hormon binding globulin) ed a livello epatico viene coniugato o trasformato in estriolo (E3). L'estradiolo (come gli altri estrogeni) induce la maturazione ed il trofismo dei caratteri sessuali femminili a partire dalla pubert?; durante il ciclo mestruale, la produzione di E2 è bifasica, con un primo picco a met? ciclo ed un secondo nella successiva fase luteale. Nel maschio, durante la pubert?, l'E2 pu? aumentare in conseguenza della trasformazione del testosterone in estradiolo a livello dei tessuti periferici.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

ETANOLO

L' alcool etilico è normalmente presente in concentrazioni variabili nel sangue e nelle urine poich? viene regolarmente introdotto nella dieta (vino, birra, liquori). è impiegato nell'industria come solvente e in processi di sintesi chimica. La quota assorbita nel corso di esposizioni professionali si somma a quella endogena determinando un innalzamento rispetto ai valori normali. Nonostante la metabolizzazione che consegue al suo assorbimento, una quota dell'alcool resta immodificata e pu? essere rilevata nel sangue e nelle urine, rendendo possibile il monitoraggio biologico dell'esposizione

Tempi di Consegna

5 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

Non occorre il digiuno

FARINGE, ESAME COLTURALE

Ricerche batteriologiche non mirate non trovano indicazione per l'elevata presenza di flora polimicrobica residente in questa sede. La ricerca colturale del secreto faringeo è eseguita per dimostrare la presenza di Streptococco beta emolitico di gruppo A (Streptococcus pyogenes) che è presente nelle vie aeree ed è agente di infezioni localizzate come faringo-tonsillite nei bambini con un picco tra i 5 e i 15 anni, infezioni localizzate con manifestazioni a distanza (scarlattina), infezioni generalizzate (sepsi, endocarditi) e infezioni a distanza post.streptococciche ( malattia reumatica e gromerulonefrite acuta). Ricordiamo che oltre il 40%, delle faringo-tonsilliti è causata da virus con una sintomatologia indistinguibile dalle forme batteriche.

Tempi di Consegna

3 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

In assenza di specifiche richieste del medico curante si consiglia di non effettuare l'esame in corso di terapia antibiotica. Far trascorrere almeno 7 giorni dall'ultima assunzione di antibiotico.

FATTORE REUMATOIDE

Il Fattore Reumatoide consiste in autoanticorpi, solitamente di classe M (IgM). Il fattore reumatoide è presente nell'artrite reumatoide, nella sindrome di Sjogren, nella sclerodermia, nella dermatomiosite, ma anche nella malattia di Waldenstrom e nella sarcoidosi.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

FECI, ESAME COLTURALE

Per coprocoltura si intende la ricerca nelle feci di batteri responsabili di infezioni gastrointestinali che si manifestano il pi? spesso con sintomi diarroici, dolori addominali, e, talvolta con vomito e febbre. Numerose sono le specie batteriche responsabili e complessa è la scelta delle indagini, per tale motivo è importante ottenere informazioni di tipo clinico e anamnestico per indirizzare la scelta delle metodiche diagnostiche pi? idonee. Un'indagine di routine che volesse prendere in considerazione tutti i possibili patogeni intestinali non risulta giustificata. In pratica, alla semplice richiesta routinaria di coprocoltura si eseguono le ricerche di Salmonella, Shigella e Campylobacter, che sono nel nostro Paese i batteri pi? comunemente in causa nelle forme diarroiche. In alcuni casi particolari (enterocolite) viene effettuata la ricerca di Yersinia.

Tempi di Consegna

5 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

L'emissione deve essere spontanea senza l'ausilio di supposte e/o lassativi. In assenza di specifica richiesta del medico curante non eseguire in caso di terapia antibiotica, far trascorrere almeno 7 giorni dall'ultima assunzione di antibiotico.

FENOBARBITAL

Il fenobarbital è un farmaco della classe dei barbiturici ampiamente utilizzato nelle epilessie. Il suo meccanismo d'azione è legato ad un potenziamento dell'azione inibitoria del Gaba (acido gamma amino butirrico) ed ad una riduzione degli effetti eccitatori del glutammato. Ben assorbito dopo somministrazione orale, viene metabolizzato dal fegato con effetti di induzione enzimatica. Esiste una buona corrispondenza tra dose somministrata e concentrazione plasmatica. Gli effetti tossici sono soprattutto a carico del Sistema Nervoso Centrale (sonnolenza, agitazione, confusione, atassia, letargia). Pu? anche provocare ipotensione e depressione respiratoria.

Tempi di Consegna

3 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti. Nel controllo periodico della concentrazione ematica del farmaco, al fine di rendere confrontabili i valori ottenuti nel tempo, occorre sottoporsi al prelievo sempre alla stessa distanza di ore dall'assunzione del farmaco stesso.

FERRITINA

La ferritina è una proteina formata da 24 subunit? che, nel loro insieme, delimitano una cavit? all'interno della quale si possono trovare migliaia di atomi di ferro sotto forma di ossido ferrico (Fe+++). La ferritina privata del ferro si chiama apoferritina. La ferritina è presente in quasi tutti i tessuti ma principalmente nel fegato, milza e midollo osseo. Nelle cellule della mucosa intestinale il suo ruolo della ferritina è quello di permettere il deposito temporaneo del ferro assorbito e di regolarne il rilascio nel sangue; in condizioni di deficienza di ferro, la cellula intestinale sintetizza poca apoferritina e pertanto gran parte del ferro assorbito passa direttamente in circolo; quando l'organismo dispone gi? di un eccesso di ferro, la cellula intestinale sintetizza molta apoferritina in modo da immagazzinare l'ulteriore ferro assorbito, ferro sotto forma di ferritina, fino al momento in cui la cellula desquamer? nel lume intestinale, impedendo cos? un pericoloso accumulo di ferro nei tessuti. La ferritina presente all'interno delle cellule è in equilibrio con quella presente nel siero e pertanto la quantit? di quest'ultima è direttamente proporzionale alle riserve tissutali di ferro, tanto da poter dire che ugni ng/mL di ferritina sierica corrisponde a 8 mg di ferro immagazzinato nei tessuti. Occorre per? ricordare come la ferritina sierica sia anche un indicatore di flogosi e di diversi tumori. Un marcato aumento della ferritina nel siero è caratteristico dell'emocromatosi, malattia causata da un abnorme deposito di ferro, condizione frequente nei politrasfusi. Aumenti pi? contenuti della ferritina sierica possono essere causati da epatopatie, neoplasie (leucemie, morbi di Hodgkin, carcinoma mammario), infiammazioni acute e croniche. Una diminuzione della ferritina sierica è di norma associata ad anemia da carenza di ferro.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

FERRO

Il ferro è indispensabile per la formazione dell'eme (emoglobina, mioglobina, citocromo). Assorbito a livello intestinale dopo essere stato ridotto da F3+ a F2+ , viene temporaneamente immagazzinato nella ferritina delle cellule della mucosa intestinale per essere poi rilasciato nel sangue dove viene dapprima riossidato a F3+ (ad opera della ceruloplasmina) e poi catturato dalla transferrina per essere distribuito alle cellule.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

FIBRINOGENO

Il fibrinogeno è una glicoproteina, sintetizzata dal fegato, che svolge un ruolo fondamentale nel processo della coagulazione. Nelle prime fasi della coagulazione rappresenta il substrato fisiologico della trombina che lo trasforma in fibrina. La concentrazione del fibrinogeno aumenta nei processi infiammatori, gravidanza, ustioni, dopo interventi chirurgici, neoplasie, post-menopausa. Tassi diminuiti possono essere congeniti (ipo o afibrinogenemia) o acquisiti (epatopatie, disprotidemia, coagulazione intravascolare disseminata - CID).

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

FOLATI

L'Acido Folico (Ac. Pteroilglutammico) deriva il nome dall'essere contenuto, prevalentemente sotto forma di poliglutammati, in alcuni vegetali a foglia larga. Dopo l'idrolisi dei poliglutammati nel tratto digerente, viene assorbito a livello del digiuno prossimale. Il suo fabbisogno giornaliero va dai 50 ai 100 microg/die. Le sue riserve epatiche sono molto labili e possono rapidamente esaurirsi nel caso di scarso apporto nutrizionale. L'Acido Folico svolge un ruolo essenziale nella sintesi delle basi puriniche e pirimidiniche; di conseguenza una sua carenza comporta una ridotta sintesi di DNA. L'Ac. Folico interviene anche nella sintesi dell'amino-acido metionina a partire dall'omocisteina in presenza di Vitamina B12. Un deficit di Acido Folico determina anemia megaloblastica a causa della ridotta sintesi di cellule a rapido turnover come quelle della linea ematopoietica. Carenze dell'Acido Folico possono essere dovute o ad aumentato fabbisogno (gravidanza, allattamento, crescita, tumori, infezioni) o a ridotto apporto nutritivo (malnutrizione, alcolismo) oppure a malassorbimento (celiachia, sprue, malattia infiammatoria intestinale, resezioni intestinali). Nei primi mesi di gravidanza la somministrazione giornaliera di Ac. Folico risulta molto utile nella prevenzione dei difetti del tubo neurale (anencefalia, spina bifida).

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

FOLLITROPINA

L'ormone follicolo stimolante è un ormone dell'ipofisi anteriore la cui produzione è regolata dall'ipotalamo attraverso il FSH-LH releasing factor (o GnRH). L'FSH è una glicoproteina costituita da due catene delle quali una, la ?, è in comune con il TSH e l'LH ed attiva l'adenilato-ciclasi, mentre l'altra, la &#946;, è specifica per i recettori dell'organo bersaglio. Nella femmina, l'FSH induce la maturazione dei follicoli ovarici e la secrezione degli estrogeni mentre nel maschio stimola la spermatogenesi.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

FOSFATASI ACIDA TOTALE

Di scarso significato clinico, questo enzima intracellulare è presente nella prostata ma anche nei globuli rossi, nelle piastrine, nel fegato, nella milza e nei muscoli. Un tempo veniva utilizzato per la diagnostica del carcinoma della prostata.

Tempi di Consegna

3 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

FOSFATASI ALCALINA

Si tratta di un enzima intracellulare presente in vari tessuti (fegato, osso) in differenti isoforme che il test è in grado di riconoscere. Serve a valutare la composizione percentuale delle frazioni di fosfatasi alcalina di origine epatica, ossea e di altri tessuti. I diversi isoenzimi derivano dalla diversa glicosilazione di uno stesso prodotto genico (epatico, osseo, renale) oppure di geni distinti (intestinale, placentare). Nel siero di un soggetto adulto normale sono presenti circa in ugual quantit? la frazione epatica e quella ossea. Nei bambini e nei soggetti con elevata attivit? osteblastica prevale la frazione ossea. Nelle affezioni epatiche aumenta la frazione epatica e, nel caso di ittero ostruttivo, quella biliare. Nella gravidanza è presente l'isoenzima placentare, identico a una forma espressa in alcuni tumori (carcinoplacentare).

Tempi di Consegna

5 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

FOSFATURIA

Il fosforo è contenuto principalmente nell'osso (80%,), nei muscoli e nei liquidi organici; nel sangue è presente nei globuli rossi e nel plasma, in forma sia inorganica che organica. Viene misurata la concentrazione della frazione inorganica. Assorbito nel primo tratto dell'intestino, il fosforo è eliminato principalmente per via renale ma anche con le feci; nel rene, dopo la filtrazione glomerulare, il fosforo viene riassorbito a livello tubulare sotto il controllo del paratormone e della calcitonina (riduzione del riassorbimento) e dell'ormone somatotropo (aumento del riassorbimento). La concentrazione dei fosfati deve rimanere in equilibrio con quella del calcio (il prodotto dei due ioni deve rimanere costante) ed è regolata principalmente dal paratormone. Un aumento del fosforo sierico è causato da ipoparatiroidismo, ipervitaminosi D, insufficienza renale cronica, acromegalia. Una diminuzione del fosforo sierico è causata da ipopituitarismo infantile, iperparatiroidismo, ipovitaminosi D. Un aumento dell'escrezione urinaria di fosforo è causata da iperparatiroidismo, eccessivo apporto dietetico, osteolisi. Una diminuzione dell'escrezione urinaria di fosforo è causata da crescita, gravidanza, allattamento, ridotto apporto dietetico.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

FOSFOREMIA

Il fosforo è contenuto principalmente nell'osso (80%,), nei muscoli e nei liquidi organici; nel sangue è presente nei globuli rossi e nel plasma, in forma sia inorganica che organica. Viene misurata la concentrazione della frazione inorganica. Assorbito nel primo tratto dell'intestino, il fosforo è eliminato principalmente per via renale ma anche con le feci; nel rene, dopo la filtrazione glomerulare, il fosforo viene riassorbito a livello tubulare sotto il controllo del paratormone e della calcitonina (riduzione del riassorbimento) e dell'ormone somatotropo (aumento del riassorbimento). La concentrazione dei fosfati deve rimanere in equilibrio con quella del calcio (il prodotto dei due ioni deve rimanere costante) ed è regolata principalmente dal paratormone. Un aumento del fosforo sierico è causato da ipoparatiroidismo, ipervitaminosi D, insufficienza renale cronica, acromegalia. Una diminuzione del fosforo sierico è causata da ipopituitarismo infantile, iperparatiroidismo, ipovitaminosi D. Un aumento dell'escrezione urinaria di fosforo è causata da iperparatiroidismo, eccessivo apporto dietetico, osteolisi. Una diminuzione dell'escrezione urinaria di fosforo è causata da crescita, gravidanza, allattamento, ridotto apporto dietetico.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

FOSFOREMIA

Il fosforo è contenuto principalmente nell'osso (80%,), nei muscoli e nei liquidi organici; nel sangue è presente nei globuli rossi e nel plasma, in forma sia inorganica che organica. Viene misurata la concentrazione della frazione inorganica. Assorbito nel primo tratto dell'intestino, il fosforo è eliminato principalmente per via renale ma anche con le feci; nel rene, dopo la filtrazione glomerulare, il fosforo viene riassorbito a livello tubulare sotto il controllo del paratormone e della calcitonina (riduzione del riassorbimento) e dell'ormone somatotropo (aumento del riassorbimento). La concentrazione dei fosfati deve rimanere in equilibrio con quella del calcio (il prodotto dei due ioni deve rimanere costante) ed è regolata principalmente dal paratormone. Un aumento del fosforo sierico è causato da ipoparatiroidismo, ipervitaminosi D, insufficienza renale cronica, acromegalia. Una diminuzione del fosforo sierico è causata da ipopituitarismo infantile, iperparatiroidismo, ipovitaminosi D. Un aumento dell'escrezione urinaria di fosforo è causata da iperparatiroidismo, eccessivo apporto dietetico, osteolisi. Una diminuzione dell'escrezione urinaria di fosforo è causata da crescita, gravidanza, allattamento, ridotto apporto dietetico.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

FOSFORO

Il fosforo è contenuto principalmente nell'osso (80%,), nei muscoli e nei liquidi organici; nel sangue è presente nei globuli rossi e nel plasma, in forma sia inorganica che organica. Viene misurata la concentrazione della frazione inorganica. Assorbito nel primo tratto dell'intestino, il fosforo è eliminato principalmente per via renale ma anche con le feci; nel rene, dopo la filtrazione glomerulare, il fosforo viene riassorbito a livello tubulare sotto il controllo del paratormone e della calcitonina (riduzione del riassorbimento) e dell'ormone somatotropo (aumento del riassorbimento). La concentrazione dei fosfati deve rimanere in equilibrio con quella del calcio (il prodotto dei due ioni deve rimanere costante) ed è regolata principalmente dal paratormone. Un aumento del fosforo sierico è causato da ipoparatiroidismo, ipervitaminosi D, insufficienza renale cronica, acromegalia. Una diminuzione del fosforo sierico è causata da ipopituitarismo infantile, iperparatiroidismo, ipovitaminosi D. Un aumento dell'escrezione urinaria di fosforo è causata da iperparatiroidismo, eccessivo apporto dietetico, osteolisi. Una diminuzione dell'escrezione urinaria di fosforo è causata da crescita, gravidanza, allattamento, ridotto apporto dietetico

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

FOSTATASI ALCALINA, ISOENZIMI

Si tratta di un enzima intracellulare presente in vari tessuti (fegato, osso) in differenti isoforme che il test è in grado di riconoscere. Serve a valutare la composizione percentuale delle frazioni di fosfatasi alcalina di origine epatica, ossea e di altri tessuti. I diversi isoenzimi derivano dalla diversa glicosilazione di uno stesso prodotto genico (epatico, osseo, renale) oppure di geni distinti (intestinale, placentare). Nel siero di un soggetto adulto normale sono presenti circa in ugual quantit? la frazione epatica e quella ossea. Nei bambini e nei soggetti con elevata attivit? osteblastica prevale la frazione ossea. Nelle affezioni epatiche aumenta la frazione epatica e, nel caso di ittero ostruttivo, quella biliare. Nella gravidanza è presente l'isoenzima placentare, identico a una forma espressa in alcuni tumori (carcinoplacentare).

Tempi di Consegna

5 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

COMPLEMENTO FRAZIONE C4

Il componente C4 partecipa alla via classica di attivazione della cosiddetta cascata del complemento, una serie di reazioni enzimatiche a catena che si attiva in difesa dell'organismo in condizioni infiammatorie e che porta ad una serie di effetti biologici tra i quali il pi? importante è la lisi cellulare. C4 viene sintetizzato principalmente dal fegato. C4 aumenta nelle reazioni di fase acuta ed in alcuni tumori maligni, mentre diminuisce nelle malattie da immunocomplessi circolanti, nell'angioedema e nelle glomerulo nefriti.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

FRAZIONI COLESTEROLO LDL

Le lipoproteine a bassa densit? (LDL o Low Density Lipoprotein) sono divisibili in 7 frazioni (o sottopopolazioni) sulla base del loro diametro, che varia dai 230 ai 280 Armstrong. Come tutte le lipoproteine, le LDL sono formate da un ?guscio? idrofilico (costituito da colesterolo libero, proteine e fosfolipidi) che racchiude le molecole idrofobiche (colesterolo esterificato e trigliceridi) che altrimenti non potrebbero circolare nel sangue. Nelle LDL, prevalgono le molecole idrofobiche (e questo spiega la loro bassa densit?) mentre la componente proteica del ?guscio? è la apolipoproteina B. Le LDL di dimensione pi? ridotta, complessate con l'enzima fosfolipasi, riescono ad attraversare i micropori dell'intima (il foglietto cellulare che riveste internamente le arterie) depositandosi nello strato sottostante; qui la fosfolipasi ossida le LDL generando lisofosfatidilcolina e acidi grassi ossidati che, a loro volta, scatenano una risposta infiammatoria richiamando i monociti. I monociti richiamati si trasformano in macrofagi, fagocitano le LDL ossidate e diventano cos? quelle cellule schiumose che sono alla base della formazione e dell'aumento delle placche ateromatose, la rottura delle quali provoca, infine, l'evento trombotico e la conseguente ischemia. Pertanto, pi? aumenta la presenza di LDL di piccolo diametro e maggiore è il rischio di ischemia miocardica; il test calcola il diametro medio delle LDL nel loro complesso, che pertanto diminuisce nel caso di un aumento relativo delle frazioni pi? piccole.

Tempi di Consegna

8 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di 12 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti. Si raccomanda, nei giorni che precedono il prelievo di mantenere una dieta quanto pi? possibile abituale.

FRUTTOSAMINA

Per fruttosamina si intende l'insieme delle proteine sieriche glicosilate. A differenza dell'emoglobina glicata, rispecchia il valore medio della glicemia nelle ultime 3 settimane precedenti il prelievo.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

FSH

L'ormone follicolo stimolante è un ormone dell'ipofisi anteriore la cui produzione è regolata dall'ipotalamo attraverso il FSH-LH releasing factor (o GnRH). L'FSH è una glicoproteina costituita da due catene delle quali una, la ?, è in comune con il TSH e l'LH ed attiva l'adenilato-ciclasi, mentre l'altra, la &#946;, è specifica per i recettori dell'organo bersaglio. Nella femmina, l'FSH induce la maturazione dei follicoli ovarici e la secrezione degli estrogeni mentre nel maschio stimola la spermatogenesi.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

FT3

T3 è un ormone sintetizzato nelle cellule epiteliali periacinose della tiroide a partire da residui tirosinici mono- e di-iodurati (MIT e DIT) della tireoglobulina; una volta sintetizzato, T3 resta legato alla tireoglobulina finchè il TSH stimola il suo distacco ed il suo conseguente rilascio nel sangue. Nel sangue, T3 viene trasportato in circolo da una specifica proteina denominata TBG (Thyroxine Binging Globulin) ma anche, in misura minore, dall'albumina e dalla pre-albumina, mentre una quota rimane libera (FT3) ed è proprio questa che è funzionalmente attiva. La determinazione dell'FT3 è senz'altro l'esame pi? appropriato per approfondire una diminuzione del TSH

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

FT4

T4 è un ormone sintetizzato nelle cellule epiteliali periacinose della tiroide a partire da 2 residui tirosinici di-iodurati (DIT) della tireoglobulina; una volta sintetizzato, T4 resta legato alla tireoglobulina finchè il TSH stimola il suo distacco ed il suo conseguente rilascio nel sangue. Nel sangue, T4 viene trasportato in circolo da una specifica proteina denominata TBG (Thyroxine Binging Globulin) ma anche, in misura minore, dall'albumina e dalla pre-albumina, mentre una quota rimane libera (FT4) e pu? raggiungere i tessuti periferici dove T4 viene convertito in T3. La determinazione dell'FT4 è senz'altro l'esame pi? appropriato per approfondire un aumento del TSH.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

G6PDH

La G6PDH è un enzima coinvolto nel catabolismo del glucosio attraverso il cosiddetto shunt degli esomonofosfati. La carenza di questo enzima, determinata su base genetica, è alla base di crisi emolitiche che seguono all'ingestione di alcune classi di farmaci e di alimenti (favismo).

Tempi di Consegna

3 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti. Il paziente non deve essere stato sottoposto a recente trasfusione.

GAD, ANTICORPI ANTI

Gli anticorpi anti GAD sono anticorpi che si riscontrano precocemente nei pazienti con diabete insulino-dipendente (tipo I). Esistono due isoforme di GAD, ma solo quella di 65 kDa (GAD II) è stata correlata al diabete. Gli anticorpi anti-GAD sono anche utilizzati nello screening di soggetti a rischio (parenti di I grado di pazienti affetti da diabete insulino-dipendente) potendo comparire anche in una fase pre-clinica della malattia. Gli anti-GAD possono essere utili nel follow-up di pazienti affetti da diabete di tipo II a rischio di evoluzione verso una insulino-dipendenza, c.d. LADA (latent autoimmune diabete in adults).

Tempi di Consegna

20 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

GAMMA GLUTAMIL TRANSPEPTIDASI

La ?GT (gamma glutami trans peptidasi o GGT) è un enzima che favorisce il trasferimento del gruppo ?-glutammile da un ?-glutammilpeptide a un altro peptide o ad un aminoacido. La ?GT è presente in molti tessuti ma soprattutto nelle cellule dei tubulo renale, nel pancreas e nel fegato; in effetti, sono soprattutto le epatopatie con stasi biliare a causare un aumento della sintesi di questo enzima che viene quindi rilasciato nel sangue. Aumenti della ?GT sierica possono essere causati da nefropatie (neoplasie renali, sindrome nefrosica, nefropatia diabetica) e da pancreopatie ( carcinoma del pancreas, pancreatite cronica). La ?GT è un enzima che pu? essere oggetto di induzione (induzione enzimatica): particolari sostanze infatti (vedi sotto, avvertenze/interferenze), quando assunte cronicamente, sono in grado di aumentare la sintesi di questo enzima e, quindi, il suo rilascio nel sangue. Anche l'ipertiroidismo e la gravidanza possono essere causa di aumento della ?GT.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

GARDENAL

Il fenobarbital è un farmaco della classe dei barbiturici ampiamente utilizzato nelle epilessie. Il suo meccanismo d'azione è legato ad un potenziamento dell'azione inibitoria del Gaba (acido gamma amino butirrico) ed ad una riduzione degli effetti eccitatori del glutammato. Ben assorbito dopo somministrazione orale, viene metabolizzato dal fegato con effetti di induzione enzimatica. Esiste una buona corrispondenza tra dose somministrata e concentrazione plasmatica. Gli effetti tossici sono soprattutto a carico del Sistema Nervoso Centrale (sonnolenza, agitazione, confusione, atassia, letargia). Pu? anche provocare ipotensione e depressione respiratoria.

Tempi di Consegna

3 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti. Nel controllo periodico della concentrazione ematica del farmaco, al fine di rendere confrontabili i valori ottenuti nel tempo, occorre sottoporsi al prelievo sempre alla stessa distanza di ore dall'assunzione del farmaco stesso.

GGT

La ?GT (gamma glutami trans peptidasi o GGT) è un enzima che favorisce il trasferimento del gruppo ?-glutammile da un &#947;-glutammilpeptide a un altro peptide o ad un aminoacido. La ?GT è presente in molti tessuti ma soprattutto nelle cellule dei tubulo renale, nel pancreas e nel fegato; in effetti, sono soprattutto le epatopatie con stasi biliare a causare un aumento della sintesi di questo enzima che viene quindi rilasciato nel sangue. Aumenti della ?GT sierica possono essere causati da nefropatie (neoplasie renali, sindrome nefrosica, nefropatia diabetica) e da pancreopatie ( carcinoma del pancreas, pancreatite cronica). La ?GT è un enzima che pu? essere oggetto di induzione (induzione enzimatica): particolari sostanze infatti (vedi sotto, avvertenze/interferenze), quando assunte cronicamente, sono in grado di aumentare la sintesi di questo enzima e, quindi, il suo rilascio nel sangue. Anche l'ipertiroidismo e la gravidanza possono essere causa di aumento della ?GT.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

GH

Il GH è un ormone dell'ipofisi anteriore la cui produzione è sotto controllo ipotalamico, essendo stimolata dal SRF (somatotropin releasing factor) ed inibita dal SIF (somatotropin inhibiting factor). Il GH stimola la sintesi proteica favorendo l'assorbimento cellulare degli aminoacidi e la loro incorporazione nelle proteine e quindi l'accrescimento corporeo. Il GH esplica le sue azioni attraverso peptidi denominati complessivamente somatomedine, prodotte dal fegato per influenza del GH stesso. Alcune somatomedine (IGF-I e IGF-II) esplicano un'azione insulino simile.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Prima di sottoporsi al prelievo il paziente deve stare a riposo (seduto) per almeno mezz'ora.

GICA

Il GICA (Gastrointestinal Cancer Antigen o CA 19-9) è un Antigene glicoproteico non rilevabile nel siero di soggetti sani. E? attualmente impiegato nella diagnosi differenziale delle malattie pancreatiche e come Marker di Carcinoma pancreatico (anche in fase precoce) e gastrointestinale; valori aumentati sono stati finora riscontrati anche in occasione di altri tumori epiteliali, polmonari e mammari, ma con scarsa sensibilit?. Il GICA si è inoltre dimostrato utile nel monitoraggio di pazienti portatori di carcinomi rettocolici e nell? individuazione delle recidive.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

GLIADINA, ANTICORPI ANTI

4 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Tempi di Consegna

La malattia celiaca (M.C.) è una enteropatia che colpisce soprattutto il tratto prossimale dell'intestino tenue provocando malassorbimento. Essa è causata da un'intolleranza al glutine, contenuta nel frumento ed in altri cereali. Gli anticorpi antigliadina (AGA) sono immunoglobuline di tipo IgA/IgG e si affiancano agli anticorpi antiendomisio (EMA) e antitransglutaminasi (TGA) nella diagnostica sierologica della M.C. Gli AGA sono rivolti contro la gliadina, una frazione solubile del glutine, sono abbastanza sensibili ma hanno minore specificit? degli EMA e dei TGA, risultando pi? utili nel monitoraggio della terapia di eliminazione del glutine.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

GLICEMIA

Il glucosio e gli altri monosaccaridi (es. galattosio, fruttosio) sono assorbiti a livello della regione digiunale dell'intestino e sono immessi nel circolo portale e portati al fegato; qui, gli altri monosaccaridi sono comunque trasformati in glucosio che, se in eccesso, viene convertito in glicogeno oppure viene immesso in circolo per soddisfare le esigenze energetiche dell'organismo. Il glucosio trasportato dal sangue entra nelle cellule dei vari tessuti; in particolare, entra indipendentemente dall'insulina, nelle cellule epatiche, nervose e nei globuli rossi, mentre per entrare nelle cellule degli altri tessuti (es. muscolo, tessuto adiposo) deve intervenire l'insulina. La carenza, relativa o assoluta, di insulina è alla base del diabete mellito, caratterizzato da una glicemia elevata per l'incapacit?, appunto, di fare entrare il glucosio nelle cellule. Un aumento del glucosio sierico, oltre che nel diabete mellito, pu? essere riscontrato anche nelle seguenti condizioni: esercizio fisico estremo, shock, ustioni, feocromocitoma, tireotossicosi, acromegalia, sindrome di Cushing, glucagonoma, somatostatinoma, pancreatite, epatopatie croniche, nefropatie croniche, insufficienza di vitamina B1. Una diminuzione del glucosio nel siero pu? essere riscontrata anche nelle seguenti condizioni: tumori del pancreas, gravi epatopatie tossiche, ipopituitarismo, ipotiroidismo, malattia di Addison, resezioni gastriche.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di 12 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Evitare alcolici e fumo. &nbsp;Si raccomanda, nei giorni che precedono il prelievo, di mantenere una dieta quanto pi? possibile abituale. E' necessario evitare un intenso esercizio fisico nelle 8-12 ore che precedono il prelievo.

GLICEMIA ORARIA

Il profilo glicemico consiste nella misurazione del glucosio in vari momenti di una normale giornata di un paziente diabetico. Normalmente la prova viene richiesta quando si sospetta un insufficiente controllo della glicemia da parte del farmaco (vedi anche emoglobina glicata). Le cause possono essere varie: la dose del farmaco non è pi? sufficiente per compensare la carenza di insulina, il paziente ha variato le calorie delle sua dieta o non assume regolarmente il farmaco. Appunto per questo il paziente deve comportarsi come al suo solito, senza variare non solo l'apporto dietetico ma anche l'orario dei pasti e dell'assunzione del farmaco e l'attivit? fisica.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di 12 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Evitare alcolici e fumo. &nbsp;Si raccomanda, nei giorni che precedono il prelievo di mantenere una dieta quanto pi? possibile abituale. E' necessario evitare un intenso esercizio fisico nelle 8-12 ore che precedono il prelievo e comunque è necessario evitare qualunque attivit? non abituale. Durante l'esecuzione della glicemia frazionata, il paziente insulino-dipendente o sottoposto a terapia con antidiabetici orali non deve interrompere le somministrazioni.

GLUCOSIO

Il glucosio e gli altri monosaccaridi (es. galattosio, fruttosio) sono assorbiti a livello della regione digiunale dell'intestino e sono immessi nel circolo portale e portati al fegato; qui, gli altri monosaccaridi sono comunque trasformati in glucosio che, se in eccesso, viene convertito in glicogeno oppure viene immesso in circolo per soddisfare le esigenze energetiche dell'organismo. Il glucosio trasportato dal sangue entra nelle cellule dei vari tessuti; in particolare, entra indipendentemente dall'insulina, nelle cellule epatiche, nervose e nei globuli rossi, mentre per entrare nelle cellule degli altri tessuti (es. muscolo, tessuto adiposo) deve intervenire l'insulina. La carenza, relativa o assoluta, di insulina è alla base del diabete mellito, caratterizzato da una glicemia elevata per l'incapacit?, appunto, di fare entrare il glucosio nelle cellule. Un aumento del glucosio sierico, oltre che nel diabete mellito, pu? essere riscontrato anche nelle seguenti condizioni: esercizio fisico estremo, shock, ustioni, feocromocitoma, tireotossicosi, acromegalia, sindrome di Cushing, glucagonoma, somatostatinoma, pancreatite, epatopatie croniche, nefropatie croniche, insufficienza di vitamina B1. Una diminuzione del glucosio nel siero pu? essere riscontrata anche nelle seguenti condizioni: tumori del pancreas, gravi epatopatie tossiche, ipopituitarismo, ipotiroidismo, malattia di Addison, resezioni gastriche.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di 12 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Evitare alcolici e fumo. &nbsp;Si raccomanda, nei giorni che precedono il prelievo, di mantenere una dieta quanto pi? possibile abituale. E' necessario evitare un intenso esercizio fisico nelle 8-12 ore che precedono il prelievo.

GLUCOSIO FRAZIONATO

Il profilo glicemico consiste nella misurazione del glucosio in vari momenti di una normale giornata di un paziente diabetico. Normalmente la prova viene richiesta quando si sospetta un insufficiente controllo della glicemia da parte del farmaco (vedi anche emoglobina glicata). Le cause possono essere varie: la dose del farmaco non è pi? sufficiente per compensare la carenza di insulina, il paziente ha variato le calorie delle sua dieta o non assume regolarmente il farmaco. Appunto per questo il paziente deve comportarsi come al suo solito, senza variare non solo l'apporto dietetico ma anche l'orario dei pasti e dell'assunzione del farmaco e l'attivit? fisica.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di 12 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Evitare alcolici e fumo. &nbsp;Si raccomanda, nei giorni che precedono il prelievo di mantenere una dieta quanto pi? possibile abituale. E' necessario evitare un intenso esercizio fisico nelle 8-12 ore che precedono il prelievo e comunque è necessario evitare qualunque attivit? non abituale. Durante l'esecuzione della glicemia frazionata, il paziente insulino-dipendente o sottoposto a terapia con antidiabetici orali non deve interrompere le somministrazioni.

GLUCOSIO, CURVA DA CARICO

La curva da carico (OGTT o Oral Glucose Tolerance Test) consiste nel misurare la concentrazione ematica di glucosio prima e dopo la somministrazione orale di una certa quantit? di glucosio: normalmente, l'organismo reagisce al rapido aumento della glicemia con una increzione di insulina che impedisce al glucosio di oltrepassare, al tempo prefissato, il livello soglia relativo alla quantit? somministrata; il superamento del livello soglia indica invece una ridotta tolleranza al glucosio (IGT o Impaired Glucose Tolerance) e cioè una iniziale carenza relativa di insulina che potrebbe evolvere in diabete. Tipicamente, la OGTT viene richiesta quando la glicemia a digiuno è compresa tra i 110 ed i 126 mg/dL (vedi glucosio) oppure nelle gravide (specialmente se in sovrappeso). La dose standard di glucosio da somministrare è di 75 g ed il secondo prelievo viene effettuato dopo 120 minuti. Nelle gravide alla prima visita la dose è di 50 g ed il secondo prelievo è dopo 60 minuti (cosiddetta minicurva); se il risultato è patologico, viene ripetuta con 75 g e vengono eseguiti 3 prelievi, basale, 60 e 120 minuti, rispettivamente.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

Osservare un digiuno di almeno 8 ore. E' ammessa solo acqua. Dopo il primo prelievo (basale) occorre rimanere seduti, senza mangiare, bere e fumare, fino all'esecuzione dei successivi prelievi.

GLUCOSIO, PROFILO GIORNALIERO (glicemia frazionata)

Il profilo glicemico consiste nella misurazione del glucosio in vari momenti di una normale giornata di un paziente diabetico. Normalmente la prova viene richiesta quando si sospetta un insufficiente controllo della glicemia da parte del farmaco (vedi anche emoglobina glicata). Le cause possono essere varie: la dose del farmaco non è pi? sufficiente per compensare la carenza di insulina, il paziente ha variato le calorie delle sua dieta o non assume regolarmente il farmaco. Appunto per questo il paziente deve comportarsi come al suo solito, senza variare non solo l'apporto dietetico ma anche l'orario dei pasti e dell'assunzione del farmaco e l'attivit? fisica.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di 12 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Evitare alcolici e fumo. Si raccomanda, nei giorni che precedono il prelievo di mantenere una dieta quanto pi? possibile abituale. E' necessario evitare un intenso esercizio fisico nelle 8-12 ore che precedono il prelievo e comunque è necessario evitare qualunque attivit? non abituale. Durante l'esecuzione della glicemia frazionata, il paziente insulino-dipendente o sottoposto a terapia con antidiabetici orali non deve interrompere le somministrazioni.

GLUCOSIO-6-FOSFATO DEIDROGENASI

La G6PDH è un enzima coinvolto nel catabolismo del glucosio attraverso il cosiddetto shunt degli esomonofosfati. La carenza di questo enzima, determinata su base genetica, è alla base di crisi emolitiche che seguono all'ingestione di alcune classi di farmaci e di alimenti (favismo).

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Il paziente non deve essere stato sottoposto a recente trasfusione.

GONADOTROPINA CORIONICA UMANA

La gonadotropina corionica è prodotta dalla placenta, con la funzione di prolungare la vita del corpo luteo nei primi tempi della gravidanza; è gi? dimostrabile nel siero dopo 8-10 giorni dalla fecondazione e poco dopo anche nelle urine. Nel siero della gravida, la quantit? di HCG aumenta in modo esponenziale, raddoppiando ogni 2 giorni. Aumenti di HCG si possono riscontrare nei tumori delle cellule germinali del testicolo e in alcune neoplasie non trofoblastiche (ovaio, cervice, tratto gastro-intestinale, polmone).

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

GONADOTROPINA CORIONICA UMANA

La gonadotropina corionica è prodotta dalla placenta, con la funzione di prolungare la vita del corpo luteo nei primi tempi della gravidanza; è gi? dimostrabile nel siero dopo 8-10 giorni dalla fecondazione e poco dopo anche nelle urine. Nel siero della gravida, la quantit? di HCG aumenta in modo esponenziale, raddoppiando ogni 2 giorni. Aumenti di HCG si possono riscontrare nei tumori delle cellule germinali del testicolo e in alcune neoplasie non trofoblastiche (ovaio, cervice, tratto gastro-intestinale, polmone).

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

GOT

Le transaminasi sono enzimi che catalizzano il trasferimento di un gruppo aminico da un aminoacido a un chetoacido; questa reazione, detta di deaminazione, consente di degradare il gruppo aminico degli aminoacidi in eccesso ad ammoniaca. In effetti, al contrario degli acidi grassi e degli zuccheri, gli aminoacidi in eccesso non possono essere accumulati nel nostro organismo ma devono essere trasformati in energia e la deaminazione è il primo passo di questo ?smontaggio? degli aminoacidi. Dal punto di vista clinico sono importanti due transaminasi: l'aspartato amino transferasi (AST) e la alanina amino transferasi (ALT). L'aspartato amino-transferasi catalizza il trasferimento del gruppo aminico dall'aspartato (un aminoacido) all'?-chetoglutarato (un chetoacido) ed è presente in vari tessuti ma la sua massima concentrazione è raggiunta nel fegato, nel cuore e nel muscolo scheletrico. Nelle affezioni che causano una necrosi cellulare di questi tessuti, l'AST viene liberata nel torrente circolatorio dove la sua concentrazione aumenta. Un aumento dell'AST nel siero pu? essere pertanto riscontrato nelle seguenti condizioni: epatite acuta (infettiva, tossica), epatite cronica, ittero ostruttivo, metastasi epatiche, infarto miocardico, rabdomiolisi (cioè necrosi delle cellule muscolari scheletriche) traumatica o da farmaci, ipotiroidismo, infarto intestinale da occlusione. Quando le cellule danneggiate sono quelle cardiache o muscolo-scheletriche, l'AST sierica prevale sull'ALT.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

GPT

Le transaminasi sono enzimi che catalizzano il trasferimento di un gruppo aminico da un aminoacido a un chetoacido; questa reazione, detta di deaminazione, consente di degradare il gruppo aminico degli aminoacidi in eccesso ad ammoniaca. In effetti, al contrario degli acidi grassi e degli zuccheri, gli aminoacidi in eccesso non possono essere accumulati nel nostro organismo ma devono essere trasformati in energia e la deaminazione è il primo passo di questo ?smontaggio? degli aminoacidi. Dal punto di vista clinico sono importanti due transaminasi: l'aspartato amino transferasi (AST) e la alanina amino transferasi (ALT). L'alanina amino-transferasi catalizza il trasferimento del gruppo aminico dall'alanina (un aminoacido) all'?-chetoglutarato (un chetoacido) ed è presente in vari tessuti ma la sua massima concentrazione è raggiunta nel fegato e, in misura minore, nel cuore e nel muscolo scheletrico. Nelle affezioni che causano una necrosi cellulare di questi tessuti, l'ALT viene liberata nel torrente circolatorio dove la sua concentrazione aumenta. Un aumento dell'ALT nel siero pu? essere pertanto riscontrato nelle seguenti condizioni: epatite acuta (infettiva, tossica), epatite cronica, ittero ostruttivo, metastasi epatiche, infarto miocardico, rabdomiolisi (cioè necrosi delle cellule muscolari scheletriche) traumatica o da farmaci, ipotiroidismo, infarto intestinale da occlusione. Quando le cellule danneggiate sono quelle epatiche, l'ALT sierica prevale sull'AST.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

HBA1C

L'emoglobina glicata rappresenta circa il 2 per cento, dell'emoglobina presente nel globulo rosso ed è il risultato del processo, non enzimatico, del legame del glucosio alla molecola stessa. Tale processo avviene in modo proporzionale alla concentrazione media del glucosio nel sangue e durante tutto il periodo di vita del globulo rosso (120 giorni in media). Pertanto l'emoglobina glicata riflette i livelli medi di glicemia nelle ultime 8 -12 settimane. Pazienti diabetici con concentrazioni elevate di glucosio hanno livelli di glicata da 2 a 3 volte superiori rispetto ad un soggetto normoglicemico.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

HCG

La gonadotropina corionica è prodotta dalla placenta, con la funzione di prolungare la vita del corpo luteo nei primi tempi della gravidanza; è gi? dimostrabile nel siero dopo 8-10 giorni dalla fecondazione e poco dopo anche nelle urine. Nel siero della gravida, la quantit? di HCG aumenta in modo esponenziale, raddoppiando ogni 2 giorni. Aumenti di HCG si possono riscontrare nei tumori delle cellule germinali del testicolo e in alcune neoplasie non trofoblastiche (ovaio, cervice, tratto gastro-intestinale, polmone).

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

HCV-AB

L'HCV è endemico in tutto il mondo e costituisce un serio problema di salute. L'HCV è il principale agente eziologico dell'epatite cronica non-A e non-B. La presenza degli anticorpi verso l'HCV indica che un soggetto potrebbe essere stato infettato dall'HCV o che potrebbe essere in grado di trasmettere l'infezione da HCV. Almeno 170 milioni di persone in tutto in mondo sono cronicamente infettate dall'HCV. L'infezione da HCV è spesso asintomatica; tuttavia, la maggioranza (oltre l'80 per cento) dei soggetti esposti all'HCV diventa cronicamente infetta. Nel 20 per cento, dei soggetti cronicamente infetti, la malattia evolve in cirrosi, insufficienza epatica e, in alcun casi, carcinoma epatocellulare o colangiocarcinoma. Nonostante l'elevato numero di soggetti cronicamente infettati da HCV, l'incidenza annuale delle infezioni da HCV nei paesi sviluppati è diminuita notevolmente nel corso degli ultimi decenni. Tale diminuzione è stata attribuita ai migliori standard di vita e alle maggiori misure di pubblica sanit? all'interno della comunit? medica come lo screening del sangue e dei prodotti ematici, l'utilizzo di aghi e siringhe monouso e l'adozione di precauzioni universali in tutto il sistema sanitario. Le modalit? di trasmissione dell'HCV pi? comuni sono le seguenti: trasfusioni di sangue, uso di droghe per endovena, piercing o tatuaggi (non eseguiti con garanzie igienico sanitarie) esposizione nosocomiale, rapporti sessuali, contagio familiare casuale, tecniche per la riproduzione assistita e trasmissione da madre a neonato durante la gravidanza, il parto o il periodo post-parto. Il genoma dell'HCV è composto da diverse regioni funzionali: il nucleo, l'involucro (che include le regioni E1 e E2) e la regione non strutturale (che include le regioni NS2, NS3, NS4 e NS5). Gli immunodosaggi per il rilevamento degli anticorpi verso l'HCV utilizzano una combinazione di proteine sintetiche o ricombinanti come antigeni. In caso di positivit? al test di screening, occorre controllare il risultato mediante test di conferma (western blot).

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

HCY

L'omocisteina è un prodotto intermedio del metabolismo della metionina, un aminoacido essenziale. Deficienze di acido folico e di vitamina B12 e B6, cos? come una ridotta attivit? enzimatica della metilentetraidrofolato reduttasi (MHTFR) causano un accumulo di omocisteina che, a sua volta, è in grado di provocare distruzione delle cellule endoteliali, riduzione dell'attivit? anti-ossidante, stimolazione della coagulazione e, in ultima analisi, aterosclerosi e trombosi. L'omocisteina è un fattore di rischio indipendente per l'insorgenza di una cardiopatia coronarica, per eventi trombotici, per aborto e per malformazioni fetali (difetti del tubo neurale, palatoschisi).

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

HDL-C

Studi epidemiologici hanno da tempo chiaramente dimostrato una associazione inversa tra la malattia coronarica e la concentrazione nel siero del colesterolo legato alle lipoproteine ad alta densit? (HDL o High Density Lipoprotein). Le HDL sono formate prevalentemente da proteine (vedi apolipoproteina A) e hanno un basso contenuto relativo di colesterolo. Un aumento del colesterolo HDL sierico pu? essere dovuto a iperlipoproteinemia familiare o secondaria, ad una serie di disordini quali cirrosi biliare primitiva, epatite cronica, alcolismo, altre intossicazioni croniche. Una diminuzione del colesterolo HDL nel siero pu? essere dovuta a ipolipoproteinemie, diabete scompensato, disordini epatocellulari, colestasi, sindrome nefrosica, insufficienza renale cronica.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di 12 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Si raccomanda, nei giorni che precedono il prelievo di mantenere una dieta quanto pi? possibile abituale.

HE 4 (HUMAN EPIDIDYMIS PROTEIN 4)

L'HE4 (Human Epididymis Protein 4) è una glicoproteina che, nel carcinoma dell'ovaio, viene espressa in eccesso. L'HE4 è pi? specifico del Ca125 e pertanto l'accoppiamento dei due markers permette di discriminare le patologie benigne a carico dell'ovaio da quelle maligne. Il carcinoma dell'ovaio rappresenta nella donna la prima tra le neoplasie dell'apparato riproduttivo. Il tumore ovarico è tra le patologie oncologiche di pi? difficile approccio in quanto, non evidenziando sintomatologie specifiche, viene nella maggioranza dei casi scoperto troppo tardi quando le possibilit? di guarigione sono ormai compromesse. La diagnosi precoce di questo tumore pertanto un elemento essenziale per ridurre la prognosi infausta e migliorare la qualit? della vita della paziente infatti se la diagnosi viene effettuata nel I o II stadio dello sviluppo tumorale la sopravvivenza a 5 anni supera l'85 per cento, dei casi mentre al III e IV stadio è inferiore al 15 per cento. Il marcatore del tumore ovarico HE4 si è rivelato estremamente utile nel discriminare tra cancro dell'ovaio, cisti o masse ovariche benigne e carcinoma endometriale. Aumentare la sensibilit? del 3.5 per cento, rispetto ad HE4 da solo, aumentare la sensibilit? rispetto al solo CA125 (+33 per cento),<, aumentare la sensibilit? nelle donne e nel carcinoma ovario stadio I rispetto al CA125. La combinazione di HE4 + CA125 + algoritmo ROMA permette di stimare il rischio di tumore ovarico epiteliale nelle donne che presentano una massa pelvica. Screening del carcinoma ovarico; sorveglianza delle recidive; valutazione della risposta terapeutica.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

Il paziente si deve sottoporre ad un prelievo di sangue. E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

HELICOBACTER PYLORI RICERCA ANTIGENI FECALI

Helicobacter pylori è un batterio Gram negativo il cui habitat è lo stomaco dell'uomo. La maggior parte delle persone ne è portatore e vive in equilibrio con il microrganismo. In taluni casi il microrganismo produce sostanze chimiche che inducono danno cellulare causando gastriti (di cui Helicobacter è il maggior responsabile), che sfociano spesso in ulcera gastrica e/o duodenale. L'associazione del microrganismo con lesioni precancerose e cancerose come il carcinoma e il linfoma dello stomaco è assai elevata. La ricerca degli antigeni batterici nelle feci rappresenta un valido strumento diagnostico per la diagnosi di infezione. L'indagine, non invasiva, viene fatta su un campione di feci utilizzando un metodo immunoenzimatico ad alta sensibilit? e specificit? ed è particolarmente indicata in pazienti pediatrici, nelle persone anziane e nei soggetti gastroresecati. La diagnosi, a seconda dei casi, pu? far intraprendere la terapia o inviare il paziente ad una visita specialistica endoscopica. Particolare interesse riveste il monitoraggio della terapia dato che il test pu? essere fatto gi? dopo 3 settimane dalla fine dell'assunzione dei farmaci.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

Raccogliere una esigua quantit? di feci nel contenitore sterile per feci (la quantit? non deve oltrepassare la met? del contenitore).


NOTE

Fumo di sigaretta, antibiotici, antiacidi (anti H2, inibitori della pompa protonica, ecc.) possono negativizzare il test.

HELICOBACTER PYLORI, BREATH TEST

L'Helicobacter pylori è un batterio Gram negativo spiraliforme che colonizza la mucosa gastrica potendo causare gastrite cronica e ulcera gastro-duodenale. E' anche considerato un fattore di rischio per lo sviluppo del cancro gastrico e del linfoma gastrico. La trasmissione di Helicobacter avviene per via oro-fecale , anche attraverso cibi o acqua, o oro-orale. Tra i fattori che favoriscono l'attecchimento del battere alla mucosa gastrica vanno ricordati l'attivit? ureasica, la motilit? e la produzione di fattori che modificano la secrezione gastrica (ipersecretivit? gastrica). Si ipotizzano altre possibili patologie associate all'infezione da Helicobacter: coronaropatie, orticaria e anemia perniciosa. I fattori tossici per la mucosa gastrica si possono dividere in fattori d'azione diretta (citotossici) codificati dal gene vacA e fattori indiretti codificati dal gene cagA. I ceppi cagA positivi sono quelli maggiormente associati a rischio di sviluppare ulcera gastroduodenale, gastrite cronica e cancro gastrico.L'Urea Breath-test (test del respiro) sfrutta la capacit? del batterio di scindere l'urea. Somministrando una soluzione contenente urea marcata con un isotopo del carbonio (C13) questa viene scissa dall'ureasi nello stomaco con conseguente produzione di CO2 marcata che si ritrova dopo mezz'ora nell'espirato.

Tempi di Consegna

6 giorni, escluso il giorno del campionamento, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

Sospendere terapie antibiotiche (far trascorrere almeno 20-30 gg dall'ultima assunzione di antibiotico). Non assumere farmaci Anti H2 o inibitori della pompa protonica da almeno due settimane (es.: farmaci a base di omeoprazolo, cimetidina, ranitidina cloridrato, Magnesio Idrossido/Algeldrato) e Bismuto. Non fumare da almeno 6 ore.

NOTE.
Fumo di sigaretta, antibiotici, antiacidi (anti H2, inibitori della pompa protonica, ecc.) possono negativizzare il test.

HIV, ANTICORPI ANTI

Si conoscono due tipi di HIV, il tipo 1 (HIV 1) ed il tipo 2 (HIV 2) e lo screening per la ricerca degli anticorpi riguarda entrambi; se confermata, la presenza degli anticorpi anti HIV 1/2 indica solo l'avvenuto contagio.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

IDROSSIPROGESTERONE 17

Il 17-idrossiprogesterone è un ormone steroideo C-21, prodotto nella ghiandola adrenale e nelle gonadi durante la sintesi dei glucocorticoidi e degli ormoni steroidei. è derivato dal progesterone via 17-idrossilasi, un enzima P450c17, o dal 17-idrossipregnenolone via 3-idrossisteroidi deidrogenasi/5-4 isomerasi. Il 17-OH P non ha un ruolo fisiologico definito tranne come molecola del precursore. I livelli di 17-OH P sierico sono et? - dipendenti, con picchi osservati durante la vita fetale e il periodo postnatale. Durante la prima settimana di vita, i livelli sierici diminuiscono di circa 50 volte rispetto ai valori sanguigni del cordone. Un piccolo aumento transitorio si manifesta nei maschi a 30-60 giorni dalla nascita. I livelli per entrambi i sessi rimangono bassi e costanti durante l'infanzia e aumentano progressivamente durante la pubert?, dove raggiungono i livelli dell'adulto di circa 100 ng/dL. I livelli di 17-OH P hanno normalmente una variazione giornaliera ACTH-dipendente con picchi mattutini e crolli notturni. Un aumento di produzione ovarica di 17-OH P avviene durante la fase luteale del ciclo mestruale. Il 17-OH P è un progestinico naturale e durante il terzo mese di gravidanza vi è un aumento dovuto alla produzione adrenale fetale.

Tempi di Consegna

6 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

IGA TOTALI

Le immunoglobuline della classe A sono gli anticorpi che normalmente prevalgono nelle secrezioni (es. latte materno) agendo a livello delle mucose. Nella razza caucasica, 1 soggetto su 700 è affetto da deficienza isolata di IgA su base genetica ed occorre anche ricordare che nei bambini molto piccoli (sotto i 5 anni) le IgA possono non essere ancora prodotte in maniera significativa. Circa il 10-15 per cento, dei mielomi sono IgA.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.&nbsp;

IGE SPECIFICHE

Le immunoglobuline della classe E sono coinvolte nelle fasi iniziali delle reazioni allergiche; prodotte prevalentemente a livello delle membrane mucose respiratorie ed intestinali, le IgE si legano con una delle loro estremit? (Fab) agli antigeni verso cui sono specificamente dirette e con l'altra estremit? (Fc) ai basofili o alla loro controparte tissutale, i mastociti, che liberano a loro volta le sostanze (tra cui l'istamina) responsabili dei sintomi . La presenza di IgE specificamente rivolte verso un determinato antigene permette di identificare la causa scatenante la reazione allergica e quindi di prevenire la stessa, evitando l'esposizione o vaccinando il soggetto in modo selettivo. La ricerca delle singole IgE specifiche dovrebbe essere preceduta da una accurata anamnesi volta ad individuare le modalit? di contatto (inalante, alimentare, contatto dermico) e la famiglia allergenica coinvolta (es. graminacee, alberi, muffe etc). I test che impiegano proteine ricombinanti per ricercare le corrispondenti IgE sono pi? specifici dei classici RAST e permettono anche di spiegare le eventuali reazioni crociate tra sostanze che possiedono la stessa proteina come, ad esempio, betulla, mela sedano e carota (vedi anche IgE specifiche, ISAC test)

Tempi di Consegna

10 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

IGE TOTALI

Le immunoglobuline della classe E sono coinvolte nelle fasi iniziali delle reazioni allergiche; prodotte prevalentemente a livello delle membrane mucose respiratorie ed intestinali, le IgE si legano con una delle loro estremit? (Fab) agli antigeni verso cui sono specificamente dirette e con l'altra estremit? (Fc) ai basofili o alla loro controparte tissutale, i mastociti, che liberano a loro volta le sostanze responsabili (tra cui l'istamina) dei sintomi . Le IgE totali possono essere elevate nelle allergie, ma anche nelle parassitosi intestinali; i mielomi secernenti IgE sono rari. Le IgE non attraversano la placenta.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

IGF- 1 (insulin-like growth factor)

IFG-1 è un peptide prodotto dal fegato su stimolazione dell'ormone somatotropo (GH), che esplica un'azione insulino simile. Il dosaggio dell'IGF-1 è utile per valutare la severit? dell'acromegalia e la risposta al suo trattamento.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

IGG TOTALI

Le immunoglobuline della classe G sono gli anticorpi che predominano nel siero, rappresentando circa il 75 per cento, delle immunoglobuline totali e sono particolarmente importanti nella difesa a lungo termine contro le infezioni; l'agente infettante, infatti, provoca, inizialmente, un aumento di anticorpi specifici di tipo IgM ai quali, successivamente, si sostituiranno gli ancora pi? specifici anticorpi di tipo IgG. Le IgG oltrepassano la placenta proteggendo il feto. La maggior parte dei mielomi è di tipo IgG.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

IGM TOTALI

Le immunoglobuline della classe M sono i primi anticorpi ad apparire in risposta ad uno stimolo antigenico per essere poi sostituiti, nel tempo, dagli anticorpi di tipo IgG. Le IgM non oltrepassano la placenta e pertanto alti livelli di IgM nel sangue cordonale (o nella prima settimana di vita) sono suggestivi per un'infezione prenatale. La macroglobulinemia di Waldenstrom è caratterizzata dalla presenza di una immunoglobulina monoclonale IgM.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

IMMUNOGLOBULINE A

Le immunoglobuline della classe A sono gli anticorpi che normalmente prevalgono nelle secrezioni (es. latte materno) agendo a livello delle mucose. Nella razza caucasica, 1 soggetto su 700 è affetto da deficienza isolata di IgA su base genetica ed occorre anche ricordare che nei bambini molto piccoli (sotto i 5 anni) le IgA possono non essere ancora prodotte in maniera significativa. Circa il 10-15 per cento, dei mielomi sono IgA.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

IMMUNOGLOBULINE G

Le immunoglobuline della classe G sono gli anticorpi che predominano nel siero, rappresentando circa il 75 per cento, delle immunoglobuline totali e sono particolarmente importanti nella difesa a lungo termine contro le infezioni; l'agente infettante, infatti, provoca, inizialmente, un aumento di anticorpi specifici di tipo IgM ai quali, successivamente, si sostituiranno gli ancora pi? specifici anticorpi di tipo IgG. Le IgG oltrepassano la placenta proteggendo il feto. La maggior parte dei mielomi è di tipo IgG.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

IMMUNOGLOBULINE M

Le immunoglobuline della classe M sono i primi anticorpi ad apparire in risposta ad uno stimolo antigenico per essere poi sostituiti, nel tempo, dagli anticorpi di tipo IgG. Le IgM non oltrepassano la placenta e pertanto alti livelli di IgM nel sangue cordonale (o nella prima settimana di vita) sono suggestivi per un'infezione prenatale. La macroglobulinemia di Waldenstrom è caratterizzata dalla presenza di una immunoglobulina monoclonale IgM.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

INSULIN LIKE GROWTH FACTOR 1

IFG-I è un peptide prodotto dal fegato su stimolazione dell'ormone somatotropo (GH), che esplica un'azione insulino simile. Il dosaggio dell'IGF-I è utile per valutare la severit? dell'acromegalia e la risposta al suo trattamento.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

ANTICORPI ANTI INSULINA

Nei pazienti diabetici trattati con insulina (esogena) si formano con facilit? anticorpi rivolti contro l'insulina stessa, rendendone impossibile il dosaggio; in questi casi, per valutare la funzionalit? residua delle cellule &#946;, si ricorre al dosaggio del peptide C.

Tempi di Consegna

10-15 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

INSULINA, ANTICORPI ANTI

Nei pazienti diabetici trattati con insulina (esogena) si formano con facilit? anticorpi rivolti contro l'insulina stessa, rendendone impossibile il dosaggio; in questi casi, per valutare la funzionalit? residua delle cellule &#946;, si ricorre al dosaggio del peptide C.

Tempi di Consegna

6 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

LATTATO DEIDROGENASI

L'enzima lattato deidrogenasi catalizza la conversione del lattato in piruvato ed è presente in vari tessuti tra i quali miocardio, muscolo scheletrico, cervello, fegato, polmone; nel sangue è presente prevalentemente all'interno dei globuli rossi. Le cause pi? frequenti di aumento della LDH sierica sono l'infarto miocardico, i danni muscolari, l'infarto polmonare e renale, l'emolisi.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

LDH

L'enzima lattato deidrogenasi catalizza la conversione del lattato in piruvato ed è presente in vari tessuti tra i quali miocardio, muscolo scheletrico, cervello, fegato, polmone; nel sangue è presente prevalentemente all'interno dei globuli rossi. Le cause pi? frequenti di aumento della LDH sierica sono l'infarto miocardico, i danni muscolari, l'infarto polmonare e renale, l'emolisi.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

LDL-C

Esiste una associazione diretta tra la malattia coronarica e la concentrazione nel siero del colesterolo legato alle lipoproteine a bassa densit? (LDL o Low Density Lipoprotein). A differenza delle HDL, le LDL sono formate prevalentemente da colesterolo ed hanno un basso contenuto relativo di proteine (vedi apolipoproteina B). La stima della concentrazione del colesterolo LDL nel siero viene eseguita mediante la formula di Friedewald che mette in relazione le concentrazioni misurate di trigliceridi, colesterolo totale e colesterolo HDL.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di 12 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Si raccomanda, nei giorni che precedono il prelievo di mantenere una dieta quanto pi? possibile abituale.

LH

L'ormone follicolo stimolante è un ormone dell'ipofisi anteriore la cui produzione è regolata dall'ipotalamo attraverso il FSH-LH releasing factor (o GnRH). L'LH è una glicoproteina costituita da due catene delle quali una, la ?, è in comune con il TSH e l'FSH ed attiva l'adenilato-ciclasi, mentre l'altra, la &#946;, è specifica per i recettori dell'organo bersaglio. Nella femmina, l'LH stimola l'ovulazione, la formazione del corpo luteo e la produzione di progesterone e di estrogeni; nel maschio stimola la produzione di testosterone.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua

LIPASI

La lipasi è un enzima che scinde i trigliceridi in glicerolo ed acidi grassi; è prodotta dal pancreas ed è rilasciata nel duodeno in seguito all'ingestione di grassi. Un aumento della lipasi sierica indica una lesione pancreatica con maggiore specificit? rispetto all'amilasi; i livelli di lipasi rimangono pi? elevati nel tempo rispetto a quelli dell'amilasi.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua

LIQUIDO PROSTATICO ESAME COLTURALE

Il liquido prostatico è il secreto prodotto fisiologicamente dalla ghiandola prostatica. In caso di prostatiti acute o croniche, il pi? spesso causate da diffusione di infezioni urinarie (Microrganismi Gram positivi e Gram negativi) o pi? raramente da Micoplasmi o Gonococco, è importante identificare il microrganismo responsabile mediante indagini colturali ed eventuale antibiogramma al fine di attuare una terapia mirata.

Tempi di Consegna

3 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

Si consiglia di astenersi da rapporti sessuali nei 5 giorni prima dell'esame. Non è possibile eseguire contemporaneamente l'esame colturale del liquido .seminale e lo spermiogramma, far trascorrere tra i due esami almeno 5 giorni. In assenza di specifiche richieste del medico curante, si consiglia di non effettuare l'esame in corso di terapia antibiotica ( far trascorrere almeno 7 giorni dall'ultima assunzione di antibiotico). Prima di iniziare la raccolta è necessario urinare per allontanare i batteri eventualmente presenti nell'uretra.

LIQUIDO SEMINALE, ESAME COLTURALE

Il liquido seminale è composto da plasma seminale nel quale sono sospesi gli spermatozoi. E' prodotto da secrezioni provenienti da vescicole seminali e prostata. L'esame colturale pu? spesso permettere di isolare e identificare i microrganismi responsabili di infezioni delle vie genitali (orchi- epididimiti, deferentiti, vescicoliti, prostatiti). I microrganismi di maggior significato patogeno sono N.gonorrhoeae (gonococco), Chlamydia, Mycoplasmi ed Enterobatteri Routinariamenter vengono ricercati i batteri Gram positivi e Gram negativi; su specifica richiesta vengono ricercati Gonococco, Micoplasmi Chlamydia.

Tempi di Consegna

3 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

In assenza di specifica richiesta del medico curante si consiglia di non effettuare l'esame in corso di terapia antibiotica. Far trascorrere almeno 7 giorni dall'ultima assunzione di antibiotico. &nbsp;Se richiesto insieme al colturale del secreto uretrale, eseguire sempre prima il tampone uretrale. Se richiesto insieme allo Spermiogramma è necessaria la raccolta e l'astensione da rapporti sessuali almeno 48 ore prima dell'esame. Prima di iniziare la raccolta è necessario urinare per allontanare i batteri eventualmente presenti nell'uretra. Per evitare la contaminazione da parte della normale flora batterica del meato uretrale la raccolta deve essere preceduta da un accurato lavaggio del'area periuretrale e delle mani.

LIQUIDO SEMINALE, VALUT. BIOCHIMICA E MORFO-FUNZIONALE

L'esame consente di stabilire se il partner maschile di una coppia debba essere effettivamente considerato infertile, se il livello di infertilit? sia tale da richiedere una procedura di fecondazione assistita ed infine verso quale tecnica di procreazione assistita sia pi? opportuno procedere; consente inoltre di verificare l'efficacia della terapia a cui il maschio infertile viene eventualmente sottoposto. L'esame prevede la determinazione di una serie di caratteristiche fisico-chimiche e reologiche del liquido seminale, quali il volume, il pH, l'aspetto, la fluidificazione e la viscosit?; segue, utilizzando una sofisticata strumentazione automatica e documentando fotograficamente i risultati, la valutazione di parametri di tipo ?microscopico?, come il numero di spermatozoi per mL, il numero totale di spermatozoi per eiaculato, la motilit? specifica, la vitalit? e la morfologia degli spermatozoi, la presenza di leucociti, di agglutinazioni e di elementi della linea germinativa; infine, test biochimici (fruttosio, zinco e alfa-glicosidasi neutra) danno informazioni sulla funzionalit? di vescicole seminali, epididimo e prostata, mentre test immunologici indagano per la ricerca di anticorpi anti-spermatozoi.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

La raccolta deve essere eseguita ad almeno 48 ore di distanza dall'ultimo rapporto sessuale o dall'ultima eiaculazione avvenuta e non oltre i 7 giorni.

LITIO

I sali di litio sono utilizzati nella profilassi e nel trattamento dei disturbi bipolari. Pur non essendo del tutto chiarito il meccanismo, il litio esplica un'azione di stabilizzazione dell'umore. Ben assorbito per via orale a livello gastrointestinale, non si lega alle proteine plasmatiche e si distribuisce gradualmente nei tessuti. Non subisce nessuna metabolizzazione nel fegato e viene escreto per il 95 per cento, in forma immodificata nelle urine. Il litio ha una stretta finestra terapeutica e pu? facilmente indurre effetti tossici da sovradosaggio a carico del rene, del cuore, della tiroide e del Sistema Nervoso Centrale.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Nel controllo periodico della concentrazione ematica del farmaco, al fine di rendere confrontabili i valori ottenuti nel tempo, occorre sottoporsi al prelievo sempre alla stessa distanza di ore dall'assunzione del farmaco stesso.

LKM, ANTICORPI ANTI

Gli anticorpi anti-microsomiali del fegato e del rene (LKM ? Liver Kidney Microsome) sono anticorpi diretti contro il citocromo P450 2D6. Essi si rilevano nelle epatiti autoimmuni di tipo 2 e a pi? basso titolo in alcuni pazienti affetti da epatite C.

Tempi di Consegna

6 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

LUTEOTROPINA

L'ormone follicolo stimolante è un ormone dell'ipofisi anteriore la cui produzione è regolata dall'ipotalamo attraverso il FSH-LH releasing factor (o GnRH). L'LH è una glicoproteina costituita da due catene delle quali una, la ?, è in comune con il TSH e l'FSH ed attiva l'adenilato-ciclasi, mentre l'altra, la &#946;, è specifica per i recettori dell'organo bersaglio. Nella femmina, l'LH stimola l'ovulazione, la formazione del corpo luteo e la produzione di progesterone e di estrogeni; nel maschio stimola la produzione di testosterone.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua

MAGNESIO

Lo ione magnesio ha il compito di regolare l'attivit? elettrica delle membrane cellulari e, all'interno della cellula, è cofattore di numerose reazioni enzimatiche. Assorbito a livello intestinale, è eliminato con le urine essendo prima filtrato dai glomeruli e poi parzialmente riassorbito a livello tubulare sotto l'influenza del paratormone (aumento del riassorbimento) e dell'aldosterone (diminuzione dell'assorbimento). Il 70 per cento, del magnesio è nelle ossa ed il 30 per cento, è distribuito nelle cellule; nel sangue è contenuto principalmente nei globuli rossi e nel plasma e, in quest'ultimo, per il 60 per cento, in forma di ione Mg++ e per il 40 per cento, legato a proteine. Un aumento del magnesio plasmatico è causato principalmente da ridotta perdita per via renale. Una diminuzione del magnesio plasmatico pu? essere causata da ridotto apporto dietetico, ridotto assorbimento intestinale, aumentata escrezione urinaria. Un aumento dell'escrezione urinaria di magnesio pu? essere causato da iperaldosteronismo, da ipoparatiroidismo, ipertiroidismo, uso di diuretici. Una diminuzione dell'escrezione urinaria di magnesio è causata principalmente da una insufficienza renale.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.&nbsp;

MARKERS EPATITE B

Il virus dell'epatite B (HBV) è endemico in tutto il mondo e rappresenta la principale causa delle patologie epatiche. L'HBV si trasmette mediante contatto diretto con il sangue o con altri fluidi corporei. Tra le vie di trasmissione pi? comuni vanno annoverate le seguenti: trasfusioni ematiche, punture di ago, contatto diretto con ferite aperte, rapporti sessuali e passaggio dalla madre al neonato al momento della nascita. Il periodo medio di incubazione di un'infezione da HBV oscilla tra 6 e 8 settimane (intervallo: da 1 a 6 mesi). I sintomi clinici pi? comuni includono malessere generale, febbre, gastroenterite e ittero. L'infezione da HBV pu? determinare tipicamente epatite itterica, epatite anitterica subclinica, epatite fulminante o epatite cronica persistente. Nell'adulto, una percentuale compresa tra il 90 e il 95 per cento, dei soggetti interessati da un'infezione da HBV si ristabilisce completamente dalla patologia acuta e non mostra pi? tracce del virus. All'incirca il 5-10 per cento, dei pazienti colpiti dall'HBV diventa portatore cronico. Il 90 per cento, circa dei neonati infettati dall'HBV sviluppa un'infezione cronica da epatite B. Si stima che pi? di 300 milioni di persone in tutto il mondo siano portatori cronici del virus. L'infezione da HBV, soprattutto se cronica, è significativamente associata allo sviluppo del carcinoma epatocellulare. Nel siero possono essere ricercati la proteina di superficie s (HBsAg, detto anche antigene australia) ed i corrispondenti anticorpi (HBsAb), la proteina e (HBeAg) ed i corrispettivi anticorpi HBeAb. Non è invece possibile ricercare la proteina del core c ma solo gli anticorpi corrispondenti, in forma totale (HBcAb) o solo quelli appartenenti alla classe M (HBcAb IgM); questi ultimi possono, raramente, essere il solo riscontro di infezione recente o in atto nella cosiddetta finestra sierologica, quando sia HBsAg che HBsAb non sono rilevabili (il primo perch? sta scomparendo, i secondi perch? stanno per comparire). La comparsa degli HBsAb segna la guarigione sierologica.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

MG

Lo ione magnesio ha il compito di regolare l'attivit? elettrica delle membrane cellulari e, all'interno della cellula, è cofattore di numerose reazioni enzimatiche. Assorbito a livello intestinale, è eliminato con le urine essendo prima filtrato dai glomeruli e poi parzialmente riassorbito a livello tubulare sotto l'influenza del paratormone (aumento del riassorbimento) e dell'aldosterone (diminuzione dell'assorbimento). Il 70%, del magnesio è nelle ossa ed il 30 %, è distribuito nelle cellule; nel sangue è contenuto principalmente nei globuli rossi e nel plasma e, in quest'ultimo, per il 60%, in forma di ione Mg++ e per il 40%, legato a proteine. Un aumento del magnesio plasmatico è causato principalmente da ridotta perdita per via renale. Una diminuzione del magnesio plasmatico pu? essere causata da ridotto apporto dietetico, ridotto assorbimento intestinale, aumentata escrezione urinaria. Un aumento dell'escrezione urinaria di magnesio pu? essere causato da iperaldosteronismo, da ipoparatiroidismo, ipertiroidismo, uso di diuretici. Una diminuzione dell'escrezione urinaria di magnesio è causata principalmente da una insufficienza renale.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

MICROALBUMINURIA

L'albumina è la pi? abbondante proteina presente nel plasma; di piccole dimensioni, è sintetizzata dal fegato e, pertanto, nelle gravi insufficienze epatiche la concentrazione di albumina plasmatica diminuisce. Ovviamente, anche gravi carenze nutrizionali possono spiegare una diminuzione generalizzata delle proteine circolanti, tra cui l'albumina. Le funzioni dell'albumina sono tre: trasporto dei metaboliti di per s? insolubili nell'acqua (es. bilirubina, acidi grassi liberi, ormoni tiroidei), mantenimento della pressione oncotica ( fondamentale per il controllo degli scambi idrici fra capillari e liquido interstiziale), riserva di aminoacidi (pu? infatti penetrare nelle cellule ed essere demolita per permettere la sintesi di altre proteine). Il turnover dell'albumina è elevato tanto che il 50 per cento, delle molecole prodotte viene degradato entro 10 giorni. Una diminuzione di albumina plasmatica pu? essere causata da insufficiente sintesi epatica (cirrosi), da malnutrizione proteica (Kwashiorkor) o per eccessiva eliminazione con le urine per alterazioni del filtro glomerulare.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Per la raccolta delle urine temporizzata seguire le istruzioni.

Raccolta delle Urine nelle 24 ore
&nbsp;
Per la raccolta delle urine delle 24 ore è necessario seguire scrupolosamente questa procedura:
&nbsp;1. Il mattino del giorno d'inizio raccolta, scartare tutta l'urina della prima minzione mattutina,&nbsp;
svuotando completamente la vescica nel WC. Prendere nota dell'ora (ad esempio ore 7).&nbsp;
2.Raccogliere in un contenitore adeguato tutte le urine emesse da questo momento in poi nelle 24 ore&nbsp;
successive, comprese quelle della notte e quelle della prima minzione del secondo giorno; la raccolta&nbsp;
va quindi terminata alla stessa ora d'inizio della raccolta (ore 7 del giorno seguente), svuotando&nbsp;
completamente la vescica nel contenitore.
&nbsp;
NOTA BENE: Durante le 24 ore di raccolta, conservare il recipiente in luogo fresco&nbsp;
(temperatura inferiore a 10?C) o in frigorigero, al riparo dalla luce solare.
&nbsp;
E' importante NON perdere alcuna parte dell'urina emessa.

MITOCONDRIO, ANTICORPI ANTI

Gli anticorpi anti-mitocondrio sono anticorpi diretti contro un antigene della membrana mitocondriale interna (subunit? E2, che comprende diversi enzimi tra cui il pi? importante è la piruvato-deidrogenasi). Gli AMA vengono riscontrati in oltre il 95 per cento, dei casi di cirrosi biliare primitiva di cui costituiscono il marker immunologico tipico.

Tempi di Consegna

6 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

MUCOPROTEINA

L'alfa-1-glicoproteina acida è una mucoproteina prodotta nel fegato; aumenta nelle infiammazioni acute.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

MUSCOLO LISCIO, ANTICORPI ANTI

Gli anticorpi anti-muscolo liscio sono anticorpi diretti contro i filamenti del muscolo liscio (actina, miosina, tubulina). Questi anticorpi, in particolare quelli anti-actina, se presentano ad alto titolo, sono specifici per l'epatite autoimmune di tipo 1 (70 per cento). Altre patologie dove possono essere presenti sono la cirrosi biliare primitiva, cirrosi alcolica, epatite virale, altre patologie autoimmuni.

Tempi di Consegna

6 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.&nbsp;

MUSCOLO STRIATO, ANTICORPI ANTI

Gli anticorpi anti-muscolo striato sono anticorpi diretti contro gli elementi contrattili del muscolo striato (actina, miosina, titina). Essi trovano indicazione nella diagnostica della miastenia gravis, in particolare nella forma associata a timoma. Questi anticorpi possono essere riscontrati in altre malattie autoimmuni (polimiositi, artrite reumatoide) nel rigetto di trapianto, nell'infarto cardiaco.

Tempi di Consegna

15 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

MYCOPLASMA PNEUMONIAE, ANTICORPI ANTI

Il mycoplasma pneumoniae è un patogeno responsabile di uno spettro di manifestazioni cliniche che vanno da forme completamente asintomatiche a polmoniti interstiziali impegnative. Durante l'infezione acuta nell'individuo si evidenzia un innalzamento degli anticorpi specifici di classe M (IgM), seguito dall'aumento delle IgG, che permangono tutta la vita.

Tempi di Consegna

10 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

MYCOPLASMI UROGENITALI, RICERCA DIRETTA

I Mycoplasmi sono microrganismi che colonizzano il tratto genitale spesso in modo asintomatico in particolare nelle donne, ove raramente causano cerviciti e ancor pi? raramente salpingiti; nel maschio possono provocare uretriti (la maggioranza delle non gonococciche) e pi? raramente epididimiti e prostatiti.

Tempi di Consegna

3 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

In assenza di specifiche richieste del medico curante si consiglia di non effettuare l'esame in corso di terapia antibiotica. Far trascorrere almeno 7 giorni dall'ultima assunzione di antibiotico.

ALBUMINA

Albuminemia (nel plasma); albuminuria, microalbuminuria (nelle urine) -&nbsp;L'albumina è la pi? abbondante proteina presente nel plasma; di piccole dimensioni, è sintetizzata dal fegato e, pertanto, nelle gravi insufficienze epatiche la concentrazione di albumina plasmatica diminuisce. Ovviamente, anche gravi carenze nutrizionali possono spiegare una diminuzione generalizzata delle proteine circolanti, tra cui l'albumina. Le funzioni dell'albumina sono tre: trasporto dei metaboliti di per s? insolubili nell'acqua (es. bilirubina, acidi grassi liberi, ormoni tiroidei), mantenimento della pressione oncotica ( fondamentale per il controllo degli scambi idrici fra capillari e liquido interstiziale), riserva di aminoacidi (pu? infatti penetrare nelle cellule ed essere demolita per permettere la sintesi di altre proteine). Il turnover dell'albumina è elevato tanto che il 50%,, delle molecole prodotte viene degradato entro 10 giorni. Una diminuzione di albumina plasmatica pu? essere causata da insufficiente sintesi epatica (cirrosi), da malnutrizione proteica (Kwashiorkor) o per eccessiva eliminazione con le urine per alterazioni del filtro glomerulare.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti. Per la raccolta delle urine temporizzata seguire le istruzioni fornite dal laboratorio.

NEISSERIA GONORRHOEAE, RICERCA DIRETTA

Il Gonococco (Neisseria gonorrhoeae) è un batterio trasmesso sessualmente che causa nell'uomo, dopo un breve periodo di incubazione di 1 -7 gioni , un'uretrite acuta caratterizzata da un' abbondante secrezione muco -purulenta. Nelle donne l'infezione si manifesta a livello cervicale con sintomi meno evidenti. Nella maggior parte dei casi è infatti la diagnosi dell'infezione nel partner che spinge la donna ad eseguire un controllo. Se non diagnosticata e curata tempestivamente l'infezione gonococcica pu? risalire verso l'apparato riproduttivo maschile e femminile ed, in quest'ultimo caso, indurre annessiti. In laboratorio la diagnosi viene posta con esame batterioscopico previa colorazione, seguito da coltura e da antibiogramma, utile nella scelta dell'antibiotico a causa del continuo e costante aumento di ceppi resistenti alla Penicillina.

Tempi di Consegna

3 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

In assenza di specifica richiesta del medico curante si consiglia di non effettuare l'esame in corso di terapia antibiotica. Far trascorrere almeno 7 giorni dall'ultima assunzione di antibiotico. Per le donne su tampone cervicale: sospendere eventuali trattamenti con ovuli o candelette almeno 48 ore prima, non fare lavande vaginali interne nelle 24 ore precedenti, evitare bagni in vasca entro le 24 h precedenti, evitare i rapporti sessuali nelle 24 h precedenti. Non pu? essere eseguito nel periodo mestruale.

NUCLEO, ANTICORPI ANTI

Le malattie autoimmuni sistemiche sono patologie legate ad una imperfetta regolazione dei meccanismi di controllo della tolleranza immunitaria e caratterizzate dalla produzione di anticorpi diretti contro tessuti che non sono pi? riconosciuti come propri. Gli ANA sono autoanticorpi diretti contro i costituenti del nucleo cellulare. La metodica di riferimento per la loro evidenziazione è l'immunofluorescenza indiretta che utilizza come substrato cellule HE p2 (Human epitelioma type 2 cells), cellule coltivate caratterizzate da un nucleo grosso e con molti nucleoli. Per il depistage delle malattie autoimmuni la ricerca degli ANA è la prima tappa da affiancare alla valutazione clinica. Accanto alla dimostrazione della presenza degli ANA è importante la loro titolazione (titoli elevati hanno maggiore significativit? clinica) e la descrizione del pattern, cioè l'aspetto morfologico che la fluorescenza assume sul vetrino. I principali pattern sono: omogeneo (diffusa, uniforme fluorescenza dell'intero nucleo in interfase, mentre in fase mitotica si osserva intensa fluorescenza dei cromosomi); membrana nucleare (fine, lineare fluorescenza della membrana nucleare); speckled (fluorescenza granulare del nucleo in interfase); nucleolare (fluorescenza intensa dei nucleoli); centromero (fluorescenza dei centromeri in mitosi)

Tempi di Consegna

6 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

OMOCISTEINA

L'omocisteina è un prodotto intermedio del metabolismo della metionina, un aminoacido essenziale. Deficienze di acido folico e di vitamina B12 e B6, cos? come una ridotta attivit? enzimatica della metilentetraidrofolato reduttasi (MHTFR) causano un accumulo di omocisteina che, a sua volta, è in grado di provocare distruzione delle cellule endoteliali, riduzione dell'attivit? anti-ossidante, stimolazione della coagulazione e, in ultima analisi, aterosclerosi e trombosi. L'omocisteina è un fattore di rischio indipendente per l'insorgenza di una cardiopatia coronarica, per eventi trombotici, per aborto e per malformazioni fetali (difetti del tubo neurale, palatoschisi).

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.&nbsp;

ORMONE ADENOCORTICOTROPO

L'ormone adrenocorticotropo (ACTH) è un ormone polipeptidico che esiste principalmente come catena di 39 amminoacidi, con un peso molecolare di circa 4500 dalton. Viene prodotto nella ghiandola pituitaria e serve per stimolare la produzione di steroidi da parte della corteccia surrenalica. La secrezione dell'ACTH è controllata a livello ipotalamico dal fattore di rilascio della corticotropina (CRF) e dal cortisolo attraverso feedback negativo. Valori elevati si riscontrano nella malattia di Cushing, nella produzione ectopica di ACTH e nel morbo di Addison. Valori bassi si riscontrano nel tumore del surrene e nell'ipopituitarismo.


Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.&nbsp;

ORMONE ANTIMULLERIANO

L'Ormone Antimulleriano (AMH) funge da regolatore della folliculogenesi nell'ovaio femminile. Il dosaggio sierico dell'AMH è stato proposto come test di riserva ovarica: il suo decrescere a livelli minimali si correla ad un ridotto numero di follicoli ovarici, mentre un suo abnorme aumento si correla ad un eccesso di follicoli a stadio maturativo precocissimo, come nella Sindrome dell'Ovaio Policistico (PCOS). A differenza di altri test di riserva ovarica, come l'FHS e l'estradiolo, che devono essere dosati nei primissimi giorni del ciclo, l'AMH rimane costante durante tutte le fasi del ciclo mestruale, ed in gravidanza, potendosi pertanto misurare in qualunque momento.

Tempi di Consegna

Da concordare secondo le Vostre esigenze.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

ORMONE FOLLICOLO-STIMOLANTE

L'ormone follicolo stimolante è un ormone dell'ipofisi anteriore la cui produzione è regolata dall'ipotalamo attraverso il FSH-LH releasing factor (o GnRH). L'FSH è una glicoproteina costituita da due catene delle quali una, la ?, è in comune con il TSH e l'LH ed attiva l'adenilato-ciclasi, mentre l'altra, la &#946;, è specifica per i recettori dell'organo bersaglio. Nella femmina, l'FSH induce la maturazione dei follicoli ovarici e la secrezione degli estrogeni mentre nel maschio stimola la spermatogenesi.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

ORMONE LUTEINIZZANTE

L'ormone follicolo stimolante è un ormone dell'ipofisi anteriore la cui produzione è regolata dall'ipotalamo attraverso il FSH-LH releasing factor (o GnRH). L'LH è una glicoproteina costituita da due catene delle quali una, la ?, è in comune con il TSH e l'FSH ed attiva l'adenilato-ciclasi, mentre l'altra, la &#946;, è specifica per i recettori dell'organo bersaglio. Nella femmina, l'LH stimola l'ovulazione, la formazione del corpo luteo e la produzione di progesterone e di estrogeni; nel maschio stimola la produzione di testosterone.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua

ORMONE LUTEOTROPO

L'ormone follicolo stimolante è un ormone dell'ipofisi anteriore la cui produzione è regolata dall'ipotalamo attraverso il FSH-LH releasing factor (o GnRH). L'LH è una glicoproteina costituita da due catene delle quali una, la ?, è in comune con il TSH e l'FSH ed attiva l'adenilato-ciclasi, mentre l'altra, la &#946;, è specifica per i recettori dell'organo bersaglio. Nella femmina, l'LH stimola l'ovulazione, la formazione del corpo luteo e la produzione di progesterone e di estrogeni; nel maschio stimola la produzione di testosterone.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua

ORMONE SOMATROPO

Il GH è un ormone dell'ipofisi anteriore la cui produzione è sotto controllo ipotalamico, essendo stimolata dal SRF (somatotropin releasing factor) ed inibita dal SIF (somatotropin inhibiting factor). Il GH stimola la sintesi proteica favorendo l'assorbimento cellulare degli aminoacidi e la loro incorporazione nelle proteine e quindi l'accrescimento corporeo. Il GH esplica le sue azioni attraverso peptidi denominati complessivamente somatomedine, prodotte dal fegato per influenza del GH stesso. Alcune somatomedine (IGF-I e IGF-II) esplicano un'azione insulino simile.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

ORMONE TIREO STIMOLANTE

Il TSH è un ormone secreto dall'ipofisi anteriore che agisce stimolando la tiroide nei suoi vari aspetti funzionali, dalla iodocaptazione fino alla liberazione degli ormoni tiroidei T3 e T4 in circolo. La secrezione di TSH è stimolata dal TRH secreto dall'ipotalamo ed inibita dagli ormoni tiroidei circolanti. La determinazione del TSH è senz'altro l'esame pi? appropriato per uno screening della funzionalit? tiroidea.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.&nbsp;

ORMONE TIREOTROPO

Il TSH è un ormone secreto dall'ipofisi anteriore che agisce stimolando la tiroide nei suoi vari aspetti funzionali, dalla iodocaptazione fino alla liberazione degli ormoni tiroidei T3 e T4 in circolo. La secrezione di TSH è stimolata dal TRH secreto dall'ipotalamo ed inibita dagli ormoni tiroidei circolanti. La determinazione del TSH è senz'altro l'esame pi? appropriato per uno screening della funzionalit? tiroidea.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

OSSIURI, RICERCA DIRETTA

Gli ossiuri, (Enterobius vermicularis) detti anche vermi dei bambini, sono gli agenti della pi? comune parassitosi intestinale umana, che interessa circa il 10 per cento, dei bambini; i vermi si localizzano nell'intestino crasso. I parassiti femmina, soprattutto al mattino depositano migliaia di uova in zona perianale, causando un intenso prurito. L'infestazione si verifica per contatto interumano; è possibile anche l'autoinfestazione.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

Per ricercare le uova del parassita (Scotch test), applicare alla sera sulla cute in zona perianale una striscia di nastro adesivo trasparente lasciandolo in situ per la notte, prelevarlo al mattino e farlo poi aderire su un vetrino che deve essere inviato al laboratorio.

OSTEOCALCINA

L'Osteocalcina, una proteina la cui produzione dipende dalla vitamina K, pu? costituire fino al 3 per cento, delle proteine dell'osso. L'Osteocalcina si trova soltanto nel tessuto osseo ed è prodotta dagli osteoblasti. Si ritiene intervenga nel processo di mineralizzazione, probabilmente sotto l'influenza degli altri ormoni regolatori del metabolismo del calcio: calcitonina, ormone paratiroideo e vitamina D.

Tempi di Consegna

14 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

PARATORMONE (PTH)

Il paratormone è un ormone polipeptidico prodotto dalle paratiroidi, quattro piccole ghiandole che circondano la tiroide. La funzione del paratormone è quella di garantire l'omeostasi del calcio e del fosforo plasmatico; in particolare, il PTH stimola il riassorbimento osseo, un aumento dell'escrezione dei fosfati e del riassorbimento del calcio a livello renale, ed un aumento dell'assorbimento intestinale del calcio attraverso la stimolazione della sintesi della vitamina D1,25(OH) a livello renale. La secrezione del PTH è regolata dalla concentrazione di calcio plasmatico tramite feed-back.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

APCA

La gastrite cronica è correlata, in un discreto numero di casi, ad una eziologia autoimmune dimostrata dalla presenza di anticorpi diretti contro le cellule parietali della mucosa gastrica. Si tratta di "autoanticorpi" che risultano presenti anche nell'85-90%, di casi di anemia perniciosa (acloridia con atrofia della mucosa gastrica). Anche diverse altre patologie a genesi autoimmune hanno evidenziato la presenza di questi anticorpi (tiroiditi autoimmuni, diabete mellito, Addison, LES). Anticorpi anti-cellule parietali possono essere presenti anche in soggetti normali.

Tempi di Consegna

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

Preparazione

5 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

APCR

La proteina C è una proteina che possiede attivit? anticoagulante ed assieme alla proteina S e antitrombina III, ha il compito di contrastare l'eccessiva funzione dell'attivit? coagulativa mantenendo fluido il sangue. In alcuni pazienti è presente una variazione geneticamente determinata dal fattore V della coagulazione (fattore V di Leiden) che ostacola l'attivit? anticoagulante della proteina C; questo fenomeno è evidenziato dal test della Resistenza alla Proteina C Attivata (aPCR). L'aPCR è associata ad un aumentato rischio trombo embolico.

Tempi di Consegna

12 giorni,&nbsp; escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

PEPTIDE C

Il peptide C deriva dalla degradazione della proinsulina all'interno delle cellule &#946; pancreatiche. Una volta avvenuta tale degradazione, vengono immesse nel circolo portale quantit? equimolari di insulina e di peptide C. Il vantaggio della determinazione del peptide C rispetto a quella della insulina consiste nel fatto che il primo riflette in una maniera pi? soddisfacente il reale stato della secrezione delle cellule &#946; del pancreas. Infatti l'insulina, una volta immessa nel circolo portale, viene catturata per pi? del 50 per cento al primo passaggio, dal fegato e subisce inoltre un significativo "uptake" da parte dei tessuti bersaglio. Il tasso insulinemico non riflette quindi in maniera del tutto accurata la funzione endocrina delle cellule &#946; del pancreas. Il peptide C viene invece captato solo in minima parte dal fegato (10/per cento circa) ed un ulteriore vantaggio è assicurato dalla emivita, almeno doppia, rispetto a quella della insulina, con conseguente maggiore stabilit? dei livelli sierici. La maggior parte del peptide C circolante è degradata nel rene ed è parzialmente escreta nelle urine. Il peptide C è aumentato nelle seguenti condizioni: insulinoma, insufficienza renale, diabete non insulino dipendente (tipo II), ingestione di ipoglicemizzanti orali. Il peptide C è diminuito nelle seguenti condizioni: ipoglicemia factitia da somministrazione di insulina, pancreatectomia radicale, diabete insulino dipendente (tipo I).

INDICAZIONI CLINICHE

Nel siero, il dosaggio riveste una particolare utilit? nella valutazione della funzione residua delle cellule &#946; in pazienti diabetici trattati con insulina esogena. In questi casi, infatti, il dosaggio dell'insulina sierica risulta non praticabile per la costante presenza nel siero dei diabetici di anticorpi anti-insulina che rendono impossibile la valutazione dell'insulina. Nelle urine delle 24 ore, il dosaggio è utile quando è necessario valutare in continuo la funzionalit? delle cellule beta.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Nel caso di dosaggio su urina eseguire una raccolta urine delle 24h.


PEPTIDE C DEL INSULINA

Il peptide C deriva dalla degradazione della proinsulina all'interno delle cellule &#946; pancreatiche. Una volta avvenuta tale degradazione, vengono immesse nel circolo portale quantit? equimolari di insulina e di peptide C. Il vantaggio della determinazione del peptide C rispetto a quella della insulina consiste nel fatto che il primo riflette in una maniera pi? soddisfacente il reale stato della secrezione delle cellule &#946; del pancreas. Infatti l'insulina, una volta immessa nel circolo portale, viene catturata per pi? del 50% al primo passaggio, dal fegato e subisce inoltre un significativo "uptake" da parte dei tessuti bersaglio. Il tasso insulinemico non riflette quindi in maniera del tutto accurata la funzione endocrina delle cellule &#946; del pancreas. Il peptide C viene invece captato solo in minima parte dal fegato (10% circa) ed un ulteriore vantaggio è assicurato dalla emivita, almeno doppia, rispetto a quella della insulina, con conseguente maggiore stabilit? dei livelli sierici. La maggior parte del peptide C circolante è degradata nel rene ed è parzialmente escreta nelle urine. Il peptide C è aumentato nelle seguenti condizioni: insulinoma, insufficienza renale, diabete non insulino dipendente (tipo II), ingestione di ipoglicemizzanti orali. Il peptide C è diminuito nelle seguenti condizioni: ipoglicemia factitia da somministrazione di insulina, pancreatectomia radicale, diabete insulino dipendente (tipo I).

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Nel caso di dosaggio su urina eseguire una raccolta urine delle 24h.

PIRUVATO-CHINASI ERITROCITARIA

La piruvato-chinasi è un enzima che catalizza la trasformazione del fosfoenolpiruvato in piruvato e ATP e serve al globulo rosso per mantenere l'integrit? della sua membrana ed il gradiente osmotico rispetto al plasma. La diminuzione della PK porta all'alterazione della membrana ed alla distruzione del globulo rosso; il difetto di questo enzima è ereditato come carattere autosomico recessivo e la malattia (anemia emolitica cronica, ittero, splenomegalia, aumento dei reticolociti) si manifesta nei soggetto omozigoti (che rappresentano, statisticamente, il 25 per cento, dei figli di genitori che siano entrambi eterozigoti e quindi portatori sani).

Tempi di Consegna

16 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

CPK

L'enzima creatinfosfochinasi è contenuto prevalentemente nel muscolo cardiaco e scheletrico ma anche, in misura minore, nel cervello; svolge un ruolo fondamentale per l'equilibrio energetico della cellula, catalizzando lo scambio di fosfato tra la creatina e ATP (adenosintrisfosfato) che è la fonte di energia pi? utilizzata dalle cellule Un aumento della CPK nel siero è specificamente causato da un danno cellulare a livello cardiaco o muscolare.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

POTASSIEMIA

Il potassio è il principale elettrolita intracellulare e contribuisce al mantenimento del volume di liquido all'interno della cellula e all'attivit? elettrica di membrana dalla quale, a sua volta, dipende l'eccitabilit? delle cellule muscolari (scheletriche e miocardiche) e nervose. La concentrazione intracellulare del potassio è mantenuta per mezzo di un sistema di trasporto attivo (la pompa sodio/potassio) che trasporta il sodio all'esterno della membrana facendo rientrare il potassio. A livello renale, il potassio escreto nel glomerulo viene interamente riassorbito nel tubulo prossimale e successivamente, sotto regolazione dell'aldosterone, scambiato col sodio nel tubulo distale.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

POTASSIO

Il potassio è il principale elettrolita intracellulare e contribuisce al mantenimento del volume di liquido all'interno della cellula e all'attivit? elettrica di membrana dalla quale, a sua volta, dipende l'eccitabilit? delle cellule muscolari (scheletriche e miocardiche) e nervose. La concentrazione intracellulare del potassio è mantenuta per mezzo di un sistema di trasporto attivo (la pompa sodio/potassio) che trasporta il sodio all'esterno della membrana facendo rientrare il potassio. A livello renale, il potassio escreto nel glomerulo viene interamente riassorbito nel tubulo prossimale e successivamente, sotto regolazione dell'aldosterone, scambiato col sodio nel tubulo distale.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

POTASSIURIA-Potassio nelle urine

Il potassio è il principale elettrolita intracellulare e contribuisce al mantenimento del volume di liquido all'interno della cellula e all'attivit? elettrica di membrana dalla quale, a sua volta, dipende l'eccitabilit? delle cellule muscolari (scheletriche e miocardiche) e nervose. La concentrazione intracellulare del potassio è mantenuta per mezzo di un sistema di trasporto attivo (la pompa sodio/potassio) che trasporta il sodio all'esterno della membrana facendo rientrare il potassio. A livello renale, il potassio escreto nel glomerulo viene interamente riassorbito nel tubulo prossimale e successivamente, sotto regolazione dell'aldosterone, scambiato col sodio nel tubulo distale.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Raccolta delle Urine nelle 24 ore. Per la raccolta delle urine delle 24 ore è necessario seguire scrupolosamente questa procedura: Il mattino del giorno d'inizio raccolta, scartare tutta l'urina della prima minzione mattutina, svuotando completamente la vescica nel WC. Prendere nota dell'ora (ad esempio ore 7).
2.Raccogliere in un contenitore adeguato tutte le urine emesse da questo momento in poi nelle 24 ore successive, comprese quelle della notte e quelle della prima minzione del secondo giorno; la raccolta va quindi terminata alla stessa ora d'inizio della raccolta (ore 7 del giorno seguente), svuotando completamente la vescica nel contenitore.
NOTA BENE: Durante le 24 ore di raccolta, conservare il recipiente in luogo fresco (temperatura inferiore a 10?C) o in frigorigero, al riparo dalla luce solare. E' importante NON perdere alcuna parte dell'urina emessa.

POTASSIURIA-Potassio nelle urine

Il potassio è il principale elettrolita intracellulare e contribuisce al mantenimento del volume di liquido all'interno della cellula e all'attivit? elettrica di membrana dalla quale, a sua volta, dipende l'eccitabilit? delle cellule muscolari (scheletriche e miocardiche) e nervose. La concentrazione intracellulare del potassio è mantenuta per mezzo di un sistema di trasporto attivo (la pompa sodio/potassio) che trasporta il sodio all'esterno della membrana facendo rientrare il potassio. A livello renale, il potassio escreto nel glomerulo viene interamente riassorbito nel tubulo prossimale e successivamente, sotto regolazione dell'aldosterone, scambiato col sodio nel tubulo distale.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Raccolta delle Urine nelle 24 ore. Per la raccolta delle urine delle 24 ore è necessario seguire scrupolosamente questa procedura: Il mattino del giorno d'inizio raccolta, scartare tutta l'urina della prima minzione mattutina, svuotando completamente la vescica nel WC. Prendere nota dell'ora (ad esempio ore 7).
2.Raccogliere in un contenitore adeguato tutte le urine emesse da questo momento in poi nelle 24 ore successive, comprese quelle della notte e quelle della prima minzione del secondo giorno; la raccolta va quindi terminata alla stessa ora d'inizio della raccolta (ore 7 del giorno seguente), svuotando completamente la vescica nel contenitore.
NOTA BENE: Durante le 24 ore di raccolta, conservare il recipiente in luogo fresco (temperatura inferiore a 10?C) o in frigorigero, al riparo dalla luce solare. E' importante NON perdere alcuna parte dell'urina emessa.

PPT

I tempo di tromboplastina parziale è il tempo necessario affinch? si formi il coagulo di fibrina dopo aggiunta di ioni calcio e di reagente fosfolipidico. Il PTT misura la via intrinseca (fattori XII, XI, IX e VIII) e la via comune (fattori V, II, X) della coagulazione. Un allungamento del PTT è causato da deficit dei fattori della coagulazione (Emofilia A e B, malattia di Von Willebrand), coagulazione intravascolare disseminata (CID), sindrome da anticorpi antifosfolipidi (APS), insufficienza epatica (da ridotta sintesi), ostruzione biliare, malassorbimenti e terapia con dicumarolici (da deficit di Vitamina K), terapia con eparina.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.&nbsp;

PRL

La prolattina è un ormone dell'ipofisi anteriore la cui produzione è regolata dall'ipotalamo attraverso il PRF (prolactin releasing factor) ed il PIF (prolactin inhibiting factor). La prolattina stimola lo sviluppo e la secrezione della ghiandola mammaria (montata lattea) attraverso l'induzione della sintesi della ?-lattoalbumina e degli enzimi G6PDH (glucosio-6-fosfato deidrogenasi) e 6-fosfogluconato deidrogenasi. La prolattina aumenta fisiologicamente, negli adulti, durante il sonno (con un picco nelle prime ore del mattino), lo stress e l'esercizio fisico; nelle donne aumenta in gravidanza, dopo il coito e durante l'allattamento

Tempi di Consegna

1 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.&nbsp;

IDROSSIPROGESTERONE 17

Il 17-idrossiprogesterone è un ormone steroideo C-21, prodotto nella ghiandola adrenale e nelle gonadi durante la sintesi dei glucocorticoidi e degli ormoni steroidei. è derivato dal progesterone via 17-idrossilasi, un enzima P450c17, o dal 17-idrossipregnenolone via 3-idrossisteroidi deidrogenasi/5-4 isomerasi. Il 17-OH P non ha un ruolo fisiologico definito tranne come molecola del precursore. I livelli di 17-OH P sierico sono et? - dipendenti, con picchi osservati durante la vita fetale e il periodo postnatale. Durante la prima settimana di vita, i livelli sierici diminuiscono di circa 50 volte rispetto ai valori sanguigni del cordone. Un piccolo aumento transitorio si manifesta nei maschi a 30-60 giorni dalla nascita. I livelli per entrambi i sessi rimangono bassi e costanti durante l'infanzia e aumentano progressivamente durante la pubert?, dove raggiungono i livelli dell'adulto di circa 100 ng/dL. I livelli di 17-OH P hanno normalmente una variazione giornaliera ACTH-dipendente con picchi mattutini e crolli notturni. Un aumento di produzione ovarica di 17-OH P avviene durante la fase luteale del ciclo mestruale. Il 17-OH P è un progestinico naturale e durante il terzo mese di gravidanza vi è un aumento dovuto alla produzione adrenale fetale.

Tempi di Consegna

6 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

PROLATTINA

La prolattina è un ormone dell'ipofisi anteriore la cui produzione è regolata dall'ipotalamo attraverso il PRF (prolactin releasing factor) ed il PIF (prolactin inhibiting factor). La prolattina stimola lo sviluppo e la secrezione della ghiandola mammaria (montata lattea) attraverso l'induzione della sintesi della ?-lattoalbumina e degli enzimi G6PDH (glucosio-6-fosfato deidrogenasi) e 6-fosfogluconato deidrogenasi. La prolattina aumenta fisiologicamente, negli adulti, durante il sonno (con un picco nelle prime ore del mattino), lo stress e l'esercizio fisico; nelle donne aumenta in gravidanza, dopo il coito e durante l'allattamento

Tempi di Consegna

1 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

PROTEINA C ANTICOAGULATIVA

La proteina C, potente inibitore della coagulazione, è una proteina vitamina K dipendente, sintetizzata dal fegato. L'attivazione della PC avviene ad opera della trombina in presenza del cofattore endoteliale trombomodulina; la sua attivazione viene accelerata dal Fattore V ed effettivamente si pu? verificare un fenomeno di ?resistenza? alla PC attivata dovuta ad una mutazione genetica del Fattore V (fattore V di Leiden). La PC esercita la sua azione anticoagulante degradando i fattori V e VIII attivati in presenza del cofattore Proteina S. Tassi diminuiti della PC possono essere acquisiti (insufficienza epatica, tumori, coagulazione intravascolare, decorso post-operatorio) o congeniti (trasmissione autosomica dominante). Una carenza di PC pu? essere responsabile di fenomeni tromboembolici.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

PROTEINA C ATTIVATA, RESISTENZA ALLA

La proteina C è una proteina che possiede attivit? anticoagulante ed assieme alla proteina S e antitrombina III, ha il compito di contrastare l'eccessiva funzione dell'attivit? coagulativa mantenendo fluido il sangue. In alcuni pazienti è presente una variazione geneticamente determinata dal fattore V della coagulazione (fattore V di Leiden) che ostacola l'attivit? anticoagulante della proteina C; questo fenomeno è evidenziato dal test della Resistenza alla Proteina C Attivata (aPCR). L'aPCR è associata ad un aumentato rischio trombo embolico.

Tempi di Consegna

10 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

PROTEINA C ATTIVATA, RESISTENZA ALLA

La proteina C è una proteina che possiede attivit? anticoagulante ed assieme alla proteina S e antitrombina III, ha il compito di contrastare l'eccessiva funzione dell'attivit? coagulativa mantenendo fluido il sangue. In alcuni pazienti è presente una variazione geneticamente determinata dal fattore V della coagulazione (fattore V di Leiden) che ostacola l'attivit? anticoagulante della proteina C; questo fenomeno è evidenziato dal test della Resistenza alla Proteina C Attivata (aPCR). L'aPCR è associata ad un aumentato rischio trombo embolico.

Tempi di Consegna

10 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

PROTEINA C REATTIVA

La Proteina C reattiva è una proteina funzionalmente analoga alle immunoglobuline di classe G (IgG) dalle quali si differenzia per non essere specificamente rivolta verso un determinato antigene; è prodotta principalmente nel fegato in risposta a stimoli quali antigeni batterici e fungini e immunocomplessi, ma anche in seguito a traumi. La funzione della PCR è di legarsi, complessandosi con la fosfatidilcolina, alla parete di molti batteri favorendone la fagocitosi da parte dei monociti. Correlata genericamente con la VES, la PCR aumenta e diminuisce pi? rapidamente della prima. La PCR aumenta, in maniera pi? marcata rispetto ad altre proteine di fase acuta (es. ? -1-antitripsina), in caso di infiammazione, infezioni batteriche e traumi. Le infezioni virali non causano un significativo aumento della PCR e pertanto, in assenza di traumi, un aumento della PCR è indicativo di infezione batterica. Recentemente, leggeri incrementi della concentrazione di PCR nel siero sono stati correlati ad un aumento del rischio cardiovascolare; per rilevare incrementi cos? modesti occorre aumentare la sensibilit? del metodo che da taluni è incorrettamente denominato PCR ultrasensibile. Tale indice non sembra tuttavia di rilevante utilit? clinica.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

PROTEINA S

La proteina S è una proteina anticoagulante vitamina K dipendente, sintetizzata dal fegato. La sua attivit? anticoagulante si esplica favorendo, come cofattore, l'azione dell'altra proteina del sistema anticoagulante: la proteina C. La proteina S è presente nel plasma sia in forma libera che legata a proteine. Solo la proteina S libera è funzionalmente attiva. Il dosaggio permette l'identificazione di deficit acquisiti (insufficienza epatica, trattamento anticoagulante, gravidanza, terapia estro-progestinica, CID) e congeniti (trasmissione autosomica dominante). La carenza di proteina S è generalmente associata ad un aumentato rischio di eventi tromboembolici.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

PROTEINA S

La proteina S è una proteina anticoagulante vitamina K dipendente, sintetizzata dal fegato. La sua attivit? anticoagulante si esplica favorendo, come cofattore, l'azione dell'altra proteina del sistema anticoagulante: la proteina C. La proteina S è presente nel plasma sia in forma libera che legata a proteine. Solo la proteina S libera è funzionalmente attiva. Il dosaggio permette l'identificazione di deficit acquisiti (insufficienza epatica, trattamento anticoagulante, gravidanza, terapia estro-progestinica, CID) e congeniti (trasmissione autosomica dominante). La carenza di proteina S è generalmente associata ad un aumentato rischio di eventi tromboembolici.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

PROTEINE ELETTROFORESI

L'elettroforesi delle proteine sieriche è un test che permette di ottenere le percentuali delle diverse frazioni proteiche presenti nel siero. Mette in evidenza la presenza di gammopatie monoclonali, che si associano ai disordini caratterizzati dalla proliferazione di un clone di plasmacellule (es. mielomi, macroglobulinemia).

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

PROTEINE TOTALI

Nel siero, è la sommatoria di tutte le proteine in esso presenti ed ha pertanto uno scarso significato clinico; il dosaggio delle proteine totali plasmatiche è effettuato congiuntamente alla elettroforesi delle stesse per stimarne la concentrazione a partire dalle percentuali relative. Nelle urine è la sommatoria delle proteine che hanno superato il filtro glomerulare e di quelle rilasciate lungo le vie escretrici per motivi che nulla hanno a che fare con l'insufficienza renale (es. infiammazioni, tumori); si tratta di un test di screening grossolano e per la valutazione dell'integrit? glomerulare è preferibile misurare l'albumina urinaria.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario evitare un intenso esercizio fisico nelle 8-12 ore che precedono il prelievo. Questa norma deve essere assolutamente osservata in caso di analisi delle urine per la determinazione della clearance della creatinina.

PROTEINE, IMMUNOELETTROFORESI

L'elettroforesi delle proteine sieriche è un test che permette di ottenere le percentuali delle diverse frazioni proteiche presenti nel siero. Mette in evidenza la presenza di gammopatie monoclonali, che si associano ai disordini caratterizzati dalla proliferazione di un clone di plasmacellule (es. mielomi, macroglobulinemia).

Tempi di Consegna

10 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Nel caso di richiesta su urina: raccogliere le urine emesse nella seconda minzione del mattino. Svuotare la vescica gettando le prime urine emesse. Dopo aver lasciato intercorrere un tempo minimo di 2 ore, raccogliere tutte le urine emesse nella seconda minzione mattutina. Le urine raccolte devono essere necessariamente del mattino.

PROTEINEMIA

Nel siero, è la sommatoria di tutte le proteine in esso presenti ed ha pertanto uno scarso significato clinico; il dosaggio delle proteine totali plasmatiche è effettuato congiuntamente alla elettroforesi delle stesse per stimarne la concentrazione a partire dalle percentuali relative. Nelle urine è la sommatoria delle proteine che hanno superato il filtro glomerulare e di quelle rilasciate lungo le vie escretrici per motivi che nulla hanno a che fare con l'insufficienza renale (es. infiammazioni, tumori); si tratta di un test di screening grossolano e per la valutazione dell'integrit? glomerulare è preferibile misurare l'albumina urinaria.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario evitare un intenso esercizio fisico nelle 8-12 ore che precedono il prelievo. Questa norma deve essere assolutamente osservata in caso di analisi delle urine per la determinazione della clearance della creatinina.

PROTEINURIA 24 H

Nel siero, è la sommatoria di tutte le proteine in esso presenti ed ha pertanto uno scarso significato clinico; il dosaggio delle proteine totali plasmatiche è effettuato congiuntamente alla elettroforesi delle stesse per stimarne la concentrazione a partire dalle percentuali relative. Nelle urine è la sommatoria delle proteine che hanno superato il filtro glomerulare e di quelle rilasciate lungo le vie escretrici per motivi che nulla hanno a che fare con l'insufficienza renale (es. infiammazioni, tumori); si tratta di un test di screening grossolano e per la valutazione dell'integrit? glomerulare è preferibile misurare l'albumina urinaria.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario evitare un intenso esercizio fisico nelle 8-12 ore che precedono il prelievo. Questa norma deve essere assolutamente osservata in caso di analisi delle urine per la determinazione della clearance della creatinina. Condizioni preliminari. Nelle donne in et? fertile si consiglia di non effettuare l' esame durante il periodo mestruale. Acquistare in farmacia o parafarmacia un contenitore per la raccolta delle urine delle 24 ore (a bocca larga con tappo a vite e della capacit? di almeno 2,5 litri). Prima dell'inizio della raccolta bere circa 500 mL di acqua; durante la raccolta bere con regolarit? ad una certa ora del mattino (ad esempio alle 8 precise) urinare nel water per svuotare la vescica (queste prime urine non vanno raccolte) da questo momento in poi raccogliere nel contenitore tutte le urine emesse nel corso della giornata alle ore 8 precise del mattino successivo urinare ancora raccogliendo queste urine (in tal modo le urine raccolte corrisponderanno esattamente a quelle prodotte in 24 ore). Modalit? di conservazione. Durante la raccolta tenere il contenitore ben chiuso in frigo tra 4?-8?C in modo da limitare la crescita batterica e l' azione diretta della luce. Alla fine della raccolta apporre su di esso le proprie generalit? e consegnarlo al laboratorio ben chiuso e pulito esternamente.

PROTEINURIA DI BENCE JONES

La proteina di Bence Jones identifica la presenza di proteina monoclonale nelle urine costituita dalle sole catene leggere delle immunoglobuline, kappa e lambda. Quando il mieloma non produce immunoglobuline intere ma soltanto catene leggere rilevabili nelle urine si parla di mieloma multiplo di Bence Jones.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno della consegna del campione, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

Condizioni preliminari
Nelle donne in et? fertile si consiglia di non effettuare l' esame durante il periodo mestruale.
Materiale per la raccolta
Acquistare in farmacia o parafarmacia un contenitore per la raccolta delle urine delle 24 ore&nbsp;(a bocca larga con tappo a vite e della capacit? di almeno 2,5 litri).
Modalit? di raccolta
1) Prima dell'inizio della raccolta bere circa 500 mL di acqua; durante la raccolta bere con regolarit?;
2) ad una certa ora del mattino (ad esempio alle 8 precise) urinare nel water per svuotare la vescica,(queste prime urine non vanno raccolte);
3) da questo momento in poi raccogliere nel contenitore tutte le urine emesse nel corso della giornata e della notte;
4) alle ore 8 precise del mattino successivo urinare ancora raccogliendo queste urine &nbsp;(in tal modo le urine raccolte corrisponderanno esattamente a quelle prodotte in 24 ore).
Modalit? di conservazione
Durante la raccolta tenere il contenitore ben chiuso in frigo tra 4?-8?C in modo da limitare&nbsp;la crescita batterica e l' azione diretta della luce. Alla fine della raccolta apporre su di esso le proprie generalit? e consegnarlo al laboratorio ben chiuso e pulito esternamente.

PS

La proteina S è una proteina anticoagulante vitamina K dipendente, sintetizzata dal fegato. La sua attivit? anticoagulante si esplica favorendo, come cofattore, l'azione dell'altra proteina del sistema anticoagulante: la proteina C. La proteina S è presente nel plasma sia in forma libera che legata a proteine. Solo la proteina S libera è funzionalmente attiva. Il dosaggio permette l'identificazione di deficit acquisiti (insufficienza epatica, trattamento anticoagulante, gravidanza, terapia estro-progestinica, CID) e congeniti (trasmissione autosomica dominante). La carenza di proteina S è generalmente associata ad un aumentato rischio di eventi tromboembolici.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

PSA FREE

Il PSA forma complessi con vari inibitori delle proteasi tra cui l'?2-macroglobulina e la ?1-antichimotripsina (ACT); nel siero, il PSA è prevalentemente in forma complessata e solo minimamente in forma libera. Nel carcinoma prostatico, generalmente, la quota libera diminuisce ulteriormente e pertanto, nei casi in cui il PSA totale superi il limite di 4,0 ng/mL, per aumentare la specificit? diagnostica dello screening, è indicato il dosaggio del PSA libero ed il calcolo del rapporto PSA libero/PSA totale che, nei casi di carcinoma prostatico, tende ad essere inferiore al 20 per cento.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

PSA LIBERO

Il PSA forma complessi con vari inibitori delle proteasi tra cui l'?2-macroglobulina e la ?1-antichimotripsina (ACT); nel siero, il PSA è prevalentemente in forma complessata e solo minimamente in forma libera. Nel carcinoma prostatico, generalmente, la quota libera diminuisce ulteriormente e pertanto, nei casi in cui il PSA totale superi il limite di 4,0 ng/mL, per aumentare la specificit? diagnostica dello screening, è indicato il dosaggio del PSA libero ed il calcolo del rapporto PSA libero/PSA totale che, nei casi di carcinoma prostatico, tende ad essere inferiore al 20 per cento.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

PSA TOTALE

Il PSA è una proteina appartenente alla famiglia delle callicreine e viene sintetizzata esclusivamente nella prostata; per questa sua elevata specificit? tissutale, il PSA viene utilizzato non solo nella sorveglianza per l'insorgenza di recidive ma anche nello screening del carcinoma prostatico. Purtroppo per?, nello screening, la specificit? diagnostica per il carcinoma prostatico è scarsa, dal momento che il PSA aumenta anche in condizioni benigne quali l'ipertrofia prostatica benigna e le prostatiti; d'altro canto, la sensibilit? diagnostica è sufficientemente elevata. Per migliorare la specificit? diagnostica del PSA, nei casi in cui questo limite viene superato, si misura anche il PSA libero. Nello screening del carcinoma della prostata, la valutazione dei risultati di PSA ottenuti non deve mai essere disgiunta dall'esame clinico urologico.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

PSEUDOCOLINESTERASI (PCHE)

La colinesterasi è un enzima epatico che idrolizza la acetilcolina ed altri esteri della colina. La sua concentrazione sierica aumenta nelle epatopatie acute e croniche.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

ANTIGENE POLIPEPTIDICO TISSUTALE

L'antigene polipeptidico tissutale o TPA è un complesso circolante di frammenti polipeptidici delle citocheratine 8, 18 e 19. la concentrazione sierica di TPA è correlata alla proliferazione cellulare. Il TPA è un marker generale dei carcinomi, in grado di riflettere la crescita maligna in vari organi. I livelli serici sono elevati soprattutto nei tumori metastatici e disseminati.

Tempi di Consegna

5 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

PARATORMONE (PTH)

Il paratormone è un ormone polipeptidico prodotto dalle paratiroidi, quattro piccole ghiandole che circondano la tiroide. La funzione del paratormone è quella di garantire l'omeostasi del calcio e del fosforo plasmatico; in particolare, il PTH stimola il riassorbimento osseo, un aumento dell'escrezione dei fosfati e del riassorbimento del calcio a livello renale, ed un aumento dell'assorbimento intestinale del calcio attraverso la stimolazione della sintesi della vitamina D1,25(OH) a livello renale. La secrezione del PTH è regolata dalla concentrazione di calcio plasmatico tramite feed-back.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

RAME

Il rame è contenuto principalmente in fegato, cervello e rene ma è presente in minore quantit? anche nel sangue, legato alla ceruloplasmina; è eliminato per via biliare. La sua funzione è quella di cofattore in varie reazioni enzimatiche. La concentrazione sierica del rame aumenta nel morbo di Hodgkin e nella cirrosi biliare, mentre diminuisce nei deficit nutrizionali e nella malattia di Wilson.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

RAST

Le immunoglobuline della classe E sono coinvolte nelle fasi iniziali delle reazioni allergiche; prodotte prevalentemente a livello delle membrane mucose respiratorie ed intestinali, le IgE si legano con una delle loro estremit? (Fab) agli antigeni verso cui sono specificamente dirette e con l'altra estremit? (Fc) ai basofili o alla loro controparte tissutale, i mastociti, che liberano a loro volta le sostanze (tra cui l'istamina) responsabili dei sintomi . La presenza di IgE specificamente rivolte verso un determinato antigene permette di identificare la causa scatenante la reazione allergica e quindi di prevenire la stessa, evitando l'esposizione o vaccinando il soggetto in modo selettivo. La ricerca delle singole IgE specifiche dovrebbe essere preceduta da una accurata anamnesi volta ad individuare le modalit? di contatto (inalante, alimentare, contatto dermico) e la famiglia allergenica coinvolta (es. graminacee, alberi, muffe etc). I test che impiegano proteine ricombinanti per ricercare le corrispondenti IgE sono pi? specifici dei classici RAST e permettono anche di spiegare le eventuali reazioni crociate tra sostanze che possiedono la stessa proteina come, ad esempio, betulla, mela sedano e carota (vedi anche IgE specifiche, ISAC test)

Tempi di Consegna

10 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

RECETTORE DEL TSH, ANTICORPI ANTI

Gli anticorpi stimolanti il recettore del TSH (una volta chiamati LATS = Long Acting Thyroid Stimulator) fanno parte della classe di immunoglobuline IgG ed hanno il compito di attivare il sistema adenilciclasi di membrana del recettore del TSH con conseguente produzione di ormoni tiroidei. La secrezione di anticorpi anti-recettore del TSH costituisce la base patogenetica dell'ipertiroidismo nel morbo di Graves-Basedow.

Tempi di Consegna

6 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.&nbsp;

RENINA

L'enzima proteolitico renina è sintetizzato principalmente dale cellule iuxtaglomerulari del rene sotto forma di prorenina ed è immagazzinato come granuli di prorenina o renina. La renina è rilasciata in risposta a stimoli fisiologici quali diminuzione del volume ematico e della pressione arteriosa e perdita di sodio. Il sistema renina-angiotensina-aldosterone gioca un ruolo di primaria importanza nella omeostasi idrica e salina e nella regolazione della pressione arteriosa.

Tempi di Consegna

14 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno un'ora (renina in ortostatismo) o in posizione supina da almeno 2 ore (renina in clinostatismo).

RENINEMIA

L'enzima proteolitico renina è sintetizzato principalmente dale cellule iuxtaglomerulari del rene sotto forma di prorenina ed è immagazzinato come granuli di prorenina o renina. La renina è rilasciata in risposta a stimoli fisiologici quali diminuzione del volume ematico e della pressione arteriosa e perdita di sodio. Il sistema renina-angiotensina-aldosterone gioca un ruolo di primaria importanza nella omeostasi idrica e salina e nella regolazione della pressione arteriosa.

Tempi di Consegna

10 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno un'ora (renina in ortostatismo) o in posizione supina da almeno 2 ore (renina in clinostatismo).

RETICOLOCITI, CONTA

I reticolociti sono i precursori anucleati dei globuli rossi; nel loro citoplasma permane una piccola quota di RNA ribosomiale che, quando colorata, appare all'osservazione microscopica come un reticolo. I reticolociti aumentano, fisiologicamente, nella gravidanza e generalmente nella fase di recupero delle anemie.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

RICERCA MUTAZIONE FATTORE DI LEIDEN

Il fattore V recante la mutazione G1691A (detto anche Fattore V Leiden, dal nome della citt? olandese in cui venne scoperta la mutazione) non viene inattivato dalla proteina C attivata con conseguente aumento di produzione della trombina che, come dice il nome stesso di questa proteina, ha un effetto pro-coagulante favorendo pertanto la formazione di trombi. La modalit? di trasmissione ereditaria è di tipo autosomico dominante: le persone portatrici hanno una possibilit? su due di trasmettere la predisposizione ai figli. La variante genetica G1691A (chiamata anche R506Q dalla posizione dell'aminoacido sostituito) ha una frequenza genica di 1,4-4,2 per cento in Europa, con un gradiente di frequenza decrescente da nord a sud. E' presente in circa il 15 per cento di pazienti non selezionati per trombosi venosa, e nel 20-60 per cento degli individui affetti da trombosi o selezionati per familiarit?. In Italia, la frequenza dei portatori in eterozigosi è pari al 2-3 per cento, mentre l'incidenza in omozigosi è lo 0,02 per cento. I soggetti eterozigoti hanno un rischio 5-10 volte maggiore rispetto alla popolazione generale di sviluppare una trombosi venosa, mentre gli omozigoti hanno un rischio aumentato di 50-100 volte. Nei soggetti eterozigoti il rischio di infarto del miocardio sembra essere aumentato di 2-3 volte.

Tempi di Consegna

14 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

Non occorre il digiuno

ROTAVIRUS, RICERCA DIRETTA

I Rotavirus sono virus a RNA e devono il loro nome al caratteristico aspetto a ruota al microscopio elettronico Le gastroenteriti da Rotavirus rappresentano la causa pi? frequente di gastroenterite grave nel bambino e nel neonato. Durante il periodo invernale il 50%, delle ospedalizzazioni pediatriche è attribuibile a gastroenteriti da Rotavirus. I pazienti presentano una sintomatologia con diarrea acquosa, febbre e vomito. La diagnosi microbiologica si basa sulla ricerca di un antigene virus-specifico nelle feci mediante tecniche immuncromatografiche rapide con un buon livello di sensibilit? e specificit?.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

L'emissione delle feci deve essere spontanea senza l'ausilio di supposte e/o lassativi.

SANGUE OCCULTO FECALE

Si tratta di un test di screening per la diagnostica precoce del carcinoma del colon-retto. In realt? è caratterizzato da una scarsa sensibilit? (cioè da false negativit?) e da altrettanto scarsa specificit? (sanguinamenti occulti possono infatti avvenire anche per patologie non neoplastiche). La ricerca della septina 9 nel plasma è una valida alternativa.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

Utilizzare gli appositi kit di raccolta forniti dal laboratorio. Non effettuare la raccolta mentre è in corso il flusso mestruale e/o mentre si è affetti da emorroidi sanguinanti

SCOTCH TEST

Gli ossiuri, (Enterobius vermicularis) detti anche vermi dei bambini, sono gli agenti della pi? comune parassitosi intestinale umana, che interessa circa il 10 per cento, dei bambini; i vermi si localizzano nell'intestino crasso. I parassiti femmina, soprattutto al mattino depositano migliaia di uova in zona perianale, causando un intenso prurito. L'infestazione si verifica per contatto interumano; è possibile anche l'autoinfestazione.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

Per ricercare le uova del parassita (Scotch test), applicare alla sera sulla cute in zona perianale una striscia di nastro adesivo trasparente lasciandolo in situ per la notte, prelevarlo al mattino e farlo poi aderire su un vetrino che deve essere inviato al laboratorio.

SEX HORMON BINDING GLOBULIN (SHBG)

SHBG è una globulina che lega, in circolo, testosterone ed estrogeni. L'aumento (ipertiroidismo, gravidanza, contraccettivi orali, farmaci anti-epilettici) o la diminuzione della SHBG (ipotiroidismo, obesit?) pu? influire sull'accuratezza del dosaggio di tali ormoni.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

SGOT

Le transaminasi sono enzimi che catalizzano il trasferimento di un gruppo aminico da un aminoacido a un chetoacido; questa reazione, detta di deaminazione, consente di degradare il gruppo aminico degli aminoacidi in eccesso ad ammoniaca. In effetti, al contrario degli acidi grassi e degli zuccheri, gli aminoacidi in eccesso non possono essere accumulati nel nostro organismo ma devono essere trasformati in energia e la deaminazione è il primo passo di questo ?smontaggio? degli aminoacidi. Dal punto di vista clinico sono importanti due transaminasi: l'aspartato amino transferasi (AST) e la alanina amino transferasi (ALT). L'aspartato amino-transferasi catalizza il trasferimento del gruppo aminico dall'aspartato (un aminoacido) all'?-chetoglutarato (un chetoacido) ed è presente in vari tessuti ma la sua massima concentrazione è raggiunta nel fegato, nel cuore e nel muscolo scheletrico. Nelle affezioni che causano una necrosi cellulare di questi tessuti, l'AST viene liberata nel torrente circolatorio dove la sua concentrazione aumenta. Un aumento dell'AST nel siero pu? essere pertanto riscontrato nelle seguenti condizioni: epatite acuta (infettiva, tossica), epatite cronica, ittero ostruttivo, metastasi epatiche, infarto miocardico, rabdomiolisi (cioè necrosi delle cellule muscolari scheletriche) traumatica o da farmaci, ipotiroidismo, infarto intestinale da occlusione. Quando le cellule danneggiate sono quelle cardiache o muscolo-scheletriche, l'AST sierica prevale sull'ALT.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

SGPT

Le transaminasi sono enzimi che catalizzano il trasferimento di un gruppo aminico da un aminoacido a un chetoacido; questa reazione, detta di deaminazione, consente di degradare il gruppo aminico degli aminoacidi in eccesso ad ammoniaca. In effetti, al contrario degli acidi grassi e degli zuccheri, gli aminoacidi in eccesso non possono essere accumulati nel nostro organismo ma devono essere trasformati in energia e la deaminazione è il primo passo di questo ?smontaggio? degli aminoacidi. Dal punto di vista clinico sono importanti due transaminasi: l'aspartato amino transferasi (AST) e la alanina amino transferasi (ALT). L'alanina amino-transferasi catalizza il trasferimento del gruppo aminico dall'alanina (un aminoacido) all'?-chetoglutarato (un chetoacido) ed è presente in vari tessuti ma la sua massima concentrazione è raggiunta nel fegato e, in misura minore, nel cuore e nel muscolo scheletrico. Nelle affezioni che causano una necrosi cellulare di questi tessuti, l'ALT viene liberata nel torrente circolatorio dove la sua concentrazione aumenta. Un aumento dell'ALT nel siero pu? essere pertanto riscontrato nelle seguenti condizioni: epatite acuta (infettiva, tossica), epatite cronica, ittero ostruttivo, metastasi epatiche, infarto miocardico, rabdomiolisi (cioè necrosi delle cellule muscolari scheletriche) traumatica o da farmaci, ipotiroidismo, infarto intestinale da occlusione. Quando le cellule danneggiate sono quelle epatiche, l'ALT sierica prevale sull'AST.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

SEX HORMON BINDING GLOBULIN (SHBG)

SHBG è una globulina che lega, in circolo, testosterone ed estrogeni. L'aumento (ipertiroidismo, gravidanza, contraccettivi orali, farmaci anti-epilettici) o la diminuzione della SHBG (ipotiroidismo, obesit?) pu? influire sull'accuratezza del dosaggio di tali ormoni.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

SIDEREMIA TOTALE

Il ferro è indispensabile per la formazione dell'eme (emoglobina, mioglobina, citocromo). Assorbito a livello intestinale dopo essere stato ridotto da F3+ a F2+ , viene temporaneamente immagazzinato nella ferritina delle cellule della mucosa intestinale per essere poi rilasciato nel sangue dove viene dapprima riossidato a F3+ (ad opera della ceruloplasmina) e poi catturato dalla transferrina per essere distribuito alle cellule.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.&nbsp;

SIDEROFILLINA

La transferrina è una globulina che trasporta nel sangue il ferro ossidato (F3+) fino alle cellule che ne hanno bisogno per sintetizzare l'eme (emoglobina, mioglobina, citocromo); speciali recettori di membrana si legano alla transferrina e tutto il complesso entra nella cellula per endocitosi; la transferrina, privata del ferro, viene riespulsa nel plasma.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.&nbsp;

SODIEMIA

Il sodio è il principale elettrolita extracellulare e contribuisce al mantenimento del volume di liquido all'interno ed all'esterno della cellula. La concentrazione extracellulare del sodio è mantenuta per mezzo di un sistema di trasporto attivo (la pompa sodio/potassio) che trasporta il sodio all'esterno della membrana facendo rientrare il potassio. A livello renale, il sodio escreto nel glomerulo viene per gran parte riassorbito nel tubulo prossimale e dell'ansa di Henle e successivamente, sotto regolazione dell'aldosterone, scambiato col potassio nel tubulo distale; il sodio escreto con le urine riflette la quota introdotta (una parte è eliminata anche col sudore e con le feci).

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.&nbsp;

SODIO

Il sodio è il principale elettrolita extracellulare e contribuisce al mantenimento del volume di liquido all'interno ed all'esterno della cellula. La concentrazione extracellulare del sodio è mantenuta per mezzo di un sistema di trasporto attivo (la pompa sodio/potassio) che trasporta il sodio all'esterno della membrana facendo rientrare il potassio. A livello renale, il sodio escreto nel glomerulo viene per gran parte riassorbito nel tubulo prossimale e dell'ansa di Henle e successivamente, sotto regolazione dell'aldosterone, scambiato col potassio nel tubulo distale; il sodio escreto con le urine riflette la quota introdotta (una parte è eliminata anche col sudore e con le feci).

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

SODIURIA

Il sodio è il principale elettrolita extracellulare e contribuisce al mantenimento del volume di liquido all'interno ed all'esterno della cellula. La concentrazione extracellulare del sodio è mantenuta per mezzo di un sistema di trasporto attivo (la pompa sodio/potassio) che trasporta il sodio all'esterno della membrana facendo rientrare il potassio. A livello renale, il sodio escreto nel glomerulo viene per gran parte riassorbito nel tubulo prossimale e dell'ansa di Henle e successivamente, sotto regolazione dell'aldosterone, scambiato col potassio nel tubulo distale; il sodio escreto con le urine riflette la quota introdotta (una parte è eliminata anche col sudore e con le feci).

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

SOMATOMEDINA C (fatt. di crescita insulino simile)

IFG-1 è un peptide prodotto dal fegato su stimolazione dell'ormone somatotropo (GH), che esplica un'azione insulino simile. Il dosaggio dell'IGF-1 è utile per valutare la severit? dell'acromegalia e la risposta al suo trattamento.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

SOMATROPINA

Il GH è un ormone dell'ipofisi anteriore la cui produzione è sotto controllo ipotalamico, essendo stimolata dal SRF (somatotropin releasing factor) ed inibita dal SIF (somatotropin inhibiting factor). Il GH stimola la sintesi proteica favorendo l'assorbimento cellulare degli aminoacidi e la loro incorporazione nelle proteine e quindi l'accrescimento corporeo. Il GH esplica le sue azioni attraverso peptidi denominati complessivamente somatomedine, prodotte dal fegato per influenza del GH stesso. Alcune somatomedine (IGF-I e IGF-II) esplicano un'azione insulino simile.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Prima di sottoporsi al prelievo il paziente deve stare a riposo (seduto) per almeno mezz'ora.

SPERMIOCOLTURA

Il liquido seminale è composto da plasma seminale nel quale sono sospesi gli spermatozoi. E' prodotto da secrezioni provenienti da vescicole seminali e prostata. L'esame colturale pu? spesso permettere di isolare e identificare i microrganismi responsabili di infezioni delle vie genitali (orchi- epididimiti, deferentiti, vescicoliti, prostatiti). I microrganismi di maggior significato patogeno sono N.gonorrhoeae (gonococco), Chlamydia, Mycoplasmi ed Enterobatteri. Routinariamente vengono ricercati i batteri Gram positivi e Gram negativi; su specifica richiesta vengono ricercati Gonococco, Micoplasmi Chlamydia.

Tempi di Consegna

3 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

In assenza di specifica richiesta del medico curante si consiglia di non effettuare l'esame in corso di terapia antibiotica. Far trascorrere almeno 7 giorni dall'ultima assunzione di antibiotico. Se richiesto insieme al colturale del secreto uretrale, eseguire sempre prima il tampone uretrale. Se richiesto insieme allo Spermiogramma è necessaria l'astensione da rapporti sessuali almeno 48 ore prima dell'esame e l'invio del campione entro e non oltre 30 minuti. La raccolta del campione pu? avvenire anche presso il nostro centro. Prima di iniziare la raccolta è necessario urinare per allontanare i batteri eventualmente presenti nell'uretra. Per evitare la contaminazione da parte della normale flora batterica del meato uretrale la raccolta deve essere preceduta da un accurato lavaggio del'area periuretrale e delle mani.

STREPTOCCO BETA EMOLITICO GRUPPO B

In Italia dal 3 al 30 per cento delle donne gravide è colonizzato da Streptococco di gruppo B a livello vaginale o rettale, in genere senza presentare sintomi. Alla nascita il 40-70 per cento, dei neonati nati da donne colonizzate viene infettato con il batterio trasmesso dalla madre, in particolare in utero poco prima del parto per infezione ascendente attraverso le membrane amniotiche rotte o attraverso il passaggio nel canale del parto per contatto con secrezioni infette. I danni per il neonato sono molteplici come sepsi neonatale, meningiti con esordio precoce o tardivo. Per tali motivi la ricerca del batterio è consigliata in corrispondenza della 36? settimana di gravidanza, al fine di attuare una precoce terapia antibiotica preventiva.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

Sospendere eventuali trattamenti con ovuli o candelette almeno 48 ore prima, non fare lavande vaginali interne nelle 24 ore precedenti, evitare i rapporti sessuali nelle 24 h precedenti. Far trascorrere almeno 7 giorni dall'ultima assunzione dell'antibiotico in assenza di specifiche richieste del medico curante. Non pu? essere eseguito nel periodo mestruale.

STREPTOCOCCO AGALACTIAE RICERCA DIRETTA

In Italia dal 3 al 30 per cento, delle donne gravide è colonizzato da Streptococco di gruppo B a livello vaginale o rettale, in genere senza presentare sintomi. Alla nascita il 40-70 per cento, dei neonati nati da donne colonizzate viene infettato con il batterio trasmesso dalla madre, in particolare in utero poco prima del parto per infezione ascendente attraverso le membrane amniotiche rotte o attraverso il passaggio nel canale del parto per contatto con secrezioni infette. I danni per il neonato sono molteplici come sepsi neonatale, meningiti con esordio precoce o tardivo. Per tali motivi la ricerca del batterio è consigliata in corrispondenza della 36? settimana di gravidanza, al fine di attuare una precoce terapia antibiotica preventiva.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

Sospendere eventuali trattamenti con ovuli o candelette almeno 48 ore prima, non fare lavande vaginali interne nelle 24 ore precedenti, evitare i rapporti sessuali nelle 24 h precedenti. Far trascorrere almeno 7 giorni dall'ultima assunzione dell'antibiotico in assenza di specifiche richieste del medico curante. Non pu? essere eseguito nel periodo mestruale.

TAMPONE FARINGEO

Ricerche batteriologiche non mirate non trovano indicazione per l'elevata presenza di flora polimicrobica residente in questa sede. La ricerca colturale del secreto faringeo è eseguita per dimostrare la presenza di Streptococco beta emolitico di gruppo A (Streptococcus pyogenes) che è presente nelle vie aeree ed è agente di infezioni localizzate come faringo-tonsillite nei bambini con un picco tra i 5 e i 15 anni, infezioni localizzate con manifestazioni a distanza (scarlattina), infezioni generalizzate (sepsi, endocarditi) e infezioni a distanza post.streptococciche ( malattia reumatica e gromerulonefrite acuta). Ricordiamo che oltre il 40% delle faringo-tonsilliti è causata da virus con una sintomatologia indistinguibile dalle forme batteriche.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

In assenza di specifiche richieste del medico curante si consiglia di non effettuare l'esame in corso di terapia antibiotica. Far trascorrere almeno 7 giorni dall'ultima assunzione di antibiotico.

TAMPONE VAGINALE

La vagina, sterile alla nascita viene colonizzata rapidamente nel giro di 12-24 ore da Stafilococchi, Streptococchi, Difteroidi; nel giro di due, tre giorni, sotto l'influsso degli estrogeni materni, si ha la colonizzazione con la flora lattobacillare. In seguito alla scomparsa degli estrogeni materni, a livello dell'epitelio vaginale si ha scomparsa della flora lattobacillare e di conseguenza il pH vaginale fino alla pubert? è tendente all'alcalinit? (6-8). Dalla pubert? e per tutto il periodo fertile, per effetto degli estrogeni prodotti dalla donna, si ha nuovamente la deposizione di glicogeno che consente una colonizzazione stabile di lattobacilli che,fermentando il glicogeno stesso con produzione di acido lattico, producono acidificazione vaginale con un pH tra 3 e 5. Questa condizione di acidit? che ostacola lo sviluppo di batteri provenienti dall'esterno (che prediligono un ambiente neutro) rappresenta un importante forma di difesa naturale. Dopo la menopausa, con la caduta degli estrogeni, si ripristina una situazione analoga a quella del periodo prepubere con pH alcalino, scomparsa della flora lattobacillare e presenza di batteri anaerobi, cocchi Gram positivi ed Enterobacteriaceae. L'esame microbiologico del secreto vaginale effettuato con indagini microscopiche e colturali permette di evidenziare la presenza di Miceti e la presenza di un Vaginosi batterica caratterizzata dalla comparsa di Gardnerella vaginalis, batterio che infarcisce in modo caratteristico le cellule epiteliali (denominate per questo clue cells cioè cellule chiave), e dalla diminuzione della flora lattobacillare con concomitante incremento della restante flora anaerobia. In casi particolari viene effettuata la ricerca di Stafilococchi ed Haemophilus. Per la ricerca di Trichomonas vaginalis vedi la voce corrispondente.

Tempi di Consegna

3 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

Sospendere eventuali trattamenti con ovuli o candelette almeno 48 ore prima, non fare lavande vaginali interne nelle 24 ore precedenti, evitare i rapporti sessuali nelle 24 h precedenti. Far trascorrere almeno 7 giorni dall'ultima assunzione dell'antibiotico in assenza di specifiche richieste del medico curante. Non pu? essere eseguito nel periodo mestruale. Evitare disinfettanti ed antibiotici topici, lavande ed irrigazioni vaginali nelle 12 ore antecedenti il prelievo.

DIASTASI

L'amilasi è un enzima che scinde (idrolizza) l'amido ingerito. L'amilasi salivare, prodotta dalle omonime ghiandole, esplica la sua azione durante la masticazione e la deglutizione (viene infatti inattivata dall'acidit? gastrica); l'amilasi pancreatica completa l'idrolisi dell'amido nel duodeno in presenza di ioni cloro. Viene eliminata con le urine. L'amilasi sierica ed urinaria aumenta principalmente in seguito a pancreatite acuta e ad affezioni delle ghiandole salivari (parotite, litiasi).

Tempi di Consegna

1giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

TASLO

Indica l'entit? della risposta immunitaria nei confronti dello streptococco beta-emolitico di gruppo A (l'agente etiologico del reumatismo articolare acuto e della scarlattina); il titolo si positivizza 7-10 giorni dopo l'infezione, con un picco a circa un mese e con una fase decrescente che pu? durare anche un anno. Il titolo non d? protezione ed aumenta ad ogni successivo contatto con il microrganismo. La terapia antibiotica non porta ad una rapida normalizzazione del titolo.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

TEGRETOL-Carbamazepina (CBZ)

La carbamazepina (CBZ) è un anticonvulsivante con ampio spettro d'azione su diverse forme di epilessie parziali e complesse, sul dolore neuropatico e sui disturbi dell'umore. Il suo meccanismo farmacodinamico si esplica attraverso una stabilizzazione di membrana della cellula nervosa per inibizione dei potenziali d'azione sodio-dipendenti. La CBZ è assorbita nel tratto gastro-intestinale, raggiungendo il suo picco ematico in modo variabile da soggetto a soggetto. Viene metabolizzata nel fegato a 10,11-epossi (metabolita attivo) dove induce una potente attivazione del sistema enzimatico microsomiale con conseguente aumento del metabolismo della stessa CBZ e di numerosi altri farmaci.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Nel controllo periodico della concentrazione ematica del farmaco, al fine di rendere confrontabili i valori ottenuti nel tempo, occorre sottoporsi al prelievo sempre alla stessa distanza di ore dall'assunzione del farmaco stesso.

TELOPEPTIDE C TERMINALE

Il telopeptide c terminale (CTX) è un peptide di otto aminoacidi proveniente dalla degradazione del collagene. Il collagene di tipo I costituisce pi? del 90% della matrice organica dell'osso; durante il rimaneggiamento dell'osso viene degradato, liberando piccoli frammenti peptidici (CTX) che vengono immessi nel circolo sanguigno. Il loro dosaggio rappresenta un utile strumento per il< monitoraggio delle terapie che inibiscono il riassorbimento osseo.

INDICAZIONI CLINICHE
Monitoraggio della terapia del riassorbimento osseo (in particolare nell'osteoporosi post-menopausale).

Tempi di Consegna

0

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

TEMPO DI PROTROMBINA

Il tempo di protrombina (P.T.) è il pi? diffuso test della coagulazione ed esplora la via intrinseca (fattore VII) e quella comune (II, V, X) della cascata coagulativa. Il P.T. ha anche un ampio utilizzo nel monitoraggio della terapia con anticoagulanti dicumarinici. Il PT viene espresso in attivit? percentuale (attivit? protrombinica) ma, per migliorarne la standardizzazione, i risultati vengono espressi anche mediante un rapporto (I.N.R.) che normalizza la variabilit? dei risultati tra i vari laboratori in modo da renderli confrontabili.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

TEMPO DI TROMBOPLASTINA PARZIALE

II tempo di tromboplastina parziale è il tempo necessario affinch? si formi il coagulo di fibrina dopo aggiunta di ioni calcio e di reagente fosfolipidico. Il PTT misura la via intrinseca (fattori XII, XI, IX e VIII) e la via comune (fattori V, II, X) della coagulazione. Un allungamento del PTT è causato da deficit dei fattori della coagulazione (Emofilia A e B, malattia di Von Willebrand), coagulazione intravascolare disseminata (CID), sindrome da anticorpi antifosfolipidi (APS), insufficienza epatica (da ridotta sintesi), ostruzione biliare, malassorbimenti e terapia con dicumarolici (da deficit di Vitamina K), terapia con eparina.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

TEST DI GRAVIDANZA

La gonadotropina corionica è prodotta dalla placenta, con la funzione di prolungare la vita del corpo luteo nei primi tempi della gravidanza; è gi? dimostrabile nel siero dopo 8-10 giorni dalla fecondazione e poco dopo anche nelle urine. Nel siero della gravida, la quantit? di HCG aumenta in modo esponenziale, raddoppiando ogni 2 giorni. Aumenti di HCG si possono riscontrare nei tumori delle cellule germinali del testicolo e in alcune neoplasie non trofoblastiche (ovaio, cervice, tratto gastro-intestinale, polmone).

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

TEST INTOLLERANZE ALIMENTARI

Nel siero possono essere presenti immunoglobuline della classe G che reagiscono con specifici estratti di alimenti e questo è stato correlato ad una serie di sintomi che caratterizzano la cosiddetta intolleranza alimentare.

Tempi di Consegna

6 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

TESTOSTERONE LIBERO

Il testosterone circolante è in forma sia libera che legata alla SHBG (sex hormon binding globulin) ; la forma libera è indipendente dalle variazioni della concentrazione della SHBG e pertanto la determinazione del testosterone libero è pi? indicata di quella del testosterone totale nei casi in cui la SHBG sia aumentata (ipertiroidismo, gravidanza, contraccettivi orali, farmaci anti-epilettici) o diminuita (ipotiroidismo, obesit?).

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

TESTOSTERONE TOTALE

Il testosterone pu? derivare sia dal pregnenolone che dal progesterone; entrambi i processi avvengono nei testicoli, nelle ovaie, nelle surrenali e nella placenta ma il secondo avviene prevalentemente nelle gonadi. Il testosterone circolante è in forma sia libera che legata alla SHBG (sex hormon binding globulin) ed è caratterizzato da un picco mattutino e da una concentrazione minore (fino al 25 per cento, in meno) di sera. L'esercizio fisico provoca un aumento del testosterone mentre l'immobilizzazione ne causa la diminuzione.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

TIREOGLOBULINA

La tireoglobulina è una glicoproteina iodurata prodotta dalle cellule tiroidee ed accumulata nella colloide dei follicoli tiroidei. Per sintetizzare gli ormoni tiroidei, la tireoglobulina deve essere riassorbita dalla colloide e quindi degradata per dare T4 e T3. Nel siero dei soggetti normali la tireoglobulina è presente in quantit? molto piccole; la sua concentrazione aumenta nel carcinoma della tiroide ma anche in condizioni benigne quali l'ipertiroidismo e il gozzo endemico.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

TIREOGLOBULINA, ANTICORPI ANTI

Gli anti-TG sono immunoglobuline circolanti dirette contro la tireoglobulina, il principale costituente della colloide contenuta entro i follicoli tiroidei e sono spesso presenti nelle malattie autoimmuni della tiroide (anche se con minor frequenza rispetto agli anticorpi anti-tireoperossidasi). Si rilevano nei soggetti affetti da tiroidite autoimmune linfocitaria e nel 40 per cento, dei pazienti con morbo di Basedow. Alcune volte possono essere presenti anche nelle tiroiditi subacute tipo De Quervain.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

TIREOPEROSSIDASI, ANTICORPI ANTI

Gli anti-TPO sono anticorpi diretti contro l'enzima tireoperossidasi, principale antigene della frazione microsomiale che provvede al processo di iodazione ed al processo di accoppiamento dei residui tiroidei MIT (monoiodotirosina) e DIT (diiodotirosina) per ottenere gli ormoni attivi tiroxina (T4) e triiodotironina (T3). Gli anti-TPO sono tipicamente presenti nei pazienti con malattie autoimmuni della tiroide tra cui la maggioranza dei pazienti affetti da tiroidite cronica di Hashimoto (&gt;80 per cento). Risulta pure presente in circa il 70 per cento, dei pazienti affetti da morbo di Graves-Basedow. Il 14 per cento, delle donne in gravidanza hanno un titolo positivo per gli anti-TPO.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

TIREOTROPINA

Il TSH è un ormone secreto dall'ipofisi anteriore che agisce stimolando la tiroide nei suoi vari aspetti funzionali, dalla iodocaptazione fino alla liberazione degli ormoni tiroidei T3 e T4 in circolo. La secrezione di TSH è stimolata dal TRH secreto dall'ipotalamo ed inibita dagli ormoni tiroidei circolanti. La determinazione del TSH è senz'altro l'esame pi? appropriato per uno screening della funzionalit? tiroidea.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.&nbsp;

TIROXINA LIBERA

T4 è un ormone sintetizzato nelle cellule epiteliali periacinose della tiroide a partire da 2 residui tirosinici di-iodurati (DIT) della tireoglobulina; una volta sintetizzato, T4 resta legato alla tireoglobulina finchè il TSH stimola il suo distacco ed il suo conseguente rilascio nel sangue. Nel sangue, T4 viene trasportato in circolo da una specifica proteina denominata TBG (Thyroxine Binging Globulin) ma anche, in misura minore, dall'albumina e dalla pre-albumina, mentre una quota rimane libera (FT4) e pu? raggiungere i tessuti periferici dove T4 viene convertito in T3. La determinazione dell'FT4 è senz'altro l'esame pi? appropriato per approfondire un aumento del TSH.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

TITOLO ANTI-O-STREPTOLISINICO

Indica l'entit? della risposta immunitaria nei confronti dello streptococco beta-emolitico di gruppo A (l'agente etiologico del reumatismo articolare acuto e della scarlattina); il titolo si positivizza 7-10 giorni dopo l'infezione, con un picco a circa un mese e con una fase decrescente che pu? durare anche un anno. Il titolo non d? protezione ed aumenta ad ogni successivo contatto con il microrganismo. La terapia antibiotica non porta ad una rapida normalizzazione del titolo.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.&nbsp;

TOXOPLASMA GONDII

Toxoplasma gondii è un protozoo ubiquitario, parassita degli uccelli e dei mammiferi, che causa la toxoplasmosi. La riproduzione sessuata di T. gondii si verifica solo nell'intestino del gatto, con produzione di oocisti che, una volta emesse con le feci, possono essere accidentalmente ingerite dall'uomo o da altri animali, infettandoli. Nelle cellule dell'ospite infettato, il parassita si moltiplica asessualmente , finchè la risposta immunitaria riesce a confinarlo all'interno di cisti tissutali che persistono per anni, specialmente nel cervello e nei muscoli. L'uomo pu? pertanto infettarsi anche mangiando carne cruda o poco cotta (generalmente di agnello, maiale o manzo) contenente cisti tissutali. La toxoplasmosi pu? essere trasmessa dalla madre infetta al feto. La gestante non immune alla toxoplasmosi deve quindi osservare una profilassi igienico - alimentare durante tutta la gravidanza, evitando di ingerire verdure e carni crude e insaccati, e controllando mensilmente i titoli anticorpali di IgG e IgM. Durante l'infezione acuta nell'individuo si evidenzia un innalzamento degli anticorpi specifici di classe M (IgM) , seguito dall'aumento delle IgG , che permangono tutta la vita. Nel caso in cui il quadro sierologico sia compatibile con una infezione recente o in atto, il grado di avidit? degli anticorpi IgG diventa necessario per datare l'epoca d'infezione: se l'avidit? delle IgG è forte, l'infezione viene fatta risalire ad almeno quattro mesi prima del prelievo; se invece l'avidit? è bassa, a meno di quattro mesi.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

TPA

L'antigene polipeptidico tissutale o TPA è un complesso circolante di frammenti polipeptidici delle citocheratine 8, 18 e 19. la concentrazione sierica di TPA è correlata alla proliferazione cellulare. Il TPA è un marker generale dei carcinomi, in grado di riflettere la crescita maligna in vari organi. I livelli serici sono elevati soprattutto nei tumori metastatici e disseminati.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

TRAB

Gli anticorpi stimolanti il recettore del TSH (una volta chiamati LATS = Long Acting Thyroid Stimulator) fanno parte della classe di immunoglobuline IgG ed hanno il compito di attivare il sistema adenilciclasi di membrana del recettore del TSH con conseguente produzione di ormoni tiroidei. La secrezione di anticorpi anti-recettore del TSH costituisce la base patogenetica dell'ipertiroidismo nel morbo di Graves-Basedow.

Tempi di Consegna

6 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

TRANSAMINASI GLUTAMMICO-OSSALACETICO

Le transaminasi sono enzimi che catalizzano il trasferimento di un gruppo aminico da un aminoacido a un chetoacido; questa reazione, detta di deaminazione, consente di degradare il gruppo aminico degli aminoacidi in eccesso ad ammoniaca. In effetti, al contrario degli acidi grassi e degli zuccheri, gli aminoacidi in eccesso non possono essere accumulati nel nostro organismo ma devono essere trasformati in energia e la deaminazione è il primo passo di questo ?smontaggio? degli aminoacidi. Dal punto di vista clinico sono importanti due transaminasi: l'aspartato amino transferasi (AST) e la alanina amino transferasi (ALT). L'aspartato amino-transferasi catalizza il trasferimento del gruppo aminico dall'aspartato (un aminoacido) all'?-chetoglutarato (un chetoacido) ed è presente in vari tessuti ma la sua massima concentrazione è raggiunta nel fegato, nel cuore e nel muscolo scheletrico. Nelle affezioni che causano una necrosi cellulare di questi tessuti, l'AST viene liberata nel torrente circolatorio dove la sua concentrazione aumenta. Un aumento dell'AST nel siero pu? essere pertanto riscontrato nelle seguenti condizioni: epatite acuta (infettiva, tossica), epatite cronica, ittero ostruttivo, metastasi epatiche, infarto miocardico, rabdomiolisi (cioè necrosi delle cellule muscolari scheletriche) traumatica o da farmaci, ipotiroidismo, infarto intestinale da occlusione. Quando le cellule danneggiate sono quelle cardiache o muscolo-scheletriche, l'AST sierica prevale sull'ALT.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

TRANSAMINASI GLUTAMMICO-PIRUVICA

Le transaminasi sono enzimi che catalizzano il trasferimento di un gruppo aminico da un aminoacido a un chetoacido; questa reazione, detta di deaminazione, consente di degradare il gruppo aminico degli aminoacidi in eccesso ad ammoniaca. In effetti, al contrario degli acidi grassi e degli zuccheri, gli aminoacidi in eccesso non possono essere accumulati nel nostro organismo ma devono essere trasformati in energia e la deaminazione è il primo passo di questo ?smontaggio? degli aminoacidi. Dal punto di vista clinico sono importanti due transaminasi: l'aspartato amino transferasi (AST) e la alanina amino transferasi (ALT). L'alanina amino-transferasi catalizza il trasferimento del gruppo aminico dall'alanina (un aminoacido) all'?-chetoglutarato (un chetoacido) ed è presente in vari tessuti ma la sua massima concentrazione è raggiunta nel fegato e, in misura minore, nel cuore e nel muscolo scheletrico. Nelle affezioni che causano una necrosi cellulare di questi tessuti, l'ALT viene liberata nel torrente circolatorio dove la sua concentrazione aumenta. Un aumento dell'ALT nel siero pu? essere pertanto riscontrato nelle seguenti condizioni: epatite acuta (infettiva, tossica), epatite cronica, ittero ostruttivo, metastasi epatiche, infarto miocardico, rabdomiolisi (cioè necrosi delle cellule muscolari scheletriche) traumatica o da farmaci, ipotiroidismo, infarto intestinale da occlusione. Quando le cellule danneggiate sono quelle epatiche, l'ALT sierica prevale sull'AST.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.&nbsp;

TRANSFERRINA

La transferrina è una globulina che trasporta nel sangue il ferro ossidato (F3+) fino alle cellule che ne hanno bisogno per sintetizzare l'eme (emoglobina, mioglobina, citocromo); speciali recettori di membrana si legano alla transferrina e tutto il complesso entra nella cellula per endocitosi; la transferrina, privata del ferro, viene riespulsa nel plasma.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

TRANSGLUTAMINASI, ANTICORPI ANTI

La malattia celiaca (M.C.) è una enteropatia che colpisce soprattutto il tratto prossimale dell'intestino tenue provocando malassorbimento. Essa è causata da un'intolleranza al glutine, contenuta nel frumento ed in altri cereali. Gli anticorpi antitransglutaminasi sono immunoglobuline di tipo IgA/IgG e rappresentano, assieme agli anticorpi antiendomisio, il marker sierologico pi? specifico nella diagnostica della M.C. Gli anticorpi antitransglutaminasi sono diretti contro una proteina tissutale (transglutaminasi) espressa dall'intestino tenue che interagisce con la gliadina, svolgendo un ruolo fondamentale nella patogenesi della malattia celiaca. Anche se la diagnosi certa della malattia celiaca è solo istologica, l'introduzione degli anticorpi antitransglutaminasi nella pratica clinica ha permesso la diagnosi di numerose forme di celiachia asintomatiche o paucisintomatiche.

Tempi di Consegna

5 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

TREPONEMA PALLIDUM, ANTICORPI ANTI

Il Treponema pallidum è uno Spirocheta cioè un lungo bacillo spiraliforme che causa la sifilide, un'nfezione trasmessa per via sessuale (forma acquisita) o attraverso la placenta di madre luetica (forma congenita). La forma congenita della sifilide pu? trasmettersi dalla gravida a partire dalla 16? settimana di gravidanza quando i treponemi ,superata la barrira placentare raggiungono il feto. Durante l'infezione acuta nell'individuo si evidenzia un innalzamento degli anticorpi specifici di classe M (IgM), seguito dall'aumento delle IgG, che permangono tutta la vita.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

TRF

La transferrina è una globulina che trasporta nel sangue il ferro ossidato (F3+) fino alle cellule che ne hanno bisogno per sintetizzare l'eme (emoglobina, mioglobina, citocromo); speciali recettori di membrana si legano alla transferrina e tutto il complesso entra nella cellula per endocitosi; la transferrina, privata del ferro, viene riespulsa nel plasma.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.&nbsp;

TRICHOMONAS VAGINALIS, RICERCA DIRETTA

La tricomoniasi rappresenta la malattia sessualmente trasmessa pi? diffusa al mondo. Trichomonas vaginalis è un Protozoo trasmesso sessualmente che causa nelle donne un ?infezione vaginale caratterizzata da perdite schiumose, spesso maleodoranti, accompagnate frequentemente da intenso prurito. Vi pu? essere anche un interessamento a livello cervicale (cervice eritematosa a ?fragola?). L'infestazione ha una prevalenza pi? elevata tra le donne sessualmente attive in tutte le fasce di et? a differenza di altre malattie a trasmissione sessuale in cui la prevalenza è pi? alta tra gli adolescenti e i giovani adulti. Nell'uomo l'infestazione è solitamente localizzata all'uretra con secrezione scarsa e nella maggior parte dei casi asintomatica. E' importante effettuare sempre la ricerca sul partner in materiali quali secreto uretrale e urine.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

In assenza di specifiche richieste del medico curante si consiglia di non effettuare l'esame in corso di terapia antibiotica. Far trascorrere almeno 3 giorni dall'ultima assunzione di antibiotico.

TRIGLICERIDI

Nel sangue, i trigliceridi circolanti (che sono sintetizzati dalle cellule intestinali e sono veicolati dalla linfa fino al torrente sanguigno) sono trasportati dalle lipoproteine, principalmente dai chilomicroni e dalle VLDL (Very Low Density Lipoprotein). I chilomicroni, piccole gocce oleose ricchissime di trigliceridi, sono assemblati, dopo un pasto lipidico, nelle cellule intestinali e, una volta rilasciati da queste, hanno vita brevissima , cedendo i trigliceridi principalmente a muscoli, cuore e fegato per soddisfare i bisogni energetici di questi tessuti. In condizioni ipercaloriche, gran parte dei chilomicroni viene deviata verso le cellule adipose il cui compito è quello di immagazzinare i trigliceridi.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di 12 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Si raccomanda, nei giorni che precedono il prelievo di mantenere una dieta quanto pi? possibile abituale.

RECETTORE DEL TSH, ANTICORPI ANTI

Gli anticorpi stimolanti il recettore del TSH (una volta chiamati LATS = Long Acting Thyroid Stimulator) fanno parte della classe di immunoglobuline IgG ed hanno il compito di attivare il sistema adenilciclasi di membrana del recettore del TSH con conseguente produzione di ormoni tiroidei. La secrezione di anticorpi anti-recettore del TSH costituisce la base patogenetica dell'ipertiroidismo nel morbo di Graves-Basedow.

Tempi di Consegna

6 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.&nbsp;

UREA

Gli aminoacidi eccedenti non possono essere accumulati e vengono degradati, con liberazione di ammoniaca; l'ammoniaca libera è estremamente tossica, specialmente per il cervello, ma il nostro organismo riesce a trasformarla efficacemente in una molecola atossica facilmente eliminabile: l'urea. L'urea è formata nel fegato e liberata in circolo, per essere poi eliminata con le urine attraverso la filtrazione glomerulare Un aumento dell'urea nel siero è causato da una diminuita funzionalit? renale, a sua volta secondaria a ridotta perfusione sanguigna (insufficienza cardiaca congestizia, disidratazione massiva), a nefropatie acute o croniche, a ostruzioni post-renali o a dieta iperproteica. Un aumento dell'escrezione urinaria di urea è associato a diete iperproteiche, ipertiroidismo, post-operatorio. Una diminuzione dell'urea nel siero e nelle urine pu? essere associata a diete ipoproteiche e ipercarboidratiche, grave insufficienza epatica, avvelenamenti.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

URETRA, ESAME COLTURALE

L'esame batterioscopico dello striscio permette di dimostrare la presenza di Neisseria gonorrhoeae. Sul secreto uretrale viene anche effettuata la ricerca di Chlamydia trachomatis, Trichomonas vaginalis e dei Micoplasmi urogenitali.

Tempi di Consegna

4 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

In assenza di specifica richiesta del medico curante si consiglia di non effettuare l'esame in corso di terapia antibiotica. Far trascorrere almeno 7 giorni dall'ultima assunzione di antibiotico. Se richiesto insieme al colturale del liquido seminale eseguire sempre prima il tampone uretrale. Si consiglia di non urinare 3 ore prima dell'esame.

URICEMIA

L'acido urico è il prodotto terminale del catabolismo dei nucleotidi purinici e cioè l'acido adenilico (AMP) e l'acido guanilico (GMP). I nucleotidi sono le unit? fondamentali degli acidi nucleici (DNA e RNA) ma svolgono, anche in forma libera, un ruolo importante nel nostro metabolismo. L'acido urico è poco solubile in acqua e un aumento della sua concentrazione sanguigna pu? portare alla sua precipitazione nei tessuti articolari (tofi gottosi) o nelle vie urinarie (calcoli renali). L'aumento della concentrazione di acido urico nel sangue deriva da uno squilibrio tra la sua produzione e la sua eliminazione (2/3 con le urine ed 1/3 con la bile). Un aumento della produzione pu? essere dovuto ad una ipergenerazione endogena da aumentato catabolismo o ad una dieta particolarmente ricca di acidi nucleici (carne, specialmente fegato, reni), mentre una diminuzione della sua eliminazione è dovuta ad alterata funzionalit? renale. Un aumento dell'acido urico sierico pu? essere dovuto a gotta primaria, insufficienza renale, leucemia, mieloma multiplo, policitemia, psoriasi; un aumento dell'escrezione giornaliera di acido urico pu? essere dovuto a leucemia, malattia di Wilson, gotta. Una diminuzione dell'acido urico sierico pu? essere dovuta a malattia di Wilson, epatite virale, diete povere di purine; una diminuzione dell'escrezione giornaliera di acido urico pu? essere dovuta a deficienza di acido folico, intossicazione da piombo, digiuno

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.&nbsp;

URICURIA

Anche uricosuria, si intende la presenza di acido urico e di urati nelle urine. L'acido urico è il prodotto terminale del catabolismo dei nucleotidi purinici e cioè l'acido adenilico (AMP) e l'acido guanilico (GMP). I nucleotidi sono le unit? fondamentali degli acidi nucleici (DNA e RNA) ma svolgono, anche in forma libera, un ruolo importante nel nostro metabolismo. L'acido urico è poco solubile in acqua e un aumento della sua concentrazione sanguigna pu? portare alla sua precipitazione nei tessuti articolari (tofi gottosi) o nelle vie urinarie (calcoli renali).&nbsp;

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

URINA, ESAME COLTURALE

L'urinocoltura è la ricerca nelle urine di batteri responsabili di infezioni acute e croniche delle vie urinarie. I batteri isolati in coltura vengono identificati e sottoposti a saggi di sensibilit? agli antibiotici pi? frequentemente utilizzati. I batteri pi? frequentemente in causa sono gli Enterobatteri tra cui prevale in modo significativo Escherichia coli.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

Un'eventuale terapia antibiotica deve essere interrotta almeno 7 giorni prima. Dal momento che l'urina non è sterile in quanto pu? caricarsi di batteri risalendo dalla vescica attraverso gli ureteri e il meato uretrale esterno, devono essere usate tecniche particolari di prelievo per garantire un risultato significativo. A tale scopo, (dopo essersi lavati accuratamente le mani), le urine devono essere raccolte al mattino dopo lavaggio dell'area periuretrale eliminando il primo getto di urina (tecnica del mitto intermedio) ed usando un contenitore sterile acquistabile in farmacia. Le urine vanno consegnate al Laboratorio entro 1 ora.

URINE ESAME COMPLETO

Nonostante il suo ruolo nella semeiotica di laboratorio sia stato nel tempo ridimensionato dalle innovazioni diagnostiche, l'esame chimico-fisico e microscopico delle urine resta un valido test di screening (perch? non invasivo e poco costoso) per alcune importanti patologie dell'apparato urinario. Riveste particolare importanza la presenza di proteine (che andr? poi approfondita con la misura dell'albumina urinaria), di sangue e di globuli bianchi (che, specialmente se accoppiata alla presenza di sangue, andr? approfondita con l'urinocoltura).

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

Al risveglio, scartare le prime urine della mattina; raccogliere in un contenitore standard un campione delle successive urine e portarle in laboratorio entro 2 ore.

URINOCOLTURA

L'urinocoltura è la ricerca nelle urine di batteri responsabili di infezioni acute e croniche delle vie urinarie. I batteri isolati in coltura vengono identificati e sottoposti a saggi di sensibilit? agli antibiotici pi? frequentemente utilizzati. I batteri pi? frequentemente in causa sono gli Enterobatteri tra cui prevale in modo significativo Escherichia coli.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

Un'eventuale terapia antibiotica deve essere interrotta almeno 7 giorni prima. Dal momento che l'urina non è sterile in quanto pu? caricarsi di batteri risalendo dalla vescica attraverso gli ureteri e il meato uretrale esterno, devono essere usate tecniche particolari di prelievo per garantire un risultato significativo. A tale scopo, (dopo essersi lavati accuratamente le mani), le urine devono essere raccolte al mattino dopo lavaggio dell'area periuretrale eliminando il primo getto di urina (tecnica del mitto intermedio) ed usando un contenitore sterile acquistabile in farmacia. Le urine vanno consegnate al Laboratorio entro 1 ora.

VAGINA, ESAME COLTURALE

La vagina, sterile alla nascita viene colonizzata rapidamente nel giro di 12-24 ore da Stafilococchi, Streptococchi, Difteroidi; nel giro di due, tre giorni, sotto l'influsso degli estrogeni materni, si ha la colonizzazione con la flora lattobacillare. In seguito alla scomparsa degli estrogeni materni, a livello dell'epitelio vaginale si ha scomparsa della flora lattobacillare e di conseguenza il pH vaginale fino alla pubert? è tendente all'alcalinit? (6-8). Dalla pubert? e per tutto il periodo fertile, per effetto degli estrogeni prodotti dalla donna, si ha nuovamente la deposizione di glicogeno che consente una colonizzazione stabile di lattobacilli che,fermentando il glicogeno stesso con produzione di acido lattico, producono acidificazione vaginale con un pH tra 3 e 5. Questa condizione di acidit? che ostacola lo sviluppo di batteri provenienti dall'esterno (che prediligono un ambiente neutro) rappresenta un importante forma di difesa naturale. Dopo la menopausa, con la caduta degli estrogeni, si ripristina una situazione analoga a quella del periodo prepubere con pH alcalino, scomparsa della flora lattobacillare e presenza di batteri anaerobi, cocchi Gram positivi ed Enterobacteriaceae. L'esame microbiologico del secreto vaginale effettuato con indagini microscopiche e colturali permette di evidenziare la presenza di Miceti e la presenza di un Vaginosi batterica caratterizzata dalla comparsa di Gardnerella vaginalis, batterio che infarcisce in modo caratteristico le cellule epiteliali (denominate per questo clue cells cioè cellule chiave), e dalla diminuzione della flora lattobacillare con concomitante incremento della restante flora anaerobia. In casi particolari viene effettuata la ricerca di Stafilococchi ed Haemophilus. Per la ricerca di Trichomonas vaginalis vedi la voce corrispondente.

Tempi di Consegna

3 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

Sospendere eventuali trattamenti con ovuli o candelette almeno 48 ore prima, non fare lavande vaginali interne nelle 24 ore precedenti, evitare i rapporti sessuali nelle 24 h precedenti. Far trascorrere almeno 7 giorni dall'ultima assunzione dell'antibiotico in assenza di specifiche richieste del medico curante. Non pu? essere eseguito nel periodo mestruale. Evitare disinfettanti ed antibiotici topici, lavande ed irrigazioni vaginali nelle 12 ore antecedenti il prelievo.

VALPROATO-Acido valproico (VPA)

L'acido valproico (VPA) è un anticonvulsivante largamente utilizzato sia nella terapia delle diverse forme di epilessia generalizzata, tra cui ricordiamo le assenze, il grande male e le mioclonie, sia nelle epilessie parziali, in particolare quelle idiopatiche. Viene anche impiegato in alcuni disturbi dell'umore (mania, disturbo bipolare). Il VPA agisce attraverso molteplici meccanismi, non del tutto chiariti, ma questa sua complessit? è probabilmente alla base dell'ampio spettro d'azione. Rapidamente assorbito nel tratto intestinale, si lega quasi completamente alle proteine plasmatiche.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Nel controllo periodico della concentrazione ematica del farmaco, al fine di rendere confrontabili i valori ottenuti nel tempo, occorre sottoporsi al prelievo sempre alla stessa distanza di ore dall'assunzione del farmaco stesso.

VES

Il sangue è costituito da una parte corpuscolata (globuli rossi, bianchi e piastrine) e da una parte liquida (plasma); la VES misura la velocit? con cui i globuli rossi sedimentano sul fondo di una provetta riempita con sangue reso incoagulabile. Per convenzione, la VES si esprime come millimetri di sedimento prodotto in un'ora. La VES aumenta in generale nelle infiammazioni, nei tumori e nelle infezioni, con l'eccezione delle infezioni virali nelle quali l'aumento è molto modesto o addirittura assente; aumenta anche come conseguenza di una eventuale notevole diminuzione del numero di globuli rossi. E' un indice molto aspecifico e di scarso significato clinico.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

VIRUS EPATITE A, ANTICORPI ANTI

L'HAV appartiene alla famiglia dei picornavirus e possiede un genoma costituito da RNA. La trasmissione dell'epatite A avviene tramite la via oro-fecale principalmente a causa della contaminazione di cibo(in particolare frutti di mare consumati crudi) o acqua. Il virus dell'epatite A si replica nel fegato, viene escreto con la bile ed eliminato all'esterno con le feci. Il periodo di incubazione è mediamente di 4 settimane. L'infezione è autolimitante, non cronicizza e pu? essere asintomatica, specialmente nei bambini. Quando presenti, i sintomi comprendono epatomegalia, ittero, urine scure, astenia, nausea, vomito e dolore addominale. Gli anticorpi contro l'HAV sono rilevabili dal momento dell'insorgenza dei sintomi dovuti all'infezione. La risposta anticorpale iniziale è principalmente limitata alla sottoclasse anticorpale delle IgM. Gli anticorpi IgM anti-HAV sono solitamente rilevabili per 3 ? 6 mesi dopo la comparsa della malattia, mentre le IgG anti-HAV possono permanere indefinitamente. La determinazione specifica di IgM anti-HAV è il marker sierologico pi? utile per la diagnosi delle infezioni acute da HAV. Il dosaggio totale di anti-HAV viene utilizzato principalmente per il rilevamento di una precedente esposizione al virus dell'epatite A e per determinare l'acquisizione dell'immunit? in seguito a vaccinazione.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

VIRUS EPATITE B, MARCATORI SIEROLOGICI

Il virus dell'epatite B (HBV) è endemico in tutto il mondo e rappresenta la principale causa delle patologie epatiche. L'HBV si trasmette mediante contatto diretto con il sangue o con altri fluidi corporei. Tra le vie di trasmissione pi? comuni vanno annoverate le seguenti: trasfusioni ematiche, punture di ago, contatto diretto con ferite aperte, rapporti sessuali e passaggio dalla madre al neonato al momento della nascita. Il periodo medio di incubazione di un'infezione da HBV oscilla tra 6 e 8 settimane (intervallo: da 1 a 6 mesi). I sintomi clinici pi? comuni includono malessere generale, febbre, gastroenterite e ittero. L'infezione da HBV pu? determinare tipicamente epatite itterica, epatite anitterica subclinica, epatite fulminante o epatite cronica persistente. Nell'adulto, una percentuale compresa tra il 90 e il 95 per cento, dei soggetti interessati da un'infezione da HBV si ristabilisce completamente dalla patologia acuta e non mostra pi? tracce del virus. All'incirca il 5-10 per cento, dei pazienti colpiti dall'HBV diventa portatore cronico. Il 90 per cento, circa dei neonati infettati dall'HBV sviluppa un'infezione cronica da epatite B. Si stima che pi? di 300 milioni di persone in tutto il mondo siano portatori cronici del virus. L'infezione da HBV, soprattutto se cronica, è significativamente associata allo sviluppo del carcinoma epatocellulare. Nel siero possono essere ricercati la proteina di superficie s (HBsAg, detto anche antigene australia) ed i corrispondenti anticorpi (HBsAb), la proteina e (HBeAg) ed i corrispettivi anticorpi HBeAb. Non è invece possibile ricercare la proteina del core c ma solo gli anticorpi corrispondenti, in forma totale (HBcAb) o solo quelli appartenenti alla classe M (HBcAb IgM); questi ultimi possono, raramente, essere il solo riscontro di infezione recente o in atto nella cosiddetta finestra sierologica, quando sia HBsAg che HBsAb non sono rilevabili (il primo perch? sta scomparendo, i secondi perch? stanno per comparire). La comparsa degli HBsAb segna la guarigione sierologica.

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

VIRUS EPATITE C, ANTICORPI ANTI

L'HCV è endemico in tutto il mondo e costituisce un serio problema di salute. L'HCV è il principale agente eziologico dell'epatite cronica non-A e non-B. La presenza degli anticorpi verso l'HCV indica che un soggetto potrebbe essere stato infettato dall'HCV o che potrebbe essere in grado di trasmettere l'infezione da HCV. Almeno 170 milioni di persone in tutto in mondo sono cronicamente infettate dall'HCV. L'infezione da HCV è spesso asintomatica; tuttavia, la maggioranza (oltre l'80 per cento) dei soggetti esposti all'HCV diventa cronicamente infetta. Nel 20 per cento, dei soggetti cronicamente infetti, la malattia evolve in cirrosi, insufficienza epatite, in alcun casi, carcinoma epatocellulare o colangiocarcinoma. Nonostante l'elevato numero di soggetti cronicamente infettati da HCV, l'incidenza annuale delle infezioni da HCV nei paesi sviluppati è diminuita notevolmente nel corso degli ultimi decenni. Tale diminuzione è stata attribuita ai migliori standard di vita e alle maggiori misure di pubblica sanit? all'interno della comunit? medica come lo screening del sangue e dei prodotti ematici, l'utilizzo di aghi e siringhe monouso e l'adozione di precauzioni universali in tutto il sistema sanitario. Le modalit? di trasmissione dell'HCV pi? comuni sono le seguenti: trasfusioni di sangue, uso di droghe per endovena, piercing o tatuaggi (non eseguiti con garanzie igienico sanitarie) esposizione nosocomiale, rapporti sessuali, contagio familiare casuale, tecniche per la riproduzione assistita e trasmissione da madre a neonato durante la gravidanza, il parto o il periodo post-parto. Il genoma dell'HCV è composto da diverse regioni funzionali: il nucleo, l'involucro (che include le regioni E1 e E2) e la regione non strutturale (che include le regioni NS2, NS3, NS4 e NS5). Gli immunodosaggi per il rilevamento degli anticorpi verso l'HCV utilizzano una combinazione di proteine sintetiche o ricombinanti come antigeni. In caso di positivit? al test di screening, occorre controllare il risultato mediante test di conferma (western blot).

Tempi di Consegna

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

VIRUS EPSTEIN BARR, ANTICORPI ANTI

Il virus di Epstein Barr appartiene alla famiglia degli Herpesviridae, ed è un comune patogeno nell'uomo. L'infezione è trasmessa con la saliva e causa la cosiddetta mononucleosi infettiva, infezione autolimitante caratterizzata da febbre, malessere generalizzato, linfoadenopatie latero-cervicali. Tipicamente, all'esame emocromocitometrico si osserva un aumento della componente linfocitaria con aspetti monocitoidi (da cui il termine fuorviante di mononucleosi); è spesso presente un'epatite transitoria con modico aumento delle transaminasi. Per la diagnosi sierologica si ricercano gli anticorpi di classe G (IgG) ed M (IgM) rivolti verso il capside virale (VCA). Durante l'infezione acuta, nell'individuo si evidenzia un innalzamento degli anticorpi specifici di classe M (IgM), seguito dall'aumento delle IgG, che permangono tutta la vita.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

VIRUS HERPES SIMPLEX, ANTICORPI ANTI

Le infezioni da virus dell'herpes simplex sono le pi? frequenti nell'uomo. Si distinguono due sierotipi di HSV, HSV1 e HSV2. Generalmente, HSV 1 è associato alle lesioni delle labbra, del cavo orale e dell'occhio, mentre HSV2 causa infezioni sessualmente trasmesse. I neonati possono essere infettati durante il parto. Durante l'infezione acuta nell'individuo si evidenzia un innalzamento degli anticorpi specifici di classe M (IgM) seguito dall'aumento delle IgG, che permangono tutta la vita. Data la forte reazione crociata tra HSV1 e HSV2, non è in genere possibile distinguere le rispettive IgM: in caso di presenza di IgM, il tipo di IgG rilevata (anti-HSV1 o anti-HSV2) diventa dirimente.

Tempi di Consegna

6 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

VIRUS MORBILLO, ANTICORPI ANTI

Il virus del Morbillo appartiene alla famiglia dei Paramyxoviridae. Durante l'infezione acuta, nell'individuo si evidenzia un innalzamento degli anticorpi specifici di classe M (IgM), seguito dall'aumento delle IgG, che permangono tutta la vita.

Tempi di Consegna

6 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

VIRUS PAROTITE, ANTICORPI ANTI

Il virus della Parotite appartiene alla famiglia dei Paramyxoviridae e provoca infezioni acute nei bambini tra i 5 ed i 9 anni di et? e nei giovani adulti. Il virione ha forma sferica (150-200 nm di diametro) con una membrana esterna ed un nucleocapside interno strettamente avvolto a spirale. Il genoma è costituito da RNA e da proteine differenti per peso molecolare, classificate in antigene S e V. Si conosce un solo sierotiopo di virus della Parotite. L'infezione è trasmessa per via aerea o per contatto diretto. Durante l'infezione si distinguono due fasi: una viremia primaria, che consiste nella prima replicazione del virus nel tratto respiratorio o in quello gastroenterico o a livello della mucosa dell'occhio, da cui diffonde successivamente al sistema linfatico ed infine al torrente sanguigno ed una viremia secondaria, che prevede la diffusione e l'ulteriore replicazione virale a livello della ghiandola parotidea, ma anche a livello dei testicoli, dell'epididimo, del pancreas e dell'ovaio. Questa seconda fase è accompagnata da sintomatologia clinica, che consiste in mialgia, cefalea, febbre moderata e malessere generalizzato. Dopo 4, 7 giorni dal rigonfiamento della ghiandola parotidea ha inizio la convalescenza. Il virione viene escreto per via renale o attraverso il latte materno. Durante l'infezione acuta nell'individuo si evidenzia la comparsa degli anticorpi specifici IgM, seguita da un aumento di IgG, che poi permangono tutta la vita.

Tempi di Consegna

6 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

VIRUS ROSOLIA, ANTICORPI ANTI

Il virus della Parotite appartiene alla famiglia dei Paramyxoviridae e provoca infezioni acute nei bambini tra i 5 ed i 9 anni di et? e nei giovani adulti. Il virione ha forma sferica (150-200 nm di diametro) con una membrana esterna ed un nucleocapside interno strettamente avvolto a spirale. Il genoma è costituito da RNA e da proteine differenti per peso molecolare, classificate in antigene S e V. Si conosce un solo sierotiopo di virus della Parotite. L'infezione è trasmessa per via aerea o per contatto diretto. Durante l'infezione si distinguono due fasi: una viremia primaria, che consiste nella prima replicazione del virus nel tratto respiratorio o in quello gastroenterico o a livello della mucosa dell'occhio, da cui diffonde successivamente al sistema linfatico ed infine al torrente sanguigno ed una viremia secondaria, che prevede la diffusione e l'ulteriore replicazione virale a livello della ghiandola parotidea, ma anche a livello dei testicoli, dell'epididimo, del pancreas e dell'ovaio. Questa seconda fase è accompagnata da sintomatologia clinica, che consiste in mialgia, cefalea, febbre moderata e malessere generalizzato. Dopo 4, 7 giorni dal rigonfiamento della ghiandola parotidea ha inizio la convalescenza. Il virione viene escreto per via renale o attraverso il latte materno. Durante l'infezione acuta nell'individuo si evidenzia la comparsa degli anticorpi specifici IgM, seguita da un aumento di IgG, che poi permangono tutta la vita.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

VIRUS VARICELLA ZOSTER, ANTICORPI ANTI

Il virus della Varicella Zoster (VZV) appartiene alla famiglia degli Herpesviridae, è ubiquitario ed è la causa di una delle pi? frequenti malattie esantematiche, la varicella. La varicella è il risultato della prima infezione; Il virus penetrato per via aerea, dopo 14-21 giorni di incubazione raggiunge l'organo bersaglio che è la cute. dopo la infezione il virus resta allo stato latente nei gangli delle radici dorsalie pu? riattivarsi in situazioni di calo immunitario, causando l'herpes zoster (comunemente detto fuoco di sant'Antonio). Durante l'infezione acuta nell'individuo si evidenzia un innalzamento degli anticorpi specifici di classe M (IgM), seguito dall'aumento delle IgG, che permangono tutta la vita.

Tempi di Consegna

6 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

VITAMINA B12

La vitamina B12 è introdotta nell'organismo con l'alimentazione ma viene assorbita solo dopo il legame con una glicoproteina prodotta dalle cellule della mucosa gastrica (il cosiddetto fattore intrinseco, che, quando manca a causa di una atrofia della mucosa gastrica, porta ad una anemia macrocitica per mancato assorbimento della vitamina). La vitamina B12 interviene nella sintesi delle purine (DNA), degli acidi grassi (mielina) e nel metabolismo della metionina

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

VITAMINA D 25 (OH)

La vitamina D è una vitamina liposolubile che interviene nel metabolismo calcio-fosforo ed esiste in due forme: una è il colecalciferolo (Vitamina D3) che viene sintetizzato a livello cutaneo per irradiazione ultravioletta a partire dal dal 7-deidrocolesterolo, ma che pu? anche essere introdotta con grassi animali (fegato di pesce, latte, carni); l'altra è l' ergocalciferolo (Vitamina D2), derivata, per affetto dell' irradiazione ultravioletta, dall' ergosterolo introdotto con la dieta (lievito). Entrambe queste forme subiscono nell'organismo due importanti idrossilazioni: la prima nel fegato con formazione del calcidiolo: 25(OH)D); la seconda nel rene dove si forma il calcitriolo: 1,25 (OH)D, che rappresenta il metabolita biologicamente attivo. La vitamina D agisce principalmente, aumentando l'assorbimento intestinale di calcio, sul riassorbimento osseo (a basse dosi favorisce la mineralizzazione; ad alte dosi provoca una mobilizzazione del calcio (per stimolo degli osteoclasti), aumentando nel contempo, a livello renale, il riassorbimento tubulare del fosforo.

Tempi di Consegna

6 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

VMA

L'acido vanilmandelico è il metabolita terminale del catabolismo delle catecolamine (adrenalina, noradrenalina). Esso proviene dall'azione di due enzimi che degradano le catecolamine: la catecol-o-metil trasferasi (COMT) e la mono-amino-ossidasi (MAO). Il VMA viene rapidamente eliminato con le urine e la quantit? escreta nelle 24 ore è utilizzata come marker dei tumori del tessuto cromaffine (feocromocitoma, neuroblastomi).

Tempi di Consegna

10 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

Raccolta delle Urine nelle 24 ore.
Per la raccolta delle urine delle 24 ore è necessario seguire scrupolosamente questa procedura:
Il mattino del giorno d'inizio raccolta, scartare tutta l'urina della prima minzione mattutina, svuotando completamente la vescica nel WC. Prendere nota dell'ora (ad esempio ore 7).
2.Raccogliere in un contenitore adeguato tutte le urine emesse da questo momento in poi nelle 24 ore successive, comprese quelle della notte e quelle della prima minzione del secondo giorno; la raccolta va quindi terminata alla stessa ora d'inizio della raccolta (ore 7 del giorno seguente), svuotando completamente la vescica nel contenitore.

NOTA BENE: Durante le 24 ore di raccolta, conservare il recipiente in luogo fresco (temperatura inferiore a 10?C) o in frigorigero, al riparo dalla luce solare.
E' importante NON perdere alcuna parte dell'urina emessa.

VALPROATO-Acido valproico (VPA)

L'acido valproico (VPA) è un anticonvulsivante largamente utilizzato sia nella terapia delle diverse forme di epilessia generalizzata, tra cui ricordiamo le assenze, il grande male e le mioclonie, sia nelle epilessie parziali, in particolare quelle idiopatiche. Viene anche impiegato in alcuni disturbi dell'umore (mania, disturbo bipolare). Il VPA agisce attraverso molteplici meccanismi, non del tutto chiariti, ma questa sua complessit? è probabilmente alla base dell'ampio spettro d'azione. Rapidamente assorbito nel tratto intestinale, si lega quasi completamente alle proteine plasmatiche.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua. Nel controllo periodico della concentrazione ematica del farmaco, al fine di rendere confrontabili i valori ottenuti nel tempo, occorre sottoporsi al prelievo sempre alla stessa distanza di ore dall'assunzione del farmaco stesso.

VZV

Il virus della Varicella Zoster (VZV) appartiene alla famiglia degli Herpesviridae, è ubiquitario ed è la causa di una delle pi? frequenti malattie esantematiche, la varicella. La varicella è il risultato della prima infezione; Il virus penetrato per via aerea, dopo 14-21 giorni di incubazione raggiunge l'organo bersaglio che è la cute. dopo la infezione il virus resta allo stato latente nei gangli delle radici dorsalie pu? riattivarsi in situazioni di calo immunitario, causando l'herpes zoster (comunemente detto fuoco di sant'Antonio). Durante l'infezione acuta nell'individuo si evidenzia un innalzamento degli anticorpi specifici di classe M (IgM), seguito dall'aumento delle IgG, che permangono tutta la vita.

Tempi di Consegna

6 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

YGT

La  GT (gamma glutami trans peptidasi o GGT) è un enzima che favorisce il trasferimento del gruppo  -glutammile da glutammilpeptide a un altro peptide o ad un aminoacido. La  GT è presente in molti tessuti ma soprattutto nelle cellule dei tubulo renale, nel pancreas e nel fegato; in effetti, sono soprattutto le epatopatie con stasi biliare a causare un aumento della sintesi di questo enzima che viene quindi rilasciato nel sangue. Aumenti della  GT sierica possono essere causati da nefropatie (neoplasie renali, sindrome nefrosica, nefropatia diabetica) e da pancreopatie ( carcinoma del pancreas, pancreatite cronica). La  GT è un enzima che pu? essere oggetto di induzione (induzione enzimatica): particolari sostanze infatti (vedi sotto, avvertenze/interferenze), quando assunte cronicamente, sono in grado di aumentare la sintesi di questo enzima e, quindi, il suo rilascio nel sangue. Anche l'ipertiroidismo e la gravidanza possono essere causa di aumento della  GT.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.

ZINCO

Lo zinco è un metallo presente in tracce nell'organismo dove è coinvolto in numerose attivit?. Esso è presente in numerosi enzimi (metalloenzimi) e svolge un ruolo nella sintesi proteica, nella crescita, nella spermiogenesi, nella cicatrizzazione delle ferite. Regola inoltre l'omeostasi glucidica e l'immunit? cellulo-mediata. Lo zinco è normalmente presente nella dieta (carne, pesce, uova, latte), è assorbito a livello gastro-intestinale ed è eliminato prevalentemente con le feci. Nell'industria è usato nei processi di galvanizzazione, produzione di leghe, batterie elettriche. L'esposizione ai fumi dei sali di zinco pu? provocare irritazione cutanea, delle vie respiratorie e dell'apparato gastroenterico.

Tempi di Consegna

1 giorno, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

Preparazione

E' necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l'assunzione di una modica quantit? di acqua.